Dopo aver tentato di prenotare a destra e a manca ...

Recensione di del 04/04/2005

Osteria l'è Maistess

38 € Prezzo
3 Cucina
6 Ambiente
4 Servizio
Rapporto qualità/prezzo: Negativo
Prezzo per persona bevande incluse: 38 €

Recensione

Dopo aver tentato di prenotare a destra e a manca perché di lunedì i nostri abituali locali sono chiusi per il turno di riposo, riprendiamo la ricerca e la nostra scelta cade definitivamente sul.... ristorante? Trattoria? L’E’ MAISTESS, ribattezzata per l'occasione L'E' SEMPER ISTESS. Ormai bisogna stare attenti anche a queste definizioni e valutare bene a seconda della classe di appartenenza dei singoli locali. Trattoria o Ristorante?

Esperienza negativa. Cucina che non arriva alla sufficienza. Una serie di cose banali stile rosticceria. Polpettine-crocchettine-frittelline. Polenta con salsiccina-Gamberi con fagioli-Fiori di zucchina-mondeghili-carpaccio-melanzana con ricotta, prosciutto e melone a seconda della tavolata. Queste le delizie del locale, vanto ed orgoglio del patron.

Il primo è stato un risotto allo zafferano e midollo. Cotto anche bene, ma troppo forte e con una riduzione di balsamico che copriva il sapore dei pistilli di zafferano ed il midollo lo avevano visto solo loro. Una mantecatura che sembrava fatta con il vinavil.
Sono riuscito a disdire i secondi spiegando che le delizie della casa erano troppo abbondanti e non avevo previsto questo particolare. Una fantasia di sorbetti (tre piccole palline di roba fredda fatta con i soliti preparati industriali in voga nelle migliori gelaterie), caffè con piccola pasticceria (Cantucci Sapori e....... pedalare!), una bottiglia di una ignobile bonarda (13€), minerale S.Pellegrino hanno comportato un conto finale di 74,5 eurini. (2 antipasti-2 primi –1 dessert). Un pranzo completo va a 50€, non si scappa. Roba da matti! Non è mancato anche il passaggio del venditore di rose.

Servizio alla “Karlona” 7€ per vederci recapitare una decina di piatti dai quali servirci personalmente, in perfetto “stile agriturismo”. Locale nella norma, un poco claustrofobico e buon esempio di mancanza di linea di cucina. Una serie di banalità messe insieme tanto per far qualcosa. Impressione anche di altri commensali. Da dimenticare al più presto.
Esagerato per noi. In linea con i prezzi della Milano “povera” ed economica, che non ci beccherà più. Basta! Più ci si avvicina alla metropoli e più è uno schifo.
LA MAX 61°

Condividi la tua esperienza

Raccontarci le tue personali esperienze è fondamentale per permetterci di conoscerti sempre di più ed offrirti consigli su misura per te. ilmangione non è più un'esperienza statica, ma una potente Intelligenza Artificiale che impara a conoscerti partendo da quello che ti piace.