Essere a Dubai e non essere attratti da uno dei ri...

Recensione di del 30/11/2009

Al Muntaha

175 € Prezzo
8 Cucina
8 Ambiente
10 Servizio
Rapporto qualità/prezzo: Normale
Prezzo per persona bevande incluse: 175 €

Recensione

Essere a Dubai e non essere attratti da uno dei ristoranti dell’hotel a sette stelle più famoso del mondo? Praticamente impossibile per una “mente semplice” come la mia!
E quindi: prenotazione al ristorante Al Muntaha, che propone cucina europea francesizzante, posto al 27° piano di questo ultracelebrato albergo che viene chiamato comunemente “La Vela”. Ma che in arabo si chiama Burj Al Arab.
Albergo che per la verità mi ha un pizzico deluso; probabilmente perché, dopo averne sentito parlare in termini esagerati, chissà cosa mi aspettavo!
O forse non ho visto le camere, anzi le suite (visto che camere normali non ce ne sono), che, si dice, siano da mille e una notte.
Tornando all’ambiente del ristorante, è decisamente elegante; luci abbastanza soffuse; tavoli ben apparecchiati e distanziati tra di loro.
Personale di servizio elegante, misurato nei gesti, ossequioso senza esagerazioni ed efficiente.
Oltre ai vari piatti alla carta, era disponibile un menu degustazione da sei portate a circa 140 euro che salivano a 200 nella versione con completamento di caviale in tre delle sei portate.
Per accontentare il mio commensale, ho deciso di scegliere alla carta.
Saltati gli antipasti, ho ordinato una “vellutata” di cipolle, con dadini di foie gras e pezzettini di pane tostati.
Piatto che mi è stato “composto” al tavolo, versando la parte liquida nel piatto che conteneva pane e foie gras. Buona; forse più scenografica che di sostanza, ma comunque gradita.
Il secondo piatto era composto da capesante direi appena scottate con un accompagnamento di spinaci e, anche in questo caso, una parte croccante data da un paio di sottili lamelle di pane.
Ottima la materia prima; con le capesante che erano in realtà dei medaglioni ricavati da delle ”Coquilles Saint Jacques” che dovevano essere decisamente giganti!
Sicuramente il piatto che mi è piaciuto di più.

Soddisfatto della qualità di questi due piatti, e anche del pane e del piccolo benvenuto dalla cucina, ma ancora con un discreto appetito e soprattutto non particolarmente attratto dai dessert proposti, ho deciso di assaggiare il piatto di formaggi con cinque tipologie diverse.
Tutti molto buoni anche se in quantità “giusta giusta”.
Partendo dal meno stagionato a pasta molle (proveniente, se non ricordo male, dall’Inghilterra) fino all’erborinato spagnolo di capra, direi proprio che il mio palato ha gradito
Gradite anche e più di altre volte, le tre confetture di accompagnamento.

Per quanto riguarda la lista dei vini, è da segnalare un eccessivo (per me, non per gli sceicchi) ricarico su tutte le bottiglie. Mi riferisco alle poche, italiane in particolare, che conoscevo e che erano tutte oltre i cento euro.
Noi abbiamo ordinato due bicchieri: uno di Riesling e l’altro di Cabernet Sauvignon. Entrambi sudafricani ed entrambi buoni. Peccato che in totale costassero quasi come due bottiglie dello stesso vino se acquistate 24 ore prima a Durban.
Nel complesso una cena da ricordare per motivi più “turistici” che strettamente gastronomici.
Anche se, ripeto, i miei piatti erano tutti più che buoni.
Tanto è vero che il voto finale è stato influenzato dai giudizi non completamente soddisfatti, del mio commensale.
Il conto totale è stato di 1750 Dirham che equivalgono a circa 350 euro; 175 euro a testa.
Ho ritenuto comunque di considerare il rapporto qualità/prezzo normale.
Normale perché in un posto (e Dubai) del genere, con quattro Rolls Royce identiche bianche adibite a macchine di cortesia per i clienti, non si può certo pretendere di spendere come in qualche bella osteria italiana.

Condividi la tua esperienza

Raccontarci le tue personali esperienze è fondamentale per permetterci di conoscerti sempre di più ed offrirti consigli su misura per te. ilmangione non è più un'esperienza statica, ma una potente Intelligenza Artificiale che impara a conoscerti partendo da quello che ti piace.