Sorge e s'erge sul colmo del Montorfano una delle ...

Recensione di del 27/03/2011

Genuisì

45 € Prezzo
8 Cucina
8 Ambiente
8 Servizio
Rapporto qualità/prezzo: Ottimo
Prezzo per persona bevande incluse: 45 €

Recensione

Sorge e s'erge sul colmo del Montorfano una delle trattorie da noi preferite, il Geniusì. Sovente imbocchiamo la stretta e ripida strada che da Cocccaglio porta alla sommità del monte, dove in un piccolo "altipiano" v'è ubicato il bianco caseggiato che ospita il ristorante. La posizione è molto suggestiva: una panoramica a tutto campo sulla porzione di bassa bresciana che si estende davanti al monte e dietro si ammira un ampio squarcio di Franciacorta; Erbusco in primo piano ed in lontananza il lago d'Iseo.
Diversi i motivi che ci spingono a cenare, o pranzare, al Genuisì: indubbiamente la cucina, molto semplice e casareccia ma di grande qualità sicura e costante, la grande carta dei vini con una selezione di Champagne degna d'uno stellato ma con un ottimo rapporto qualità/prezzo, la suggestiva posizione, come fresco rifugio nelle lunghe e calde giornate estive in cui la pianura è attanagliata dalla canicola, ultimo e non da ultimo per la professionalità e gentilezza con cui i titolari, coadiuvati da un valido staff, gestiscono il locale.
Stasera varchiamo la soglia del Genuisì senza in tasca una prenotazione ma gentilmente e tempestivamente la moglie dell'oste, ci accoglie e ci prepara un tavolo nella prima e principale sala da pranzo, dalla quale si può accedere ad alcune salette molto più intime e riservate.
L'ambiente è caldo e accogliente, soffito in legno, pareti a pietra a vista; alcuni mobili di servizio e parecchie scatole da vino in legno arredano la stanza. I tavoli son giustamente distanziati per non infastidire e non essere infastiditi, la mise en place è semplice ma posta con evidente attenzione.
Il menu è espresso a voce dal preparato cameriere.

Per la cena odierna optiamo per gli antipasti della casa ed il filetto alla brace con le sue patate al forno. Per il bere mi affido al titolare che mi propone un'ottima bollicina francese: Champagne Brut Cuvèe Tradition della maison H. Goutorbe. Uvaggio: Pinot meunier, Pinot noir e Chardonnay. Nel bicchiere colore gilallo finemente ambrato, perlage persistente. Al naso forti sentori di pasticceria e crosta di pane. In bocca prorompente, elegante e molto pieno quasi ad alterare la percezione della consistenza del liquido.
Inutile che mi dilunghi sulla descrizione dei piatti, l'antipasto è composto da prosciutto crudo, coppa, salame, pancetta ed alcuni sottaceti e sott'oli. Lodevole invece la materia prima impiegata: ottimi gli insaccati, freschi, buoni e ben affettati.
Sulla stessa linea il filetto: "croccante" l'esterno e morbidissimo il sanguinolento interno. Gustosa e tenera al palato. Piemontese l'origine della carne acquietata dal vicino ed affidabile macellaio.
Un caldo tortino di mele, accompagnato dal suo gelato ed un generoso calice di moscato passito chiudono la cena.
Caffè ed il conto sempre onestissimo, 90 € di cui 40 € per la cantina.
Locale che riteniamo essere uno dei migliori nel suo genere e che consigliamo vivamente.

Matteo Festa e Patrizia Loda

Condividi la tua esperienza

Raccontarci le tue personali esperienze è fondamentale per permetterci di conoscerti sempre di più ed offrirti consigli su misura per te. ilmangione non è più un'esperienza statica, ma una potente Intelligenza Artificiale che impara a conoscerti partendo da quello che ti piace.