Io e mia moglie, per una breve vacanza in Val d'Ao...

Recensione di del 21/06/2012

Les Caves

18 € Prezzo
5 Cucina
6 Ambiente
5 Servizio
Rapporto qualità/prezzo: Normale
Prezzo per persona bevande incluse: 18 €

Recensione

Io e mia moglie, per una breve vacanza in Val d'Aosta, abbiamo pianificato di alloggiare il primo giorno a Pont Saint Martin e quindi, dopo una mattinata trascorsa a visitare il bellissimo Castello di Issogne, ci siamo portati sulla statale che porta da Aosta ad Ivrea. Avevo naturalmente cercato ne ilmangione.it un ristorante che mi attirava, di cui non farò però il nome. Purtroppo venivamo investiti da un temporale fortissimo, che quasi impediva di vedere la strada. Arrivati comunque davanti al ristorante prescelto, vedevamo che però il locale era apparentemente chiuso, con tutte le luci spente e assolutamente nessun segno di presenze umane all'interno, nonostante non fossimo nel giorno indicato di chiusura. Siccome solo scendere dall'auto dava il diritto di partecipare all'edizione speciale di "Wet T-Shirt", decidevamo di soprassedere e di recarci in un altro ristorante che avevamo visto passando, tra l'altro distante solo poche centinaia di metri.

Eccoci quindi davanti al Les Caves di Donnas, con un parcheggio privato di fronte al locale, che si presenta esternamente come una grossa baita di montagna. Di fianco al ristorante una cantina enologica, da cui il nome. Entriamo e veniamo accolti da un signore che gentilmente ci informa che per pranzare dovevamo attendere qualche decina di minuti, ma nel frattempo potevamo accomodarci all'interno.
Il locale ci accoglie con un bancone di bar, infatti è diviso in due parti: a sinistra qualche tavolino per i clienti del bar e a destra, separato da un divisorio ligneo, il locale ristorante. La cucina si intravede dietro il bancone. L'aspetto è quello di una trattoria senza pretese, con un bel camino, e circa una trentina di posti. Sui tavoli sono appoggiate tovagliette di carta. Nell'attesa ci facciamo portare due aperitivi. Nel frattempo arrivano una decina di altri avventori. Dopo circa un quarto d'ora entra una signora che si rivelerà essere la cameriera ed a quel punto facciamo per primi le ordinazioni.

Per iniziare chiediamo un tagliere di salumi valdostani, comprensivo di lardo e della tipica moccetta. Vengo attirato da un primo, maltagliati di pasta integrale fatta in casa con salsiccia, e chiedo alla cameriera (essendo allergico al pomodoro) se il ragù fosse bianco o appunto condito con pomodoro.
Scusandosi mi diceva di lavorare in quel ristorante da poco tempo e quindi,
non conoscendo il piatto, andava a chiedere al cuoco. Tornava e con un gran sorriso mi rassicurava: niente pomodoro. Mia moglie saltava il primo e per secondo decidevamo tutti e due di provare lombata di maiale con miele e senape in grani. Per contorno due patate al forno. Da bere due bottigliette di acqua gasata ed un litro di naturale.

Nel frattempo ci portavano in tavola il pane di vari tipi e dei grissinoni molto buoni. Dopo un (bel) po' di tempo arriva il tagliere di affettati, dall'aspetto casalingo e di buona qualità, in particolare il lardo, servito su fettine di pane nero speziato (anice?), molto buono.
Terminato l'antipasto attendo i miei maltagliati, che arrivano al tavolo dopo un'altra discreta attesa. Porzione molto abbondante, ma ahimè pieni di pomodoro! Faccio presente di aver espressamente richiesto a tal riguardo e quale fosse stata la risposta. La cameriera scusandosi tornava col piatto in cucina e dopo un po' mi riferiva esserci stato un fraintendimento col cuoco(?). Se avessi voluto, mi avrebbe rifatto lo stesso piatto come richiesto in precedenza. Acconsentivo. Prima che il piatto tornasse al mio tavolo trascorrono altri quaranta minuti! Volevamo andarcene. Una volta arrivato si rivelava molto unto, con la pasta ben realizzata, ma nell'insieme era troppo sapido. Altra attesa e infine arrivano le lombate. Devo dire che la carne era davvero ben cotta e tenera mentre il sapore, molto particolare, non è stato di mio gradimento, ma questa è un'opinione soggettiva. Comunque "raschiato" col coltello il condimento, mangiavamo, accompagnondolo con le patate al forno.
Eravamo entrati con l'idea di farci anche un dolce, ma ci trovavamo lì da oltre due ore e quindi abbiamo rinunciato.
Due caffè chiudevano il pasto.

Spiace dare un giudizio non proprio positivo, oltretutto perchè il cuoco è anche venuto al nostro tavolo a scusarsi, però...
Comunque abbiamo visto anche altri commensali soddisfatti ed il conto è stato più che onesto. Forse siamo solo stati sfortunati.

Altre recensioni per "Les Caves "

Condividi la tua esperienza

Raccontarci le tue personali esperienze è fondamentale per permetterci di conoscerti sempre di più ed offrirti consigli su misura per te. ilmangione non è più un'esperienza statica, ma una potente Intelligenza Artificiale che impara a conoscerti partendo da quello che ti piace.