A circa 6 km dal Santuario di Graglia e a 15 da qu...

Recensione di del 24/06/2012

Trattoria Rocchi

25 € Prezzo
8 Cucina
9 Ambiente
10 Servizio
Rapporto qualità/prezzo: Ottimo
Prezzo per persona bevande incluse: 25 €

Recensione

A circa 6 km dal Santuario di Graglia e a 15 da quello di Oropa nella direzione opposta, situata a pochi minuti d'auto dal centro di Biella e immersa nei boschi a circa 1000 metri di altitudine, si trova la trattoria Rocchi. Il parcheggio proprio adiacente al locale non è molto ampio, ma appena sopra a circa 100 metri vi è un altro spiazzo dove poter lasciare le auto, visto che la strada per raggiungere la trattoria è piuttosto stretta e non permette parcheggi.
Il locale ha due sale e qualche tavolo all'esterno per un totale di circa 100 coperti, noi veniamo fatti accomodare nella saletta più piccola che però ha un ottima visuale sulla vallata. Internamente la trattoria risulta ben suddivisa con tavoli a sufficente distanza, mentre la tovaglieria è semplice ma adeguata al tipo di locale.
Noi siamo tre coppie con due ragazzini e già da casa ho avuto la possibilità di scegliere un menu'proposto a 23 euro(escluse bevande) che è composto da un tris di antipasti, due assaggi di primo, due secondi con contorno e un dolce a scelta.
Veniamo ai tre antipasti che sono: antipasto ghiotto (pasticcio freddo di verdure e tonno) molto buono e indicato per questo periodo, dei Paglierini al forno (Tomini fatti al forno) discreti e dei Croissant caldi con salsiccetta molto gustosi e particolari.
Come vino abbiamo optato per quello della casa che ci viene servito in brocca ed è un buon Barbera leggermente vivace da 12° circa e a temperatura ottimale (8 euro al litro). La ragazza che ci serve è molto loquace ed attenta alle nostre esigenze, soprattutto in considerazione del fatto che i due ragazzini hanno mangiato cose leggermante diverse dalle nostre non essendo ancora svezzati!
I primi sono entrambi di ottima fattura e soprattutto sembrano caserecci: tagliolini al ragù d'anatra deliziosi e delicati e raviolini del Plin al burro ed erba cipollina che da un gusto speciale al raviolo.
Il cinghiale con Erbaluce di Caluso servito a mò di spezzatino non mi ha esaltato più di tanto, avendo come confronto quello preparato dai maestri toscani in Maremma. Come contorno la Polenta grezza fa il suo dovere ed altrettanto le patatine novelle in giusta quantita'. L'altro secondo consisteva in una degustazione di quattro tipi di formaggi locali di cui uno di capra serviti con miele e mostarda dolce e qui siamo rimasti molto soddisfatti essendo molto curata nel biellese l'arte casearia.
Per dolce c'era una discreta scelta ed io ho optato per una meringa con crema al marsala e cioccolata calda che mi ha estasiato dopo questo lauto pranzo.
Da segnalare che con i caffè ci hanno lasciato al tavolo alcuni liquori caserecci da assaggiare (cosa sempre gradita!) e che durante il pranzo ci sono stati proposti eventuali bis.
Concludendo posso tranquillamente consigliare questo posto sia come rapporto qualità/prezzo che come trattamento da parte del personale, soprattutto agli amanti del contatto con la natura che qui dopo aver mangiato possono sbizzarrirsi!

Condividi la tua esperienza

Raccontarci le tue personali esperienze è fondamentale per permetterci di conoscerti sempre di più ed offrirti consigli su misura per te. ilmangione non è più un'esperienza statica, ma una potente Intelligenza Artificiale che impara a conoscerti partendo da quello che ti piace.