10 ottobre 1987-10 ottobre 2017

Recensione di del 10/10/2017

Locanda al Ponte

43 € Prezzo
9 Cucina
8 Ambiente
7 Servizio
Rapporto qualità/prezzo: Ottimo
Prezzo per persona bevande incluse: 43 €

Recensione

Il 10 ottobre del 1987 ho fatto il pranzo di nozze qui a Goito al Ristorante Al Bersagliere.

E a distanza di trent’anni, dopo aver scoperto che dalle sue ceneri era risorto il Ristorante Al Ponte, sono venuto a cena con grande piacere

e MOLTA nostalgia.

Ristorante Al Ponte, che oltre ad essere nella stessa bella costruzione in riva al Mincio, è ora gestito dal cugino del Sig. Roberto Ferrari, purtroppo mancato qualche anno fa.

Cugino che negli anni ‘80 era in Cucina. E che dopo diverse esperienze all’estero, è ritornato a Goito.

Forse per una personale suggestione, pur essendo passati ormai molti anni dall’ultima cena al Bersagliere ( nel 2002 quando trovai i prezzi in euro ……….. ) mi è sembrato che tutto fosse uguale.

Dal parcheggio di fronte all’ingresso all’arredamento (che in realtà è cambiato ma mantenendo lo stesso stile); dalla atmosfera alla disposizione delle sale e dei tavoli.

Apparecchiati in maniera semplice ma elegante.

Al posto del Sig. Ferrari e del cognato Alberto, ho trovato due graziose cameriere che si sono alternate nel servizio.

Stile e prezzi più easy rispetto al passato; passato glorioso con 1 e poi 2 stelle Michelin per molti anni.

Stelle o non stelle, anticipo che mi sono trovato molto bene; sensazione che sicuramente sarà confermata da cene successive.

Oltre alla carta, è possibile scegliere un menu degustazione che permette di avere una interessante varietà di gusti e di sapori; con porzioni non troppo risicate.

E così ho fatto.

Partenza con due antipasti e due primi piatti:

- “Code di mazzancolla in pasta kataifi dorate con piccola dadolata di frutta e verdura e riduzione di aceto e miele”

- “Fiori di zucca ripieni di ricotta di bufala,menta e erba cipollina su passata di zucchine con concassè di pomodoro e salsa al basilico”

- “Risotto mantecato alle zucchine e zafferano con gamberi rosolati al rosmarino e guanciale croccante”

- “Ravioli di rapa rossa al burro versato con ricotta affumicata e semi di papavero tostati” (se non avessi fotografato il menu, sarei stato molto più conciso nella descrizione, forse un attimino ridondante, dei vari piatti! )

Che dire? Tutte e quattro le preparazioni, servite ciascuna in un piccolo vassoio e divise da noi al tavolo, mi sono piaciute.

Più i primi degli antipasti; ma complessivamente un gran bel poker.

Con i ravioli, a dispetto delle rape che non amo, leggermente superiori.

Poi è arrivato il secondo:

“Tagliata di Black Angus alle erbe aromatiche su letto di insalatina valeriana con scaglie di Monte di bufala e stick di patate”. Vedi sopra; e per di più abbondante.

Decisamente un’ottima parte salata, accompagnata da una bottiglia di Bramito del Cervo Castello della Sala Antinori 2016. Chardonnay che probabilmente può invecchiare tranquillamente; buono anche giovane; e piacevole per i miei gusti.

Finale altrettanto valido con un bel dessert: “Semifreddo allo Yogourt e

mango”.

Anche questo molto gradito; soprattutto per la componente data dal mango. Buono!

Cosa altro aggiungere? Mah! Senza esagerare posso dire che è senz’altro un bel posto.

Con interessantissime proposte e un Q/P che va dall’ottimo del menu degustazione, 32 euro, al buono di una cena alla carta (50/60 euro).

E anche la carta dei vini, va bene cosi.

Perchè ricordo che il Sig. Roberto , col quale dopo tante cene avevo una

micro-confidenza, una volta mi spiegò il peso economico di una Cantina come quella che aveva il Bersagliere; e come questo si ripercuotesse inesorabilmente poi sul conto finale.

Sono molto contento di aver ritrovato il “mio” vecchio Bersagliere!

Foto della recensione

Condividi la tua esperienza

Raccontarci le tue personali esperienze è fondamentale per permetterci di conoscerti sempre di più ed offrirti consigli su misura per te. ilmangione non è più un'esperienza statica, ma una potente Intelligenza Artificiale che impara a conoscerti partendo da quello che ti piace.