Inizio questa recensione descrivendo lo splendido ...

Recensione di del 25/05/2008

Agriturismo L'Abetaia

25 € Prezzo
4 Cucina
4 Ambiente
5 Servizio
Rapporto qualità/prezzo: Scarso
Prezzo per persona bevande incluse: 25 €

Recensione

Inizio questa recensione descrivendo lo splendido contesto nel quale si trova quest’agriturismo immerso nel verde e circondato, così come si evince dal nome stesso dell’agriturismo, da boschi di abeti.

Siamo arrivati fin qui, io e mia moglie, in quanto siamo venuti a trovare un mio carissimo amico il quale ha avuto l’idea di andare a mangiare fuori nonostante il tempo non fosse dei migliori anche se devo dire che il clima uggioso faceva tanto “caratteristico”.

Veniamo fatti accomodare in una stanza, l’unica, già con due tavoli pieni, con un camino acceso e con un tipico arredamento da casa di montagna.
Gli antipasti sono già a tavola e l’acqua ed il vino, vino senza infamia e senza lode, ci vengono serviti non appena prendiamo posizione. A servirci è una signora dall’aspetto e dai modi abbastanza marziali, ma che comunque si è interessata per tutta la durata del pasto se le portate erano state di nostro gradimento.

Sul tavolo erano già presenti gli antipasti, serviti in un unico piatto centrale, e precisamente: uova sode tagliate a fettine, zucchine e melanzane in pastella, un fettina di polenta con marmellata di mirtilli, una bruschettina con pomodori ciliegini e uova sode ed un’altra con formaggio e noci.
Ci viene servito un ulteriore piatto con della pancetta e del salame leggermente piccante.
Fatta eccezione dei salumi, buoni, assolutamente nulla di entusiasmante.

Successivamente ci viene servito un piatto di polenta taragna, buona anche se un po’ pochina, infatti ci viene servita una seconda porzione che riesce in parte a soddisfare il nostro appetito, almeno il mio e quello del mio amico.

Sembra di essere in attesa del pezzo grosso, del colpo che darà un significato alla nostra visita ed invece ci viene servita della gallina la forno, cotta con carote e cipolle adagiata su di una spessa fetta di polenta, la gallina risulta secca anche se di buon sapore e la polenta che la accompagna rimane assolutamente anonima,
Il piatto in questione non raccoglie l’entusiasmo ed il beneplacito di nessuno dei commensali.

A questo punto, dopo una seconda porzione di gallina servita al mio amico, a dire la verità sempre con estrema gentilezza, ci viene chiesto se volevamo un assaggio di formaggio e alla nostra risposta affermativa ci vengono serviti dei tomini stagionati della Valsassina, da condire a piacere con olio e pepe. Personalmente è la cosa che più mi ha soddisfatto dell’intera giornata, stagionatura perfetta e sapore intenso ed avvolgente esaltato dal goccio d’olio e dalla leggerissima spolverata di pepe.
Il pane servito durante il pasto è stato di tipo industriale, anonimo anch’esso.

In chiusura ci vengono serviti dei biscottini, tipo torcelli, fatti in casa con una ciotolina di marsala all’uovo nella quale poterli bagnare ed un piatto con delle fette di torta di mele. Neanche i dolci riescono a dare un senso ed un perché a questa nostra giornata culinaria.
In ultimo il caffè, che tutto sembrava meno che caffè, ma sinceramente non riponevamo aspettative migliori tenuto conto della nostra regione di origine e della localizzazione geografica di questo agriturismo.

In attesa del conto, anche per stemperare un po’ la delusione ci siamo lanciati in svariate ipotesi di conto e, tenuto conto di cosa, di quanto, di come e di dove abbiamo mangiato ci siamo assestati su un’ipotesi al di sotto dei venti euro…invece, con nostro sommo stupore il conto è stato di 25 € a testa.
Ce ne siamo andati e, sinceramente, pensiamo di non tornare più.



Condividi la tua esperienza

Raccontarci le tue personali esperienze è fondamentale per permetterci di conoscerti sempre di più ed offrirti consigli su misura per te. ilmangione non è più un'esperienza statica, ma una potente Intelligenza Artificiale che impara a conoscerti partendo da quello che ti piace.