Cena di lunedì 23-04-2007

Curiosi di pr...

Recensione di del 23/04/2007

Trattoria da Peppina di Renato

32 € Prezzo
6 Cucina
7 Ambiente
7 Servizio
Rapporto qualità/prezzo: Scarso
Prezzo per persona bevande incluse: 32 €

Recensione

Cena di lunedì 23-04-2007

Curiosi di provare il famoso coniglio all'ischitana prenotiamo in questo locale che si trova a Forìo d'Ischia lungo una strada panoramica a 800 metri dalla statale, raggiungibile in auto o a piedi in quanto la linea del bus non passa da lì.

Il locale è un vecchio cascinale ristrutturato con una terrazza con vista sulla baia di Citara che ci ha fatto pentire di non aver scelto di andarci per pranzo piuttosto che a cena. L'ambiente è rustico ma abbastanza elegante, con travi di legno e pareti intonacate di bianco nello stile delle case dell'isola. Nel giardino di ingresso c'è un grande forno dove, in pentole di terracotta, viene cucinato il famoso coniglio da fossa e così portato in tavola.

Veniamo accolti da un simpatico cameriere tuttofare che, da solo, si divide al meglio fra gli ospiti. Considerato che il locale è pieno deve aver fatto miracoli perchè è riuscito comunque a servirci in tempi ragionevoli.

Il menu e l'elenco dei vini viene recitato a voce. Ci viene proposto un antipasto misto della casa e poi scegliamo il coniglio di fossa all'ischitana che è il motivo per cui abbiamo selezionato questo posto fra i tanti.
Il coniglio di fossa, presidio Slow Food, viene allevato in buche profonde pochi metri da cui si diramano dei canali scavati dal coniglio stesso che ha così la possibilità di muoversi e vivere in un ambiente più naturale e per questa ragione le sue carni risultano più saporite rispetto ai conigli allevati in gabbie.

L'elenco dei vini contempla soprattutto bianchi e rossi ischitani. Scegliamo un Ischia Biancolella, Az. agr. Pian dei Cedri, La Sassaia.

L'antipasto viene servito in un grosso piatto e contiene:
- pancetta di maiale (del proprietario), troppo nervosa;
- mozzarella fior di latte, così così;
- crespella ai funghi;
- involtino di melanzane prosciutto e mozzarella;
- rotolo di frittata con prosciutto e mozzarella (una variante del precedente);
- bruschetta con fagioli, il pezzo migliore;
e altro che non ricordo.
Nel complesso non abbiamo trovato nulla di speciale. Voto 6.

Coniglio all'ischitana. Come anticipato, il coniglio viene portato in tavola dentro a una pentola di terracotta e il cameriere ci invita a mangiarlo con le mani, fornendoci due salviette rinfrescanti.
Si tratta di mezzo coniglio, piuttosto piccolo a giudicare dalle dimensioni della sella. L'effetto visivo non è particolarmente bello perchè si tratta di quattro piccoli pezzi dentro a una pentola molto grande, bastano appena appena a toglierci la curiosità in due. Però un coniglio intero sarebbe troppo quindi forse non hanno possibilità di fare una via di mezzo senza avanzare dei pezzi.
Il coniglio è cucinato alla cacciatora, con pomodorini, peperoni e un po' di peperoncino intero che non lo rende piccante. Il piatto è gustoso, accompagnato da squisite patate al forno, ma nulla di più, niente che si faccia ricordare nè per la qualità della carne nè per la preparazione del sugo. Voto 6.

Dolce.
Tortino caldo al cioccolato, nella norma, come quelli confezionati che si preparano in casa. Voto 6.

Conto: due coperti 3,40 euro; un'acqua ferrarelle 1,60 euro; un antipasto misto 11,90 euro; una bruschetta 3,65 euro; una bottiglia di vino 14,00 euro; un secondo 20,00 euro; un contorno 3,50 euro; un dolce 5,80 euro; un caffè 0,80 euro. Totale 64,65 euro.

Altre recensioni per "Trattoria da Peppina di Renato"

Condividi la tua esperienza

Raccontarci le tue personali esperienze è fondamentale per permetterci di conoscerti sempre di più ed offrirti consigli su misura per te. ilmangione non è più un'esperienza statica, ma una potente Intelligenza Artificiale che impara a conoscerti partendo da quello che ti piace.