Nel programma delle mie ferie abruzzesi, c’era anc...

Recensione di del 01/08/2010

Villa Maiella - Albergo

70 € Prezzo
8 Cucina
8 Ambiente
9 Servizio
Rapporto qualità/prezzo: Normale
Prezzo per persona bevande incluse: 70 €

Recensione

Nel programma delle mie ferie abruzzesi, c’era anche una visita ad uno dei ristoranti portabandiera della regione. Non distante da dove mi trovavo, c’era Guardiagrele e quindi ne ho approfittato anche per visitare il paese che è risultato molto carino, sia per la posizione invidiabile sotto la Maiella, sia per l’architettura di alcuni edifici come ad esempio il Duomo sicuramente originale e da vedere. Arriviamo puntuali all’appuntamento, parcheggiando l’auto nello spazio privato dietro il locale. A prima vista lo stabile che ospita il ristorante e l’hotel, è una semplice e onesta palazzina, dentro invece si percepisce subito una certa eleganza sia dei tavoli per come sono apparecchiati, sia per la luminosità dell’ambiente stesso con una vetrata che dà su di una moderna terrazza (ben arredata) con una splendida vista che spazia dall’ombra della Maiella, fino in lontananza a scorgere il Gran Sasso, Chieti e il mare.
Il servizio si fa notare subito per la professionalità già dall’accoglienza, molto calorosa e ci fanno accomodare al nostro tavolo. Non ci fanno mai mancare niente, sempre premurosi che tutto vada per il meglio. Lo chef in persona viene a prendere le comande e ci dà consigli vari. Noi optiamo però per un menu degustazione chiamato "Le nostre proposte" in quanto elenca principalmente quello che volevamo prendere alla carta.

Da una bellissima carta dei vini scegliamo un nome importante dell’enologia, Valentini con il suo Cerasuolo 2009 un rosato questo che ci accompagnerà per tutto il pasto e devo dire che è stato proprio un piacere berlo.
Dalla cucina arriva il benvenuto, con una simpatica gelatina con carne di vitello e verdure, gelatina che si è formata naturalmente con il grasso della carne dopo una lunga cottura. Molto buona.

Si parte con il primo antipasto Pallotte cac’e ovo che consistono in polpette appunto fatte con formaggio e uova, oltre qualche aroma. Piacevoli.
Si prosegue forse con il piatto migliore anche se meno territoriale, ovvero Foie gras con uvetta e salsa al Torcolato: ci vengono portate due piccole scaloppine di foie gras con qualche acino di uvetta sopra e la salsina del Torcolato molto dolce, inoltre accanto è stata adagiata una insalatina di frutta fresca che contrastava ottimamente con la cremosità della salsa.

Ci viene servito il primo piatto di pasta che consisteva nei Ravioli di burrata e zafferano. L’unico appunto che avrei fatto a questo piatto, in fin dei conti piacevole, è il poco ripieno di burrata (ottima) e la troppa salsa allo zafferano sopra. Nel complesso comunque è un buon piatto.
Il secondo primo invece non mi fa ricordare tutto il condimento, vista la mia memoria che è andata in ferie pure lei, comunque si trattava di gnocchi con guanciale e credo anche polvere di piselli. Gli gnocchi erano a forma di piccoli cilindri, ben fatti e non "appiccicosi" come spesso capita. Il condimento ci stava bene e li abbiamo mangiati senza problemi.

Arriva il piatto di carne che consisteva nell’Agnello al ginepro. Di solito nella mia zona con il ginepro ci facciamo il cinghiale, qui invece hanno optato per condirci una carne più delicata. Un buon risultato accompagnato anche dal contorno di fagiolini freschi lessati e ripassati in padella con la cipolla che ci sono piaciuti particolarmente.

Vista la bellezza della giornata e ascoltati i nostri apprezzamenti sulla terrazza, il dessert ce lo servono appunto lì fuori apparecchiando velocemente un tavolo (ecco un’altra bella nota del servizio). Mentre ci godevamo il panorama, ci portano una crostatina di mele con crema e nello stesso piatto una mousse di lampone entrambi più che buoni. Concludiamo la rilassante sosta con tre caffè fatti con una miscela di Haiti (davvero buona) e una gustosa piccola pasticceria fra cui si facevano notare delle strisce di cioccolata con canditi davvero goduriose.
Il conto di 209 euro era suddiviso in 144 euro per i tre menu degustazione e 65 euro per le varie bevande e caffè. Esperienza positiva.

Condividi la tua esperienza

Raccontarci le tue personali esperienze è fondamentale per permetterci di conoscerti sempre di più ed offrirti consigli su misura per te. ilmangione non è più un'esperienza statica, ma una potente Intelligenza Artificiale che impara a conoscerti partendo da quello che ti piace.