In vacanza in Sardegna ci troviamo a Dorgali (NU) ...

Recensione di del 06/07/2007

Ispinigoli

38 € Prezzo
6 Cucina
3 Ambiente
6 Servizio
Rapporto qualità/prezzo: Normale
Prezzo per persona bevande incluse: 38 €

Recensione

In vacanza in Sardegna ci troviamo a Dorgali (NU) ad alloggiare in questo albergo con ristorante proprio nelle vicinanze della famosa grotta di Ispinigoli.
Il paesaggio è di una bellezza mozzafiato e data la stanchezza del viaggio e della giornata di mare e, soprattutto, tenendo conto di quanto di buono avevo letto ed ascoltato sulla cucina del ristorante annesso all’albergo, io e mia moglie decidiamo di rimanere a cena in albergo.

Dicevamo dello splendido paesaggio e lo si può godere appieno dalla terrazza del ristorante, ma è l’unica cosa che realmente ci affascina, il locale interno è dozzinale, scontato, in alcuni scorci addirittura squallido, con la radio in sottofondo e con illuminazione che farebbe sembrare spento e “malaticcio” anche un quadro di Leonardo da Vinci.

Ci accoglie il titolare, persona gentilissima e prodiga di informazioni sulla tipicità delle pietanze proposte nel menù, anche con alcuni spunti di simpatia veramente molto graditi.

Iniziamo con gli antipasti, Tammata Frue Salia per me ed Antipasto di Salumi Misti per mia moglie: nella norma i salumi ma io ho trovato la Tammata veramente spettacolare, il contrasto tra il pomodoro, dolcissimo, e questo formaggio di pecora cagliato fresco che gli viene grattugiato su rende questo piatto di una semplicità ma di un sapore incredibile, uno di quei sapori che mi ricorderanno sempre la Sardegna ed in particolare la ruvidezza e l’asprezza del Nuorese.

Nel mentre avevamo ordinato una brocca di Cannonau sfuso della Cantina Sociale Dorgali, essendo Dorgali la patria del Cannonau, ottimo.

Passiamo ai primi: Macarrones Furriaos al Profumo di Armidda e Zafferano, pasta fatta in casa “con il ferro” condita con zafferano e con l’armidda, una sorta di timo che cresce in zona, buona, molto gustosa anche se il gusto, a lungo andare, stanca un pochino e Macarrones de Punzu, anche questa fatta in casa lavorata con un canestro di fibre vegetali e condita con un ragù di maiale. Buona la pasta e veramente ottimo il ragù.

Come secondo abbiamo optato entrambi per il famosissimo Porcheddu Arrostu, qui ci sono da dire due parole su questa pietanza, servita riscaldata ma che è risultata incredibilmente tenera, molto saporita, cottura perfetta ma forse noi, nel nostro immaginario, avevamo enfatizzato ed esaltato il Porcheddu e, conseguentemente, come prima esperienza, dopo averlo gustato, abbiamo entrambi provato una strana commistione di piacere e di profonda delusione per quanto mangiato. Strano a spiegarsi ma è così.

In ultimo io ho voluto assaporare una Seadas che ho trovato buona ma non eccezionale, almeno non una di quelle che ti manda in visibilio ed abbiamo chiuso entrambi con caffè e mirto.

In complesso una buona cucina che però non ci ha per niente entusiasmato ed a far pendere l’ago della bilancia non dalla parte positriva è stato sicuramente il locale, che va sicuramente valutato in secondo piano rispetto alla cucina ma che, almeno per noi, ha la sua buona fetta di importanza nella valutazione di un locale.

Conto: € 78.

Voto: non rimarrà nei nostri “posti da ricordare” ma gli va data, senza ombra di dubbio e “ad honorem”, un’altra chance.

Condividi la tua esperienza

Raccontarci le tue personali esperienze è fondamentale per permetterci di conoscerti sempre di più ed offrirti consigli su misura per te. ilmangione non è più un'esperienza statica, ma una potente Intelligenza Artificiale che impara a conoscerti partendo da quello che ti piace.