Locale enormemente famoso non solo per le guide ma...

Recensione di del 31/05/2005

Il Cantico Abbazia San Pietro in Valle

45 € Prezzo
9 Cucina
10 Ambiente
9 Servizio
Rapporto qualità/prezzo: Ottimo
Prezzo per persona bevande incluse: 45 €

Recensione

Locale enormemente famoso non solo per le guide ma anche per il quantitativo di recensioni che si possono trovare su internet.

La locazione è famosa, ci si trova a San Pietro in Valle, Ferentillo. Molto semplice da raggiungere dopo aver imboccato da Terni la Valnerina. Efficaci anche le segnalazioni lungo la strada.

Dopo tutti i ristoranti che ho frequentato questo è l'unico ad avermi sorpreso con una apparecchiatura originale e per una eleganza non standardizzata. Il tovagliato è di lino, ed ad un primo impatto l'apparecchiatura con i sottopiatti in wengè nero può richiamare toni giapponesizzanti da rivista di arredamento alla moda, osservando meglio invece traspare solo una fine e sobria eleganza che ben si sposa con l'ambiente circostante, infatti che i locali occupino lo spazio dell'ex refettorio del monastero è ugualmente già stato rimarcato.

Al nostro arrivo si sono immediatamente scusati dicendo che per quella sera avremmo avuto un menù deciso dallo chef perché l'idea era stata quella di spostare il giorno di chiusura per alcune prenotazioni avute, salvo poi non riuscire a farlo per lo stesso motivo. Perplessi ma non seccati abbiamo accettato la novità senza grosse remore, avremmo potuto infatti apprezzare ugualmente la tanto decantata perizia dello chef, senza incertezze o imbarazzi dovute alla scelta. Preferisco per questa volta elencare il dipanarsi dello chef test menù come ci è stato definito e passare solo dopo ai miei commenti.

Un benvenuto di favette alla ternana con pancetta, pomodoro e finocchietto
Sformato di cipolle e patate con salsa di pecorino vallo di nera
Orzotto con fagiolini, patate e pesto al dragoncello
Nudi agli spinaci con salsa di pomodoro
Maialino da latte in porchetta servito con patate e fagiolata al rosmarino di contorno.
Semifreddo ai fichi secchi con salsa al nocino

I vini che ci hanno proposto andavano dal Grechetto con il primo e i rossi dell'azienda La palazzola, anch'essa di Terni. Infine sempre della stessa azienda un Vendemmia Tardiva davvero notevole.
Dolcetti vari con il caffè (tutti doppi in modo da poterli assaggiare senza dividerli)
Non dimentichiamo il pane, ottimo quello normalissimo locale e i vari panini aromatizzati, quelli con lievito naturale, al farro, al pomodoro, alle olive ed al prosciutto, i più saporiti.

Costo 40 euro a testa.

La materia prima è curata in modo perfetto, ogni boccone è un'esplosione di sapori anche se con questa frase mi ritrovo ad usare espressioni più che scontate. Ciò che soprattutto colpisce da questo menù è la semplicità delle preparazioni. Non sono necessarie spume, bicchierini o decorazioni a ziqqrat per fare un grande ristorante.
La perfezione nella semplicità è una delle strade per l'alta cucina, non c'erano abbozzi nè sbavature pur senza un servizio professionale e impassibile. Insomma una fama meritatissima, un esempio per la ristorazione italiana al completo, anche se non mi aspetto che un simile rapporto qualità prezzo possa essere applicabile ovunque e soprattutto in città. Non è la sola peculiarità del locale.
Non penso serva una minuziosa descrizione o l'analisi "termonucleare del piatto" (cit.) per spiegare e descrivere le singole portate, è un locale dove viene spontaneo riporre penna e moleskine di appunti perché non si ha voglia di filtrare e centellinare l'esperienza, in questo caso l'immediatezza è preferibile.
Sto assumendo toni lirici e chiedo venia ma da casa debbo fare 330 km per trovare un posto simile, abbiate quindi pazienza, che finisca per scrivere un’ode in versi è umano. Il nocciolo della questione sta nel fatto che il sistema di riferimento in cui collocarlo non è quello dei ristoranti dei grandi chef italiani, non si possono fare paragoni con i grandi ristoranti di alta cucina, non avrebbe senso. Il problema è che questo viene ad essere necessariamente un punto di riferimento qualitativo per i ristoranti di fascia media e quindi un confronto disastroso per i più. Non ci sono nemmeno piatti più o meno riusciti, l'unico rammarico che posso avere è quello di non aver avuto una panoramica del normale menù proposto, ma spero di rimediare quanto prima.

Condividi la tua esperienza

Raccontarci le tue personali esperienze è fondamentale per permetterci di conoscerti sempre di più ed offrirti consigli su misura per te. ilmangione non è più un'esperienza statica, ma una potente Intelligenza Artificiale che impara a conoscerti partendo da quello che ti piace.