Cena di Lunedì 30 Marzo 2009

Anche noi,...

Recensione di del 30/03/2009

Al Vigneto

41 € Prezzo
8 Cucina
9 Ambiente
7 Servizio
Rapporto qualità/prezzo: Ottimo
Prezzo per persona bevande incluse: 41 €

Recensione

Cena di Lunedì 30 Marzo 2009

Anche noi, seppur con qualche digressione di fondo, possiamo affermare di aver felicemente percorso, per una sera, “La Strada del vino e dei sapori della Valcalepio”. Per essere precisi alle ore 19:34 raggiungiamo Grumello del Monte. Il contesto paesaggistico ci riserva scorci sorprendenti, piccoli borghi arroccati sulle colline, chiese, antichi palazzi che hanno dato un taglio quasi turistico a questa nostra ennesima uscita. Immerso nel vigneto di proprietà troneggia il caseggiato disposto su due piani. Superato il bar posto al piano terra, affrontiamo la scala che conduce direttamente al ristorante ampio e accogliente. Purtroppo la zona più panoramica del locale, a seguito di una festa di compleanno, risulterà essere riservata e quindi non accessibile. Ci sarà proposta un’altra sistemazione, certamente meno suggestiva ma assolutamente adeguata e all’altezza.
Per superare il naturale imbarazzo della scelta ci rifugiamo nel menu degustazione a base di pesci e crostacei. A Carlo, come di consueto, compete la scelta del vino. Uno sguardo attento alla carta e inesorabilmente l’indice della sua mano destra punta deciso su uno spumante classico prodotto nella vicina Franciacorta: Contadi Castaldi Saten. Ancora una volta la scelta si rivelerà più che mai azzeccata. Finissimo perlage, profumo intenso e vellutato, ideale per accompagnare quello che con crescente curiosità e appetito attendiamo.
Per non incorrere in qualche imprecisione dovuta, non ai fumi dell’alcool ma, ahimé, alla mia personale memoria sempre più labile ricordo soltanto ciò che ha veramente ha suscitato il nostro particolare apprezzamento.

In primis il carpaccio di tonno, burrata e sughetto al pomodoro e basilico con scampi di Sicilia e gamberi

A seguire il risotto di zucca con punte di asparagi e pescatrice. Tutto quanto e altro ancora cucinato e preparato con indubbia maestria. La qualità e la freschezza dei prodotti hanno indubbiamente giocato un ruolo importante nel gradimento delle varie proposte. Nel corso della cena ci è parso di cogliere l’intento dello chef, quello di esaltare ogni ingrediente, senza forzature e combinazioni improbabili.

Un bicchiere di passito rosso di moscato di Scanzo con relativo dessert hanno suggellato la serata. Nell’ordine: il tortino di cioccolato caldo con gelato alla menta, crema al cacao aromatizzata all’anice con una pallina di gelato alla vaniglia e la crème brûlée all’acqua di rose. Tutti quanti equamente divisi ed unanimemente apprezzati.
Stringendo: un ambiente curato, sicuramente gradevole, spazi ampi, cucina più che buona con proposte equilibrate, mai anonime, volte a risaltare la qualità eccelsa della materia prima. Servizio preciso e puntuale svolto da personale cortese e professionale. Un ristorante e un ambiente veramente degni di lode.

Spesa complessiva: 197 €, così suddivisa: tre coperti 9,00 €, una bottiglia di vino 36,00 €, due bottiglie d’acqua 6,00 €, tre bicchieri vino dessert 15,00 €, due caffè 5,00 €, tre menu degustazione 126,00 €.

Due crucci: non aver potuto godere ciò che le ampie vetrate avrebbero saputo offrirci e quello di esserci solamente limitati a osservare una splendida varietà di formaggi italiani ed esteri posti su di un carrello situato per giunta proprio in prossimità del nostro tavolo. Dopo un piacevole scambio di opinioni con il giovane e valido autore di tutto ciò che ci ha deliziato, affrontiamo il rientro durante il quale si susseguano considerazioni e commenti relativi la serata testé trascorsa. Per la cronaca, gli spostamenti e la guida sono appannaggio esclusivo di Paolo, degno autista che assolve sempre il suo compito in piena sicurezza e lucidità: encomiabile. Ognuno di noi tre, insomma, svolge un compito riconosciuto e ben definito. Hai visto mai che con questa scelta, seppur unilaterale, sia riuscito ad alzare l’indice di fiducia e di affidabilità gastronomica dei miei amici nei miei riguardi. Nel dubbio, non per nulla amletico, rimane la certezza di un piacevole ricordo per una serata davvero ben vissuta.

Condividi la tua esperienza

Raccontarci le tue personali esperienze è fondamentale per permetterci di conoscerti sempre di più ed offrirti consigli su misura per te. ilmangione non è più un'esperienza statica, ma una potente Intelligenza Artificiale che impara a conoscerti partendo da quello che ti piace.