Con mia moglie decidiamo di cenare in questo local...

Recensione di del 23/07/2008

Osteria degli Angeli

45 € Prezzo
9 Cucina
7 Ambiente
7 Servizio
Rapporto qualità/prezzo: Normale
Prezzo per persona bevande incluse: 45 €

Recensione

Con mia moglie decidiamo di cenare in questo locale, situato sulla splendida riva sinistra del Naviglio Grande a pochi minuti da Milano, nel comune di Gaggiano (patria della milanese maschera di Meneghino) in un vecchio edificio storico del '600 totalmente ristrutturato, a pochi passi dalla cinquecentesca Villa Marino.
Arrivarci è molto agevole in quanto ci sono le indicazioni stradali ed inoltre è ben visibile dalla strada; non si può parcheggiare davanti in quanto è situato in zona pedonale, comunque c'è un parcheggio molto vicino si tratta di camminare per cinque minuti a piedi.

Prenotiamo per la sera ed arriviamo. Da fuori si presenta come una tipica casa di corte del naviglio, suoniamo al campanello e veniamo accolti dal maître che ci seguirà per tutta la serata.
Entrando si nota che l'ambiente è rustico ed elegante allo stesso tempo: ci sono due salette che in totale conterranno 40 coperti al massimo (quindi è consigliabile la prenotazione), i colori alle pareti sono caldi e la luce è soffusa ed è distribuita da delle abat-jour che rendono il locale molto caldo ed accogliente.
Veniamo fatti sedere al nostro tavolo e qui notiamo che i tavoli sono ben distanziati ed apparecchiati con tovaglie e tovaglioli gialli, posateria di buona qualità e tre bicchieri uno per l'acqua un calice per il vino bianco ed uno per il vino rosso.

Appena seduti ci vengono dati i menu e la lista dei vini e ci viene portato al tavolo un cestino contenente diverse varietà di pane e dei taralli: tutto freschissimo. In questo locale i menu seguono le stagioni ed hanno variazioni mensili in modo da avere sempre le materie prime fresche. La nostra scelta è la seguente.

Primi.
Io scelgo "risotto al radicchio e cabernet".
Ottima la cottura del riso carnaroli e ottima anche la sfumatura col cabernet, azzeccato anche l'accostamento cabernet radicchio un piatto ben riuscito. Voto 9.
Mia moglie sceglie "tagliatelle alla salsiccia di agnello e carciofi".
Ne assaggio un po' e devo dire che anche in questo caso la pasta è cotta in modo ottimale; ottima la carne di agnello e delicati i carciofi: un piatto non semplice che è riuscito benissimo. Voto 9.
Da notare che sia la pasta che i ravioli vengono fatti in casa.

Secondi.
Entrambi scegliamo "petto d'anatra all'aceto tradizionale di Mmodena".
Ottima la carne d'anatra cotta al punto giusto e per niente asciutta inoltre il sapore dell'aceto non sovrastava quello della carne ma è in simbiosi; un piatto riuscitissimo. Voto 9.

Dessert.
Decidiamo di prenderci anche due dessert visto che sono tutti artigianali e optiamo per entrambi per "zabaione caldo con piccola pasticceria".
Veramente di buona fattura e decisamente artigianale. Voto 9.

Vino.
Ad accompagnarci per la cena abbiamo scelto un vino rosso adatto alle portate scelte ed alla zona dove eravamo cioè vicino all'Oltrepò quindi abbiamo optato per "I Roccoli" Oltrepò Pavese Pinot Nero VQPRD della cantina "La Versa".
Questo pinot nero in purezza, vinificato in rosso, di grande eleganza, esprime al massimo la relazione vino come espressione del territorio.
Le viti sono allevate a spalliera e sono situate ad un'altitudine compresa tra i 300-400 metri sul livello del mare
La raccolta delle uve, eseguita totalmente a mano, inizia nella terza decade di settembre. La macerazione dura mediamente 10 giorni ad una temperatura massima di 25° C. La fermentazione malolattica si conclude a fine novembre. A fermentazione avvenuta, il vino viene passato in piccole botti di rovere nuove per circa 12 mesi, poi viene assemblato e imbottigliato. Dopo l'imbottigliamento il vino rimane a riposo nelle cantine per un ulteriore periodo di affinamento di circa 18 mesi.
Per quando riguarda il servizio il vino ci è stato servito nei bicchieri corretti ed alla temperatura adeguata.

In conclusione.
Un locale dove la cucina, curata con amore, propone in chiave moderna, i piatti e i sapori della tradizione italiana segno di una cultura che con i tempi moderni si sta sempre più dissolvendo. Le pietanze sono tutte riuscitissime e le materie prime usate sono freschissime. Da segnalare anche la cantina, con oltre 200 etichette di vini italiani, dai vini di pronta beva alle grandi riserve, per poi passare ai vini passiti al bicchiere da gustare con dolci e formaggi.
Il servizio risulta essere veloce, discreto e pronto alle esigenze del cliente.
Un ristorante da consigliare.

Condividi la tua esperienza

Raccontarci le tue personali esperienze è fondamentale per permetterci di conoscerti sempre di più ed offrirti consigli su misura per te. ilmangione non è più un'esperienza statica, ma una potente Intelligenza Artificiale che impara a conoscerti partendo da quello che ti piace.