Ritorniamo a Isola d’Asti presso i Vigneti Brichet...

Recensione di del 08/06/2008

Vigneti Brichet

23 € Prezzo
9 Cucina
8 Ambiente
8 Servizio
Rapporto qualità/prezzo: Ottimo
Prezzo per persona bevande incluse: 23 €

Recensione

Ritorniamo a Isola d’Asti presso i Vigneti Brichet in occasione dei “Sapori di Primavera 2008”. Rimando tutti i dettagli del luogo alla mia precedente recensione, aggiungo solamente che – a causa del prolungato maltempo – è impossibile visitare i vigneti in quanto in uno stato quasi fangoso.
Quindi mettiamo subito i piedi sotto al tavolo e iniziamo il pranzo.

Antipasti:
Bruschette alla caponata di verdure.
Sicuramente il piatto che mi ha conquistato di meno. Delle bruschette dove sopra vi era di tutto e di più, dalle melanzane ad altre verdure, sedano, olive, capperi ed uvetta. I sapori delle volte erano di difficile accostamento, secondo me, voto 5 ½.
Barchette di sedano e salsa al gorgonzola.
Qui invece ci siamo, la barchetta era perfetta nella sua pasta sfoglia ed il ripieno era ideale, con squisito senso di appagamento. Voto 7 ½.
Vol-au-vent ripieno di salsiccia.
Ottimo davvero, anche grazie all’ottima salsiccia del ripieno, voto 8 (e bis concesso)
Assortimento di salumi nostrani: crudo al Barbera e cotto al vapore
Sempre molto originali questi salami, rimangono un punto fisso del menu ma molto valevoli, voto 7.
Frittata di ortiche e zucchine.
Ben fatta, con all’interno anche del formaggio di complemento. Forse dopo il terzo pezzo stufava un poco ma comunque ottima. Voto: 7.
Lardo “della vena” e pere.
Ottimo il lardo, particolare perché meno unto del solito e con venature rossastre. Abbinamento invidiabile con pere un poco acerbe tagliate a fette sottili con l’affettatrice. Ottimo il tutto, voto 8.
Insalata di coniglio affettato con foglie di insalata al balsamico.
Anche qui ottimo il coniglio, servito a temperatura ambiente, e ottimo l’abbinamento. Voto 8
Gli antipasti sono stati accompagnati dai vini della tenuta Brichet, esattamente il Cortese Doc 2007 ed il Ciaret, un Monferrato Rosè Doc che ha conquistato i miei gusti.

Un poco di pausa (necessaria visto che quasi tutti gli antipasti sono stati offerti anche in bis) e si passa ai primi piatti:

Crespelle di asparagi con fonduta.
Premetto che non amo molto le crespelle, ma queste sono state davvero tra le migliori mai assaggiate. Ottimi gli asparagi all’interno e la ricca fonduta sopra. Un primo piatto che è quasi un piatto unico, molto ricco e riempiente. Voto 7 ½.
Gnocchi al raschera e castelmagno.
Davvero ottimi, porzione abbondante… ma la cosa più strepitosa è stato che il gusto dei formaggi non è stato per niente predominante e coprente ma un tutt’uno perfettamente equilibrato e – cosa assai importante – per niente stancanti. Notevole, voto 9.
Con i primi piatti sul tavolo arriva anche il Freisa della casa, non male.

Pausa di stazionamento e via con il secondo:
Arrosto “tenerone” di vitello fassone con cipolline in agrodolce.
Encomiabile, morbidissimo (3 ore e mezzo di cottura) ma per niente secco, squisito come l’accostamento con le cipolline. Voto 8+.
Con il secondo a contorno la Barbera d’Asti Doc della casa. Abbinamento ottimale.

Panna cotta ai frutti di bosco.
Ben fatta, fresca e sicuramente assai differente dalle panne cotte industriali che si trovano in giro, voto 7 ½.
Servita con il vino Moscato della casa.
Delizia di fragole al Freisa amabile.
Fragole fresche con Freisa, ottimo abbinamento, voto 7, servite con barbera aromatizzato “Dulcis in Fundo”

Caffè, amaro digestivo e grappa, nonché zuccherino aromatizzato menta/salvia e… sorpresona finale, tisana alla menta d’arrivederci.

Costo quasi ridicolo di Euro 23,00 cadauno.

L’unica nota negativa? Mah, a cercarla proprio... la notizia che la prossima rassegna autunnale subirà un aumento: costerà 25 euro a testa, mantenendo comunque un ottimo rapporto qualità/prezzo. Il signor Massasso ha giustificato la cosa dicendo che in questo periodo tutti i costi stanno diminuendo (...) e quindi loro per cercare di essere originali devono aumentare; battuta a parte... ci sta. Alla prossima.

Condividi la tua esperienza

Raccontarci le tue personali esperienze è fondamentale per permetterci di conoscerti sempre di più ed offrirti consigli su misura per te. ilmangione non è più un'esperienza statica, ma una potente Intelligenza Artificiale che impara a conoscerti partendo da quello che ti piace.