C'è un atmosfera molto particolare all'osteria All...

Recensione di del 12/03/2011

Trattoria alla Posta

30 € Prezzo
9 Cucina
8 Ambiente
9 Servizio
Rapporto qualità/prezzo: Ottimo
Prezzo per persona bevande incluse: 30 €

Recensione

C'è un atmosfera molto particolare all'osteria Alla Posta di Grimacco. Sarà che è sera e il paese è deserto, sarà che marzo qui è un po' fuori stagione, ma la nostra sensazione è di essere in un posto fuori dal tempo. La disposizione del locale è curiosa: all'esterno un bel porticato con un enorme glicine, appena entrati una grande sala da bar anni sessanta molto malinconica dalla quale si apre con una porta a spinta la sala ristorante, piccola e ben illuminata.
Siamo in tre e veniamo accolti da Maria Gilda, che gestisce la sala e si occupa della cucina. Dopo qualche minuto la signora ci racconta il menu (a degustazione) della serata, tutto basato su scelte stagionali e rivisitazioni della tradizione locale; già dal tono e dalla meticolosità nella spiegazione si intuisce la passione che questa donna mette nel suo lavoro.
I tavoli sono ben apparecchiati e comodi, il volume della voce degli altri clienti molto pacato: si sta bene. 
Scegliamo di accompagnare i piatti con un buon friulano della casa e iniziamo la cena.
Come assaggio ci vengono portati un voul-au-vent con ricotta acida e una fetta di salame cotto su un letto di zucchine alla julienne.
Poi gli antipasti: un'insalatina cotta in agrodolce con due fette di prosciutto crudo, una sformato di panna fresca con fonduta di formaggio e una vellutata di carote e finocchi con scaglie di formaggio (per rendere l'idea dell'attenzione e della cura, dobbiamo accettare le scuse di Maria che precisa che per quest'ultimo piatto ci sarebbe dovuta essere la ruta, ma per questioni climatiche non è stato possibile raccoglierla, e la nota amara necessaria è stata data in sostituzione da un particolare tipo di formaggio). 
Siamo molto contenti della qualità della preparazione e degli ingredienti, e ci godiamo ogni portata con entusiasmo.
Continuiamo con delle buonissime crespelle con i carciofi e poi due diverse tipologie di gnocchi slavi ripieni, che forse, pur rimanendo buoni,  sono il piatto minore della cena, per mio gusto personale con troppo burro fuso di condimento.
Per secondo possiamo scegliere tra cinghiale, tagliata o guanciale di maiale. Optiamo tutti e tre per quest'ultimo, accompagnato da un purè di patate e da un'insalata di radicchio di campo. 
Degna conclusione di questa cena ottima sono dei particolari struki lessi, piatto carnico gustoso un po' rivisitato, un caffè e un bicchierino di grappa casalinga con infusione di trentacinque erbe.
Contenti e ben sazi facciamo fatica ad andare via, un po' per la nostra stanchezza e un po' per la tenace loquacità di Maria. 
Alla fine il conto è di 30 euro a testa. Che dire? Super!

Condividi la tua esperienza

Raccontarci le tue personali esperienze è fondamentale per permetterci di conoscerti sempre di più ed offrirti consigli su misura per te. ilmangione non è più un'esperienza statica, ma una potente Intelligenza Artificiale che impara a conoscerti partendo da quello che ti piace.