Dopo molte serate passate a degustare la cucina ti...

Recensione di del 03/08/2011

Marechiaro

28 € Prezzo
6 Cucina
8 Ambiente
4 Servizio
Rapporto qualità/prezzo: Normale
Prezzo per persona bevande incluse: 28 €

Recensione

Dopo molte serate passate a degustare la cucina tipica salentina, finalmente ieri sera abbiamo deciso di provare la cucina di mare e dietro consiglio di diverse persone ci siamo recati al Ristorante Marechiaro a Gallipoli.
Il ristorante è praticamente costruito su di uno scoglio di fronte alla sede della Guardia Costiera di stanza a Gallipoli e per accedervi occorre superare un ponticello di pietra. Avendo prenotato per tempo, veniamo fatti accomodare sulla veranda che si affaccia verso la città vecchia di Gallipoli e sugli attracchi di piccoli motoscafi.
La prima cosa che notiamo appena accomodati, è la quantità importante del personale di sala (la qual cosa ci fa purtroppo presumere di essere capitati in un ristorante turistico, con portate approssimative e affrettate), oltre che una tavola ben apparecchiata con tovaglie di cotone color crema e un cestino di pane con focaccia con olive (attenzione al nocciolo presente), taralli, pane salentino.
Ci viene chiesto immediatamente se avessimo gradito dell'acqua naturale o gasata (scelta naturale fortunatamente in bottiglia di vetro) e quasi contemporaneamente si presenta un cameriere molto zelante che ci sciorina a mo' di litania gli antipasti di mare, forzando l'accento su quelli con i molluschi e quello con crostacei, vedi aragosta.
Il tutto senza consegnarci un menu cartaceo, che ci verrà consegnato solo dietro nostra insistenza, nè tantomeno dichiarando i prezzi (non esposti ovviamente) dei piatti proposti.

Comunque la scelta mia ricade su un antipasto di crudo di mare con ricci, fasolari, vongole, ostriche e cozze (tutte freschissime) ove non ho particolarmente apprezzato i ricci di mare, sicuramente per una mia mancanza, dato che era la prima volta che li assaggiavo.
Mia moglie invece decide per un antipasto di mare cosiddetto "cotto al momento" da parte del solerte cameriere. A parte il fatto che il piatto composto da quattro cozze gratinate, del pesce azzurro in umido con pomodoro, frittelle di polpo, del risotto con patate e cozze, il tutto all'interno di tre foglie di lattuga trevigiana, è stato portato neanche sessanta secondi dopo la comanda (il che non testimonia affatto sul "fatto al momento", forse si intendeva fatto al momento due ore prima), le cozze e le frittelle di polpo erano fredde, pesce in umido tiepido e l'unica cosa calda era il risotto.
Più fortunato mio figlio che lungimirante ha ordinato delle cozze alla marinara (lette sul menu e non dichiarate disponibili), buone, tante e in un brodo di cottura ben equilibrato, terminato con l'ausilio di quattro fette di pane abbrustolito alla griglia.
Mia figlia ha invece richiesto delle semplici orecchiette al pomodoro (in questa vacanza in Salento sembra aver mangiato solo quelle), semplici e buone.

Come primo piatto ho ordinato del risotto agli scampi, mentre ho ricevuto un risotto alla marinara, con una presenza di scampi veramente risicata. Alla mia richiesta di chiarimenti mi è stato detto che questa è la ricetta tipica: averlo saputo prima... Comunque il piatto non era eccelso, ma si lasciava mangiare.
Mia moglie e mio figlio hanno optato per dei più canonici e tipici spaghetti alle vongole, apprezzati da entrambi.

Saltato il secondo piatto, abbiamo terminato con un sorbetto al limone (la mia migliore scelta e portata della serata) profumatissimo e con dei pezzetti di scorza di limone.
Come vino abbiamo scelto del Fiano di Avellino di Mastrobernardino a 16 euro, dopo che le due scelte dalla carta precedenti erano terminate (Falanghina e Greco di Tufo).
Passati alla cassa a pagare, abbiamo trovato un conto da 110 euro, tutto sommato adeguato a quanto mangiato.
Ci è piaciuto: la freschezza del crudo, il sorbetto e le portate di mio figlio.
Non ci è piaciuto: la scomoda sensazione di essere finiti in un ristorante turistico dove si guarda solo alla quantità (di clienti) che alla qualità, la modestia del servizio in genere e l'antipasto di mia moglie.
Come considerazione finale posso solo dire che le aspettative generate dalle belle parole ricevute su questo locale, sono andate in gran parte disattese causa quanto sopra esposto, location del locale comunque unica.

Condividi la tua esperienza

Raccontarci le tue personali esperienze è fondamentale per permetterci di conoscerti sempre di più ed offrirti consigli su misura per te. ilmangione non è più un'esperienza statica, ma una potente Intelligenza Artificiale che impara a conoscerti partendo da quello che ti piace.