È il ristorante dell'hotel Flora, nel centro di Li...

Recensione di del 20/08/2005

La Posa

56 € Prezzo
9 Cucina
7 Ambiente
8 Servizio
Rapporto qualità/prezzo: Normale
Prezzo per persona bevande incluse: 56 €

Recensione

È il ristorante dell'hotel Flora, nel centro di Livigno.
L'abbiamo provato in un freddo mezzogiorno di fine agosto, di passaggio in Valtellina per una tre giorni rigenerante alle terme vecchie di Bormio (che spettacolo...).
Appena usciti dalle terme pioveva, che fare? Andiamo a Livigno, dico io! È un attimo, e dopo più di un ora di salite, curve e gallerie, di cime innevate e una gran fame che aumentava di minuto in minuto, finalmente ecco Livigno.

In verità siamo entrati per caso e mai scelta fu più azzeccata, l'ingresso del ristorante si intravede dalla via principale del paese, ma è fuori dalle rotte dei turisti in cerca di occasioni e giacche low-cost.
Appena entrati veniamo accolti da un elegantissimo e compitissimo capo-sala, che ci fa accomodare in un tavolo per due, apparecchiato con gusto sobrio. Tutto intorno richiama gli ambienti tipici valtellinesi, il legno chiaro fa bella mostra di sé ovunque, ricordando le vecchie baite di montagna anche se i tavoli sono un po’ troppo ravvicinati e non aiutano il tête-a-tête con mio marito.

Ci viene offerto un calice di bianco frizzantino e con i menù arriva anche un piattino con assaggini di salumi e formaggi tipici e crostini.
Ordiniamo tutto l'ordinabile, visto la gran fame che ci hanno lasciato le terme.
Antipasto: bresaola, grana e porcini. Ottima, come da buona tradizione locale.
Primi: ordiniamo due piatti di pizzoccheri, i più buoni che abbia mai mangiato in vita mia, conditi superbamente con profusione di burro, formaggio e un trionfo di verdure. Immediatamente compare il capo-sala con il pepe fresco e si offre di macinarlo sulla preparazione. Un piatto forse troppo abbondante, ma così piacevole al palato che ci facciamo violenza per finirlo. 9

Ormai avevamo ordinato i secondi, ma il giusto tempo di attesa prima del loro arrivo e qualche bicchiere del magnifico inferno che avevamo ordinato ci permette di affrontare anche questa prova con ardore.
Per me: polenta taragna e porcini, superba la polenta, giustamente misurata e ottimi e abbondanti i porcini, ripulito il piatto senza sforzo e con grande gaudio. 8+, perché dare 9 ad un piatto di polenta mi pare eccessivo.
Mio marito si lancia sul filetto con i porcini, che lo soddisfa a pieno, il cameriere ci spiega che la carne non è la loro, che fino a qualche tempo fa proponevano angus argentino ma che ora il cuoco ha optato per carne chianina che ritiene più sicura e gustosa. Io riferisco, ma non mi esprimo in merito, a me piacciono entrambe. Comunque un ottimo filetto.

A ciò si aggiunge la presentazione curata di ogni piatto, il servizio eccelso e curato in ogni particolare dal responsabile, la sollecitudine dello stesso senza mai strafare nell'invadenza... 8++ al servizio.
Caffè nella norma, e dopo il caffè ci vengono offerte due grappe riserva da una bottiglia custodita con cura (non era in esposizione come le altre) che ha conquistato anche me, che non amo le grappe.
Se vi trovate a passare da Livigno, fermatevi senza indugi, da quello che ho avuto modo di vedere e provare qui è difficile trovare brutte sorprese nonostante la mia innata diffidenza verso i ristoranti degli hotel... questo merita davvero.

Condividi la tua esperienza

Raccontarci le tue personali esperienze è fondamentale per permetterci di conoscerti sempre di più ed offrirti consigli su misura per te. ilmangione non è più un'esperienza statica, ma una potente Intelligenza Artificiale che impara a conoscerti partendo da quello che ti piace.