Posto curioso, per Crema. Alla fine arriverò a pen...

Recensione di del 11/03/2012

Pensiero Felice

27 € Prezzo
7 Cucina
9 Ambiente
8 Servizio
Rapporto qualità/prezzo: Buono
Prezzo per persona bevande incluse: 27 €

Recensione

Posto curioso, per Crema. Alla fine arriverò a pensare che merita senz'altro almeno una seconda visita, non foss'altro che per sciogliere alcune riserve su una parte degli abbinamenti: mancanze isolate, o una marcia in meno?

Molto gradevole l'ambiente. Per una volta, non capito nella solita similcascina, nè in una casa vecchia con pretese di eleganza.
Niente vetrina, porticina ristretta, saletta minima tutta giocata sui toni del marrone, dal sabbia a un bruno di Van Dyck, con pavimento forse in basalto? pietra lavica? ceramica? Riconosco di non saperla definire.
Comunque, piastrelloni opachi di color bruno rossiccio.
Arredamento tendenzialmente Kartell, sedie di plastica nere, tavolini con gamba in metacrilato trasparente e piano nero lucido, reggibottiglie a parete, insomma, un arredo minimalista che ricorda, nell'impostazione, alcuni ristoranti giapponesi, e qualcosa del vecchio Castiglioni nella scelta dell'atmosfera, fatta di toni bui e luci concentrate.Intimo, nonostante la freddezza delle scelte formali, elegante senza intimorire, raccolto. Mi piace.
Anche il menù, pur senza esondare in frivolezze ardite, offre qualche spunto di riflessione: tradizionale, questo sì, ma con qualche tocco di originalità. Quanto azzeccata, sarà però da vedersi.
Siamo un gruppo di sette persone, e ci orientiamo su sei primi piatti, tre tagliolini al nero di seppia con crema di sedano e pecorino e bottarga di muggine, e tre cappellacci di cernia, con pomodorini, capperi e olive taggiasche.
Curioso l'abbinamento pecorino/bottarga, forse un pò troppo prevalente il pecorino, la cui nota piccante combatte una ahimè vincente battaglia con la bottarga di muggine, con cui avrebbe invece dovuto stringere un'allenza, tipo Compromesso storico. Avrei maggiormente considerato una provola. Molto azzeccata la crema di sedano.
Per l'altro primo, è un piatto dal sapore deciso, ben equilibrato, saporoso e denso: eccellente.
Sui secondi, cinque, ci orientiamo su: capesante con bottarga, non assaggiate.
Coniglio disossato arrotolato con ripieno di verdure, piatto gradevole ma senza grida di entusiasmo, nonostante io sia stato portato all'ordine da una altrui recensione in altra guida.
Carpaccio di salmone con fragole. Ahimè, lo collocherei tra i "voglio ma non posso", oppure tra gli "ho sbagliato mira". Il salmone, affumicato, mal si lega al gusto delle fragole, un pò insipide, nonostante l'aceto balsamico. Forse, la scelta di un frutto più agretto, che so, i lamponi, sarebbe stato di maggiore effetto. E, inoltre, avrei usato il salmone fresco, e non quello affumicato, in modo da maggiormente legare le note dolci.
Controfiletto di manzo, non assaggiato, piatto elaborato di cui non ricordo la composizione. E' stato gradito.
Salva dorato: quadratini di salva cremasco, formaggio veramente intrigante tipicamente locale, prima infarinato, poi passato nell'uovo, poi nella farina di mais e pan grattato, quindi fritto in olio di semi.
Cinque dessert: un ananas, un calice di fagole, tre "dolci di Flo", semifreddo con salsa di cioccolato caldo, dimenticabile, anche se discreto.
Due caffè alla moka, buoni, una tisana, una liquirizia, due bottiglie d'acqua e tre mezze bottiglie di un eccellente Gewurtztraminer. Nota curiosa: la mezza bottiglia è stata una scelta economica: la bottiglia intera esisteva solo nella versione "riserva", a 30 euro, mentre le mezze bottiglie, in versione "normale" peraltro veramente eccellente, venivano 10 euro cadauna. Totale 187 euro, complessivamente molto ben spesi.
Ultima nota sul servizio: gentile, non invadente, una corretta attesa per i primi, a sottolineare il carattere espresso dei piatti, eccellente assitenza nella descrizione del vino.

Condividi la tua esperienza

Raccontarci le tue personali esperienze è fondamentale per permetterci di conoscerti sempre di più ed offrirti consigli su misura per te. ilmangione non è più un'esperienza statica, ma una potente Intelligenza Artificiale che impara a conoscerti partendo da quello che ti piace.