Non abbiate fretta!

Recensione di del 07/12/2015

La Clusaz

46 € Prezzo
9 Cucina
8 Ambiente
8 Servizio
Rapporto qualità/prezzo: Buono
Prezzo per persona bevande incluse: 46 €

Recensione

Su invito di amici ci ritroviamo al pranzo di un lunedì di ponte ambrosiano (7 dicembre) in questo ristorante che si trova sulla strada statale in direzione di Etroubles; siamo in quattro, avendo prenotato per le 12,30 e puntualmente ci presentiamo; la signora ci prende i cappotti e ci fa accomodare nella sala che si sta riempiendo di clienti. L'ambiente è gradevole, come appare dal loro sito internet, lo staff numeroso e premuroso, anche se scopriremo presto che la velocità metropolitana qui non è proprio di casa.

Dal menu, mentre insieme all'acqua di fonte trattata e a un prosecco di aperitivo arrivano un pan-brioche e un amuse-bouche dalla cucina, ordiniamo un Fumin Chäteau Feuillet - 2013 per accompagnare un menu della tradizione (Tortino di castagne con pancetta e lardo in due versioni,

pane di segale della tradizione; Straccetti di farina di segale con porri e crema alla toma; Stinco di maialino da latte al vino rosso con indivia brasata all'arancio) e, a scelta, Scaloppa di "foie gras" di oca, qualità extra "à la fleur de sel" con polenta, per due, Tartare di carne di manzo, salsa "bagna caoda", misticanza, Pancia di maialino da latte, laccata al miele alla vaniglia,

tortino di zucca e verza, ancora per due, Piccione con ravioli morbidi al 'sugo' del piccione medesimo.

Dico in sintesi che tutti i piatti sono squisiti, ottimamente preparati e serviti, anche se con qualche lentezza di troppo, a mio parere; do il segno meno solo al lessico (i 'tortini' dichiarati non hanno nulla a che vedere con quel che ci si può aspettare, né per ingredienti - non ci sono uova, farina, formaggi ecc. - né per forma) e meno meno al sedicente tortino di castagne: tre castagne, bollite, avvolte in una fetta di pancetta e accanto altre castagne sbriciolate con minuscoli pezzi di lardo e pancetta: francamente dimenticabile, inutile e da eliminare quanto prima dal menu.

Al momnto di scegliere i dessert, la tempistica si fa ancor più sentire - sono ormai le 14,35 - e siamo costretti a rinunciare all'invitante zabaione, per ripiegare su cioccolatini e altri dolcetti già pronti (solo 'da scongelare', diciamo così). Un gradevole predessert e un normale caffè coronano il pranzo. Sono già passate le 15, quando ci alziamo e ci rimettiamo in viaggio.

Il posto è notevole, la cucina di assoluto pregio, con qualche trascurabile caduta, e ragionevolissimo il rapporto qualità - prezzo: spendiamo infatti 46 euro a testa (con un bicchiere di vino ulteriore a fine pasto).

Fermatevi, se passate di qua, ma non abbiate fretta!

Condividi la tua esperienza

Raccontarci le tue personali esperienze è fondamentale per permetterci di conoscerti sempre di più ed offrirti consigli su misura per te. ilmangione non è più un'esperienza statica, ma una potente Intelligenza Artificiale che impara a conoscerti partendo da quello che ti piace.