Abbiamo deciso di trascorrere un week end in quest...

Recensione di del 07/09/2008

Lou Bequet

30 € Prezzo
10 Cucina
8 Ambiente
8 Servizio
Rapporto qualità/prezzo: Ottimo
Prezzo per persona bevande incluse: 30 €

Recensione

Abbiamo deciso di trascorrere un week end in questa splendida regione. Il tempo ci è stato amico, ora però si deve tornare a casa e vorremmo congedarci dalla Valle d'Aosta con uno squisito ricordo gastronomico.
Il paese, Cogne, è incantevole. Immerso tra le vette più alte delle Alpi, fa capire quanto bella sia la nostra Italia. Ed ecco un indirizzo davvero da tenere presente per gli amici dl Mangione. Appena superato il cartello di Cogne, poche centinaia di metri sulla destra troviamo questo ristorantino. L'ubicazione è deliziosa: possiamo mangiare affacciati su un'ampia finestra davanti al paesaggio dominato dal Monte Bianco. La vera difficoltà è il parcheggio, dato che quello del ristorante offre posto per poche automobili.

Entriamo, siamo tre persone, e già colpisce la calorosa accoglienza dei proprietari, tutti una famiglia, socievole e garbata. Prendiamo posto davanti alla finestra panoramica. Il menù si divide in due parti: una la troviamo sulla carta, l'altra su una lavagna scritta con del gesso bianco. La scelta è imbarazzante: decine di portare per gli antipasti, per i primi piatti e per i secondi.
Con qualcosa dobbiamo iniziare e, non conoscendo tutte le portate tipicamente valdostane, optiamo per misti di affettati e formaggi. Sembra una scelta banale, ma la presentazione è già di per sé estremamente graziosa: appoggiati su vassoi e piatti rigorosamente in legno troviamo un'infinità di salumi, tra cui spiccano senza dubbio il lardo valdostano, invecchiato tra le erbe alpine, e il salame di capra sanguinaccio, con uno spiccato aroma di cannella. Non da meno i formaggi: un vero carosello di varietà del luogo accompagnate da due marmellate, di arance amare e di fichi.
Decidiamo di innaffiare tanta abbondanza di sapori con dell'ottimo Pinot Gris.

Per i primi piatti è d'obbligo qualcosa con la polenta: ed ecco sfornate ben calde porzioni di polenta alla valdostana, dove il formaggio fuso si mescola alla perfezione con la farina di granturco. Le porzioni abbondanti ci indurrebbero a fermarci, ma la qualità del cibo ci spinge a proseguire e... si sa: uccide più la gola che la spada!
Come secondi arrivano quindi delle costolette di cervo ai mirtilli impareggiabili e del cinghiale ben cotto agli aromi naturali.

La scelta è stata volutamente tradizionale, ma già ci diamo appuntamento alla prossima volta per assaggiare anche piatti a noi sconosciuti. Da segnalare un roast beef di manzo con salsa di bagna cauda.
Per dessert proviamo la tagliata di pesche con caramello e salsa al cioccolato: divina! Infine con i caffè, il Genepy stravecchio e delle grappe aromatizzate al miele.

Il prezzo è un'altra gradita sorpresa: in tre, solo 89 euro.
Davvero una locale meritevole di attenzione per tutti i nostri associati.

Condividi la tua esperienza

Raccontarci le tue personali esperienze è fondamentale per permetterci di conoscerti sempre di più ed offrirti consigli su misura per te. ilmangione non è più un'esperienza statica, ma una potente Intelligenza Artificiale che impara a conoscerti partendo da quello che ti piace.