Dopo aver letto buone rece su TripAdvisor, ci siam...

Recensione di del 14/08/2011

Osteria Quattro Gatti

44 € Prezzo
5 Cucina
5 Ambiente
4 Servizio
Rapporto qualità/prezzo: Scarso
Prezzo per persona bevande incluse: 44 €

Recensione

Dopo aver letto buone rece su TripAdvisor, ci siamo lasciati tentare. Il ristorante si trova sulla strada principale di Dolceacqua, bel paesino medievale sopra Bordighera. Appena entrati, abbiamo attraversato una piccola saletta oscura per un fresco dehors molto semplice, con piastrellamento che ne sminuiva l'atmosfera.
Il servizio era composto dai due proprietari, suppongo, marito e moglie, figlia (forse) e dalla cuoca stessa che scammellava tra cucina e tavolata di fidanzamento (forse), rumorosa ed esigente. Se nella prima parte della serata eravamo soli nel dehors ed abbiamo quindi goduto dell'attenzione assoluta dei proprietari, una volta arrivata questa numerosa combriccola, siamo stati lasciati completamente a noi stessi. Il ristorante funziona a menu fisso, a 29 euro. Due tipi di antipasto, un primo, un secondo ed un dolce, bevande escluse.
Abbiamo ordinato un imbevibile bianco della casa, mezzo litro, sostituito subito con un prosecco buono e a buon prezzo (14 euro), di cui però non ricordo il nome. Acqua gassata a completare le bevande. Arriva il primo dei due antipasti, quattro gamberi quattro cotti ed impiattati, guarniti da molta insalatina insapore e guarniti da crema di aceto balsamico. Giudizio: scarsissima quantità, sapore neutro. Il secondo dei due antipasti arriva negli odiati piatti nouvelle cuisine, giganteschi e con dentro il nulla o quasi: pochissima zuppetta di nasello, uvetta passa e verdurine in un brodetto al curry abbastanza piccante. Il curry piccante ci ha attivato le papille gustative e, date le porzioni, abbiamo chiesto un bis di quest'ultimo antipasto. La quantità che ci è stata servita era addirittura dimezzata rispetto al piatto precedente, quindi pensavamo fosse un omaggio. Ci è stata invece conteggiata a 9 euro a cranio, facendo quindi salire di molto il conto finale.
I due primi, pasta fatta in casa con melanzane, zucchine e totani, erano invece molto abbondanti, ma lo scarso sugo la rendeva priva di sapore. Abbiamo chiesto del peperoncino per ravvivarla.
Un secondo era costituito da sampietro alla provenzale, con olive e capperi, senza infamia né lode sia per la freschezza del pesce che per la preparazione in sé. I miei due spiedini di calamari erano stati cotti nel suddetto brodetto al curry del secondo antipasto, rendendo quindi il pasto mono gusto, quasi faticoso.
Il dolce era di una nota azienda che rifornisce i ristoranti, un tortino al cioccolato, personalizzato da una salsina alla menta. Da 29 euro per due, quindi da 58 euro, si sono aggiunti 14 euro per il prosecco, e 18 euro per l'antipasto "extra", totalmente ingiustificati per la quantità di quest'ultimo. Il totale, 89 euro, ci è sembrato molto per un pasto anonimo, senza amore.

Condividi la tua esperienza

Raccontarci le tue personali esperienze è fondamentale per permetterci di conoscerti sempre di più ed offrirti consigli su misura per te. ilmangione non è più un'esperienza statica, ma una potente Intelligenza Artificiale che impara a conoscerti partendo da quello che ti piace.