Dopo tre mesi d'attesa, siamo finalmente riusciti ...

Recensione di del 10/05/2006

D'O

65 € Prezzo
9 Cucina
8 Ambiente
8 Servizio
Rapporto qualità/prezzo: Ottimo
Prezzo per persona bevande incluse: 65 €

Recensione

Dopo tre mesi d'attesa, siamo finalmente riusciti ad andare al "mitico" D'o:locale semplice sia esternamente che all'interno, insegna che quasi non la vedi, pochi tavoli apparecchiati con i piatti ideati e disegnati dal patron Davide Oldani, diversi a seconda del cibo che devono contenere (per zuppe, minestre e simili il fondo del piatto è inclinato, così da non lasciarne neanche un residuo minimo!).

Essendo noi in numero superiore a cinque, Davide ci ha suggerito di uniformare la scelta dei piatti, su alcune sue proposte. La cosa lì per lì ci ha lasciati un po' perplessi ma, dopo aver visto la cucina, abbiamo capito il motivo: ha delle dimensioni davvero minime.

Le proposte che Davide ci ha fatto si sono rivelate, comunque, eccellenti. Abbiamo iniziato con la sua proverbiale cipolla caramellata su salsa calda di parmigiano e gelato di parmigiano in accompagnamento: sublime, e quel contrasto caldo-freddo..!
Su consiglio del sommelier, l'abbiamo abbinata ad un Franciacorta Saten '99 di Contadi Castaldi, mentre primi e secondi sono stati accompagnati da un ottimo Valtellina Superiore Mazer '02 di Nino Negri.
Uno dei commensali alla cipolla caramellata ha preferito una scapece di verdure con gambero al vapore in brodo di agrumi speziato, pare molto buona.

A seguire, uno straordinario risotto con pane, pepe nero e Marsala, di cottura perfetta, equilibratissimo nel sapore, per il quale è stato utilizzato un riso Carnaroli stagionato tre anni. Un rustin negà rivisitato, senza soffritto nè panna, con salsa di latte ridotto.

A questo punto avevamo tutti la curiosità di vedere il menu, cosa che ha ulteriormente stimolato la fame di alcuni. Così, con grande disponibilità della cucina e rapidità del servizio, sono arrivati in tavola chicche al pane, bottarga di tonno e lampascioni in composta (una vera bontà!), orzo mantecato con "trippetta" di pesce (ovvero guancetta di baccalà) allo zenzero,gustosissimo, e "attributi del toro", proprio quelli! con senape in grani ed erbette.

Dulcis in fundo,i desserts: legume dolce e soffice, una sorta di babà, con mascarpone al rhum; chibouste al cioccolato (tipo tortino morbido la cui superficie è leggermente caramellata); fragole al vino rosso, basilico e ricotta al cucchiaio.
Il tutto innaffiato da un ottimo Vino Santo trentino del '95 dell'Azienda Agricola Pisoni.
Inutile dirlo, siamo già in lista d'attesa per ottobre!

Altre recensioni per "D'O"

Condividi la tua esperienza

Raccontarci le tue personali esperienze è fondamentale per permetterci di conoscerti sempre di più ed offrirti consigli su misura per te. ilmangione non è più un'esperienza statica, ma una potente Intelligenza Artificiale che impara a conoscerti partendo da quello che ti piace.