Trovandomi a Brescia per lavoro, insieme a due col...

Recensione di del 01/08/2007

Osteria La Murra

35 € Prezzo
8 Cucina
8 Ambiente
8 Servizio
Rapporto qualità/prezzo: Buono
Prezzo per persona bevande incluse: 35 €

Recensione

Trovandomi a Brescia per lavoro, insieme a due colleghi, ci balena nella mente la possibilità di andare a cena nei dintorni per scaricare le tensioni accumulate nella giornata.
Per onestà bisogna ammettere che la nostra scelta era caduta su un agriturismo del quale non ricordo più il nome ma che ci siamo ripromessi di “andare a trovare” la prossima volta in quanto la serata in questione era il suo giorno di chiusura.
In alternativa ci viene consigliato, dallo stesso ristoratore in chiusura, questo locale che si trova a Meano con Corzano.

L’impatto è subito piacevolissimo, fatta eccezione per la vicinanza ad una strada, non trafficata tanto da dare effettivamente fastidio.
L’ambiente è molto curato, dalla corte esterna ad un piano sopraelevato, con travi in legno, che ci viene detto viene utilizzato in caso di maltempo e che sembra molto bello.

Molto curata la “mise en place” dei tavoli e piacevolissimo l’ambiente che sono riusciti a creare con profusione di candele e di vegetazione ma tutto molto molto appagante e rilassante, allo stesso tempo riesce ad essere fine, elegante e molto intimo.
Passiamo alle portate.

Come entrée ci viene servito una specie di gnocco fritto, di dimensioni ridotte, accompagnato da speck e fichi con una decorazione di paté d’olive nere.
Bellissima da vedere la portata e spettacolare accostamento di sapori, colpisce subito la fragranza ed il sapore delle materie utilizzate ed una ricercatezza nel presentarle non comune.

Nel contempo ci viene portato il cestino del pane che conta un’interessante varietà, tutte assaggiate e tutte meritevoli di apprezzamento, in particolare: focaccia al rosmarino, focaccia al pomodorino, gnocchi fritti di cui sopra, due diverse varietà di pane e dei grissini veramente squisiti, detto da me che non sopporto i grissini…

Come vino scelgo uno Chardonnay “La fuga” di Donnafugata, scelta che si rivela perfetta e che viene molto apprezzata dai commensali tanto che alla fine della cena le bottiglie saranno due.

Come antipasti, optiamo per uno sformato di zucchine su salsa calda di parmigiano e su di una tartara di tonno rosso.
Lo sformato è stato qualcosa di eccezionale, tre sformatini (con poggiati sulla parte superiore rispettivamente zucchine, pomodorini e germogli di soia) a loro volta poggiati su questa incredibilmente buona salsa calda di parmigiano. Ha riscosso il plauso di tutti.
Ottima anche la tartara di tonno, servita con delle verdure a crudo e sposata magnificamente con dei capperi che ne esaltavano il delicatissimo sapore.
C’è da dire che noi avevamo ordinato due antipasti ma per errore ci sono stati portati due sformati di zucchine, oltre alla tartara, dei quali uno ci è stato gentilmente offerto

Come primo in due abbiamo deciso per un risotto al salto con salsiccia, rosmarino e verdurine, il terzo per una vellutata di zucca con lupini di mare e pomodorini.
Sempre molto bella da vedere la portata e piacevole il sapore, anche se forse un po’ lontano dai gusti che preferisco. Sembra che anche la vellutata abbia soddisfatto chi l’ha assaporata.

Passiamo ai dolci, i mie due commensali decidono per un cannolo siciliano accompagnato da una granita al caffè, io per uno spumone al cioccolato bianco e nero con amarene sciroppate e panna montata. Unica pecca della serata il cannolo siciliano, la ricotta è parsa un po’ acida e la granita troppo dolce… peccato, invece ottimo lo spumone, splendidamente abbinato con le amarene, entrambi i dolci, comunque, splendidamente serviti.
In chiusura di questa piacevolissima serata, tre caffè e tre bicchierini di liquore alla liquirizia, offerti dal simpaticissimo titolare per l’attesa, peraltro non esageratissima, per i dolci.

In conclusione un gran bel posto, curato in tutto, per passare una serata in un’atmosfera fine, elegante ed allo stesso tempo molto rilassante, accompagnati da una cucina particolare, estrosa ma attenta alle materie prime ed a non stravolgerne i sapori, il tutto sempre elegantemente adagiato nel piatto ed elegantemente servito.
Conto: 105 euro.
Voto: promosso, peccato per il cannolo…, e da riprovare con una compagnia più romantica.

Condividi la tua esperienza

Raccontarci le tue personali esperienze è fondamentale per permetterci di conoscerti sempre di più ed offrirti consigli su misura per te. ilmangione non è più un'esperienza statica, ma una potente Intelligenza Artificiale che impara a conoscerti partendo da quello che ti piace.