Soddisfatti in tutto: consigliabilissimo

Recensione di del 25/04/2014

Osteria Da Ö Colla

40 € Prezzo
9 Cucina
7 Ambiente
8 Servizio
Rapporto qualità/prezzo: Normale
Prezzo per persona bevande incluse: 40 €

Recensione

Per il pranzo del 25 aprile decidiamo di provare questo locale arrampicato nella frazione di Murta alle spalle di Bolzaneto, in Val Polcevera: sul sito dell'esercizio, benché non più aggiornato (ahi ahi!), ci sono le indicazioni per raggiungerlo. Prenotiamo per tre persone per le 12:30 e puntualmente ci presentiamo all'ingresso della sala. Veniamo fatti accomodare a un ampio tavolo rotondo, mentre già altri clienti sono seduti e altri ne arriveranno fin quasi a riempire tutti i tavoli, che sono sì abbastanza distanziati, ma non tali da impedire che, se tutti chiacchierano ad alta voce, il rumore possa disturbare un poco. Non c'è musica diffusa da altoparlanti e questo, per quel che mi riguarda, è un bene.

Il premuroso cameriere (in realtà penso sia uno dei due soci conduttori) ci porta i menu del giorno e prende la comanda dell'acqua (gassata, non minerale, ma dell'acquedotto, purificata e addizionata) e del vino: il Ciliegiolo è finito, ma scegliamo un Lagrein Niedermayr 2012 (a 18 €), che sarà molto apprezzato.
Vogliamo provare gli antipasti della casa (ci sarebbero anche fave e salame, ma decliniamo l'invito): in un unico piatto ma ben distanziati vengono serviti tre antipasti freddi (insalatina russa, acciughe marinate su letto di peperoni, torretta di coniglio con salsa al basilico: eccellente quest'ultimo, ottimi gli altri per delicatezza e pulizia di sapori) e due caldi (torta di bietole con prescinseua e sformato al formaggio: a regola d'arte e squisiti).
Il cestino del pane contiene focaccia appena sfornata, morbida e croccante e con ottimo olio d'oliva che da sola varrebbe l'assaggio, almeno per chi apprezza questo prodotto tipico della panetteria genovese. Il coperto (3 €) include appunto acqua e focaccia.
Dal menu che offre cinque primi e cinque secondi, scegliamo lasagnette al pesto, bocconcini di agnello con carciofi, riso arrosto alla genovese e, ingolositi, una porzione di stoccafisso in brandale che ci dividiamo.
Lasagnette al pesto: a parte l'inconveniente della temperatura più tiepida che calda (il pesto non va riscaldato, perciò raffredda la pasta nelle operazioni di scolatura e condimento), ottima la consistenza della pasta e cottura al dente, abbondantissimo e sapido il pesto, ricco di pinoli.
Il riso arrosto è una ricetta casalinga e tradizionale che non assaggiavo da decenni: il riso è lessato e condito con abbondante sugo, a base di pomodoro, salsiccia e piselli, poi ripassato in forno e coperto di parmigiano; dimenticando le diete, davvero molto buono.
Assai graditi anche la marmitta con agnello e carciofi e lo stoccafisso a pezzi grossi (con patate, olive, pinoli in cottura e pomodorini e uovo sodo di guarnizione).
Le porzioni sono piuttosto abbondanti, ma avremmo potuto non assaggiare i dolci? Allora crema cotta (un incrocio fra panna cotta e crema catalana con zucchero caramellato: ottima la crema, meno il caramello, lievemente bruciacchiato), torta di mele (classica, casalinga, morbida, con tante mele e guarnizione di gelato alla vaniglia) e una porzione di gelato di vaniglia. In alternativa ci sarebbero stati anche tiramisù e bonet. Due caffè a finire.

Siamo rimasti molto soddisfatti delle vivande servite, dell'affabilità del servizio e dei tempi giusti fra una portata e l'altra. Si potrebbe migliorare la lista dei vini e... i servizi igienici (piccoli e magari da rimodernare): peccato anche per l'assenza di POS e la necessità di pagare in contanti. Ma comunque consigliabilissimo!

Condividi la tua esperienza

Raccontarci le tue personali esperienze è fondamentale per permetterci di conoscerti sempre di più ed offrirti consigli su misura per te. ilmangione non è più un'esperienza statica, ma una potente Intelligenza Artificiale che impara a conoscerti partendo da quello che ti piace.