Inauguriamo la stagione ligure in un bellissimo we...

Recensione di del 11/03/2006

Violino Rosso

54 € Prezzo
8 Cucina
7 Ambiente
7 Servizio
Rapporto qualità/prezzo: Ottimo
Prezzo per persona bevande incluse: 54 €

Recensione

Inauguriamo la stagione ligure in un bellissimo weekend di sole con una visita al ristorante Il Violino Rosso di cui abbiamo letto proprio qui su ilmangione.

Come consigliatoci al telefono, usciamo a Genova Nervi, e poi seguiamo Corso Europa fino all'Ospedale San Martino. Sistemata l'auto lungo la stretta via Donghi, entriamo per primi e scegliamo un tavolo da due nella saletta superiore. L'ambiente è semplice ma accogliente, pareti e soffitto rossi e stampe di Botero ovunque.

Dopo esserci fatti consigliare, decidiamo di optare per la carta e non per i diversi menu offerti: Territorio, Degustazione e Cucina Italiana.

Per iniziare ci viene offerto il loro biglietto da visita, la torta pasqualina liquida con piccolo croissant, un aperitivo originale e divertente a vedersi. A seguire abbiamo scelto.

Antipasto.
Due "polpi cotti all'orientale con passatina di lenticchie al profumo di zenzero".
Si tratta di una vellutata molto saporita e profumata, i sapori delle lenticchie passate e dello zenzero si fondono molto bene tra loro, financo a coprire il gusto del polpo che rimane un po' nascosto.

Primo piatto.
Un "tortelli di stracciatella d'uovo alla ligure in brodetto di bianchetti" (omaggio a E. Bocchia).
E' un piatto in brodo che ho voluto provare in quanto ero incuriosito dalla stracciatella che non mangiavo dalla mia infanzia. I tortelli sono discretamente buoni seppur molto delicati, ma complessivamente sarà il piatto che meno mi ha colpito.
Un "cannelloni di carciofi".
La presentazione scenografica rende giustizia alla bontà di questo piatto, che assaggio solamente. I cannelloni sono dei lunghi sigari di pasta croccante con un ripieno delizioso disposti l'uno sull'altro a formare una figura geometrica.

Secondo piatto.
Due "carrè di cinghialetto scottato con salsa al vino rosso, purè di patate e spinaci".
La carne è molto morbida, delicatamente insaporita con una deliziosa salsina al vino rosso, un'altra combinazione di sapori riuscita.

A questo punto siamo decisamente sazi e quindi decidiamo di dividere un dolce in due. Si tratta di quattro assaggi tra cui spicca un'eccezionale torta sacher decomposta in un bicchierino di vetro ed una stupefacente crema all'arancio con olio sale e pepe.

Ad accompagnare la cena ci è stato consigliato un Cerasuolo d'Abruzzo 2004 di Emidio Pepe, produttore biologico abruzzese, mentre ai dolci abbiamo abbinato due bicchieri di ottimo sherry.

Il conto totale è stato pari a 108 euro: due coperti: 4 euro; una bottiglia di vino: 16 euro; due bottiglie di acqua: 4 euro; due antipasti: 18 euro; due primi: 20 euro; due secondi: 30 euro; un dolce: 6 euro; due caffè e due sherry: 10 euro.
Rapporto qualità/prezzo: ottimo.

Condividi la tua esperienza

Raccontarci le tue personali esperienze è fondamentale per permetterci di conoscerti sempre di più ed offrirti consigli su misura per te. ilmangione non è più un'esperienza statica, ma una potente Intelligenza Artificiale che impara a conoscerti partendo da quello che ti piace.