Week end a firenze dopo tanto tempo e, all'ora di ...

Recensione di del 31/03/2007

Il Latini

38 € Prezzo
7 Cucina
7 Ambiente
7 Servizio
Rapporto qualità/prezzo: Normale
Prezzo per persona bevande incluse: 38 €

Recensione

Week end a firenze dopo tanto tempo e, all'ora di cena, non ho resistito e sono tornato da Latini. Erano anni che non ci andavo ed ero molto curioso di vedere se le voci di una sua inevitabile e massiccia contaminazione turistica fossero fondate.
Ci presentiamo poco prima delle otto e troviamo già un capannello di persone in attesa all'ingresso. Per due persone, però, fortunatamente c'è posto e così ci fanno subito entrare. Ci accomodiamo al tavolo con una coppia di romani (poi rivelatisi simpaticissimi); eh già, su questo la tradizione è stata rispettata e dividere il tavolo con qualcuno, se sei fortunato, può essere anche divertente. Il locale si presenta come una volta, magari più pulito e curato, ma sempre con prosciutti appesi ovunque al basso soffitto e tanti tavoli di legno nelle due ampie sale. Si respira un'aria decisamente "tipica", se non fosse che poi ti guardi intorno e ovunque vedi solo stranieri e qualche italiano (turista). Persino il cameriere è romano!

Il menu è molto semplice e viene recitato a voce dal cameriere. Noi scegliamo un antipasto misto per cominciare, e poi una celebre fiorentina in due con contorno di patate e fagioli all'uccelletto.
Sul tavolo troneggia un fiaschetto di Chianti imbottigliato appositamente per "Il Latini", in condivisione con gli altri due commensali. Ottimo e delicato, anche se i suoi 13 gradi, a fine pasto, si faranno sentire.

L'antipasto misto potete pure saltarlo. Due fette di salame, due di soppressata, due bruschette con il pomodoro e due crostini di fegato. Nulla da dire, ma neppure da ricordare.

Assolutamente da prendere, invece, la tagliata. Abbondande e cotta alla perfezione, saporita, per nulla grassa o nervosa. Una vera delizia. Per inciso, anche la bistecca di manzo ordinata dalla signora accanto a me al tavolo aveva un aspetto a dir poco invitante ed era, a conti fatti, più abbondante ed economica della fiorentina.

Buonissimi i contorni, patate e fagioli all'uccelletto, peccato solo che fossero in dosi ridicole (coprivano a stento un piattino da frutta, per intenderci).

Il fiaschetto di vino al tavolo, come già detto, era ottimo e non ha fatto rimpiangere altre bottiglie più titolate.

Per finire, gli immancabili cantucci con vin santo. Buoni ma "normali".

Conto finale complessivo: 75 euro.

Non si mangia affatto male e vale senz'altro una visita, ma forse, se non avesse alle spalle il nome...

Condividi la tua esperienza

Raccontarci le tue personali esperienze è fondamentale per permetterci di conoscerti sempre di più ed offrirti consigli su misura per te. ilmangione non è più un'esperienza statica, ma una potente Intelligenza Artificiale che impara a conoscerti partendo da quello che ti piace.