Altro ristorante del gruppo Bacarà. Dopo aver rece...

Recensione di del 06/08/2007

Piperita

35 € Prezzo
7 Cucina
5 Ambiente
5 Servizio
Rapporto qualità/prezzo: Normale
Prezzo per persona bevande incluse: 35 €

Recensione

Altro ristorante del gruppo Bacarà. Dopo aver recensito Antigua e Bodeguita, mi sono imbattuto in questo altro ristorante-pizzeria. Da fuori risulta un po’ anonimo, soprattutto causa insegna mal realizzata dal punto di vista grafico e sponsorizzata da una nota marca di birra: una cosa da pub o bar-ristorante di infimo livello, a mio parere.
Il locale gode di un comodo parcheggio antistante, di una piccola veranda per cenare all’aperto e di un’ottantina di coperti al suo interno.
La formula è quella della Bodeguita (i due locali hanno un menu pressoché identico): pizzeria con aggiunta di insalatone e piccola cucina.

All’interno il locale è arredato con tavoli e sedie in metallo cromato, alcune vetrine ospitano motori di vecchie auto, un’auto appesa al soffitto domina la sala; su un’altra parete sono appese delle gomme d’auto. Condotti dell’aria in alluminio a vista e una abbondante illuminazione biancastra. Per quanto originale nell’idea, tutto questo metallo e l’illuminazione a mio parere eccessiva rendono il locale molto freddo. Inoltre, saranno forse complici i soffitti alti (il ristorante è ricavato da un vecchio capannone), ma la dozzina di persone presente risultava emettere un chiasso fastidioso. Decido per lo spazio all’aperto. Questo è delimitato in alto da un tendone e lateralmente da piante di bambù. L’arredamento da giardino con tavoli e sedie in metallo scuro. I tavoli non apparecchiati sono molto anonimi e tristi. Il servizio è portato avanti da ragazzi giovanissimi in tenuta sportiva.

Ordino una insalatona chick and rice, una sogliola alla mugnaia e nell’attesa una focaccia con zola, pere e prosciutto crudo. Da bere un 0,75 litri di naturale e una birra piccola.

Mi viene apparecchiato il tavolo con una tovaglietta di carta, posate ordinarie, bicchiere IKEA.

Dopo quindici minuti mi portano la pizza, grande, sottile, pallida, non un filo d’olio, nulla a che fare con le pizze napoletane, ma qui la pasta fa solo da supporto agli ingredienti. L’accostamento agrodolce di questi ultimi solleticano piacevolmente il palato.
Il ragazzo porta via la focaccia e mi porta un piccolo lumino a farmi luce e compagnia, sarebbe stata gradita anche prima.
L’insalata composta da varie insalate, pollo grigliato, pannocchiette Bonduelle, ananas e paprika è abbastanza buona, solo le pannocchiette lasciano a desiderare, la paprika non si avverte.
La sogliola alla mugnaia è ben cotta e saporita, portata spellata, ma con la lisca. Le patate di accompagnamento sono al forno, croccanti, ben salate, ottime.

Conto 35 euro.
L’ambiente proprio non mi è piaciuto, freddo all’interno e trascurato all’esterno. Il servizio è giovanissimo, sorridente, ma molto approssimativo. La pizza è buona, nel suo genere, ma anche il resto è discreto. Ottimo per giovanissimi e compagnie.

Condividi la tua esperienza

Raccontarci le tue personali esperienze è fondamentale per permetterci di conoscerti sempre di più ed offrirti consigli su misura per te. ilmangione non è più un'esperienza statica, ma una potente Intelligenza Artificiale che impara a conoscerti partendo da quello che ti piace.