Como non è solo lago e turismo multilingua, ma anc...

Recensione di del 29/03/2012

Crotto del Sergente

63 € Prezzo
8 Cucina
8 Ambiente
8 Servizio
Rapporto qualità/prezzo: Buono
Prezzo per persona bevande incluse: 63 €

Recensione

Como non è solo lago e turismo multilingua, ma anche piccoli saliscendi e stradine che ti conducono in angoli sperduti dove è possibile scovare ottimi ritrovi. È così che puoi giungere al Crotto del Sergente, osteria che abbraccia la filosofia Slow Food e propone prodotti di stagione, piatti tradizionali e rivisitati, ben studiati e presentati, dove gusto e qualità non mancano.
Piacevoli le sale, tra mattoni a vista, scaffali colmi di bottiglie di vino, simpatici e caratteristici soprammobili. La mise en place è semplice e perfettamente in tono con l’ambiente e la cordialità dello staff.

Al tavolo troviamo il rustico e simpatico cestino dei pani con teneri bocconcini e croccanti grissini.
Il vino che accompagna la degustazione è un Rainoldi Rosso di Valtellina doc 2010, leggero e fruttato, accostabile sia alle proposte di terra che di mare.

Apriamo col primo antipasto, uno sfizioso sformato caldo croccante alle verdure e tomino piemontese con marmellata di peperoni. La vivace lingua di marmellata è dolciastra, calda ed ha un gusto intenso ed avvolgente, il tortino ha una morbida consistenza e lascia ben percepire l’aroma di formaggio. Guarniscono e “rinfrescano” il piatto insalatina, pomodorino e ravanello a fette.
La lombatina di coniglio panato ai pistacchi di Bronte con riduzione all’aceto balsamico ha una panatura croccante e dolciastra, in cui ben si distinguono le piccole pepite di frutta secca. La carne è tenerissima e saporita, dal gusto delicato. Alla base del piatto ben guarniscono verdure bollite, ad intervallare i bocconcini di coniglio.
Segue un ottimo carpaccio di trota salmonata affumicata con insalatina di sedano e finocchio e salsa di focaccia. Piatto molto fresco, incoronato da un ciuffo di germogli alfa-alfa che danno un piacevole accento crunch. Delicata l’affumicatura del pesce dal gusto piacevolmente intenso, che incontra alla sua base la cremosa salsa, ottenuta facendo cuocere la focaccia nel brodo, fino a ridurla in purea.

Passiamo ai primi col risotto mantecato al radicchio tardivo e fatulì, formaggella di capra affumicata: ottima e molto cremosa la mantecatura, il formaggio conferisce un profumo intenso ed un sapore deciso grazie al suo tono affumicato. Non da ultimo colpisce il bel colore violaceo acceso della verdura percepibile anche al boccone, con la sua consistenza leggermente croccante.
I tagliolini freschi con missoltino di lago, crema di zucchine e aglio orsino giocano sul contrasto dolce-sapido delle verdurine fresche ed in forma di salsa da una parte ed il pesce, intenso e concentrato, dall’altra. Questo dualismo ben equilibra i toni del piatto esaltando il tagliolino, che scorre piacevolmente tra sapore di mare e vegetale, impreziosito dall’erba di aglio, decisamente più delicata ed “innocua” dell’omonima pianta.
La zuppa di cicerchie con carciofi freschi è corposa, densa e cremosa. La base, poco sapida, esalta il carciofo che dà una sferzata di sapore, lasciando persistente il suo aroma sul palato. All’interno della zuppa troviamo fette di pane ammorbidito ad arricchirne la consistenza.

Il collo di maialino da latte cotto a bassa temperatura con senape e polvere di caffè ha una carne tenerissima, grazie alla cottura sottovuoto a 65-68° per ben 12 ore, mentre la doratura della pelle viene data all’ultimo momento in padella. Il piatto è servito con una riduzione di senape e timida spolverata di caffè su una dolciastra base di erbette.
Il "larioburgher" di pesce di lago con crostino di patate e uovo di quaglia ci fa per un istante visualizzare l’immagine di un fast-food. Niente di tutto questo, trattasi di uno squisito mix di pesce di lago: persico, lavarello, cavedano, farciti con un passato di verdure. Sul letto del lago vi è una squisita crema ottenuta dalla lavorazione dell’aglio orsino (aglio selvatico di cui si utilizzano le foglie) e panna, mentre incorona il burger un morbido e croccante tortino di patate su cui riposa un ovetto di quaglia e freschi germogli.
La suprema di faraona ripiena al profumo di tartufo con barba di frate e salsa al Vin Santo è gustosa, buono il tono della sua sapidità e tenerissima nel ripieno. Questo è composto da faraona frullata con il pan carré (bagnato in precedenza nel latte), frutta secca, spezie e petto di pollo e tacchino. Anche qui si utilizza la cottura a bassa temperatura in forno, sottovuoto, terminandola poi in padella per la rosolatura. La salsina alla base è dolciastra, una riduzione al Passito. Completano sfiziosi ciuffi di barba di frate, ottimi per la loro aromaticità.

Un Gewürztraminer passito 2007 Schreckbichl Colterenzio ci annuncia l’arrivo di una scenografica tavolozza di dolci, composta da focaccia al cioccolato, bavarese alle castagne, aspic di frutti di bosco, spuma di banane, sorbetto ai lamponi.
La bavarese è piacevole, un po’ timido il sentore di castagna,
mentre la focaccia al cioccolato è delicata e lascia ben assaporare il suo bruno tono di cacao. L’aspic è composto da lamponi, more e mirtilli e gelatina al Moscato, fresca idea a metà tra frutta e dessert, caratterizzata dal dualismo dolce-aspro di vino e frutta. La morbidissima spuma ha un goloso fondo di amaretti bagnati nel liquore e gocce di cioccolato che regalano attimi croccanti, accompagnata da una morbida crema alla vaniglia. Nel cuore del piatto, il semplice sorbetto ai lamponi custodito dai suoi frutti ci delizia per la sua genuina freschezza.
Ebbri di dolcezza, chiudiamo con un buon caffè.

Ottima accoglienza questa sera al Crotto del Sergente, locale tipico e curato, informale e molto confortevole. Servizio attento e rapido, piatti ben studiati e idee ricercate e mai banali. La buona mano di Massimo sul finale goloso non fa che confermarci che questo locale è un’ottima idea se siete di passaggio dalle parti di Como.

Condividi la tua esperienza

Raccontarci le tue personali esperienze è fondamentale per permetterci di conoscerti sempre di più ed offrirti consigli su misura per te. ilmangione non è più un'esperienza statica, ma una potente Intelligenza Artificiale che impara a conoscerti partendo da quello che ti piace.