Siamo in viaggio da un paio d'ore e decidiamo di u...

Recensione di del 30/03/2009

Osteria La Solita Zuppa

40 € Prezzo
8 Cucina
8 Ambiente
8 Servizio
Rapporto qualità/prezzo: Ottimo
Prezzo per persona bevande incluse: 40 €

Recensione

Siamo in viaggio da un paio d'ore e decidiamo di uscire per cenare, Roma è ancora distante. Seguendo i consigli de ilmangione.it scegliamo un ristorante a Chiusi: la Solita Zuppa. Una parola sola per descrivere l'impegno dei due gestori, Roberto e Luana: passione. Simpatici, davvero tanto, calorosi, amichevoli, ma mai troppo.
Decidiamo di provare le specialità della casa e ci fidiamo dei consigli di Luana.
Antipasti con lampredotto e fegatini. Il lampredotto, parte nobile della trippa, servito tiepido non si presenta bene, ma è comunque gustoso. Molto meglio i bocconcini di fegatini al pomodoro, con salsa verde. Come dice il gestore: "per capire dove siete".
D'accompagnamento un "Rosa" (Sangiovese rimasto pochissimo sulle bucce). E' un Ceraso di Panizzi di San Gimignano.

Il mio "complice" giudica ottima la zuppa di cipolle, servita in un rustico cocottino. Io invece giudico "proprio ottimi" i pici all'aglione. Pici freschissimi, fatti ovviamente in casa, molto ben preparati.
Questa volta il gestore, Roby, ci propone un vino della casa. E' sempre lui a proporre i vini. Per una questione di costi ci spiegherà poi. Anche se è lui a versarci i vini, i calici sono fin troppo generosi. Per il vino della casa ci serve una brocca da 0,75 l che noi non riusciamo nemmeno a dimezzare. Come ogni volta che mi propongono il vino della casa sono sempre dubbioso. La paura di avanzi di bottiglie, vini tagliati e altre idee dei gestori, non mi lasciano tranquillo, ma questa volta tendo a dar fiducia al ristoratore. Fiducia ripagata. Rosso di Montalcino (mica paglietta aggiungo io) che il Ristorante acquista ad ettolitri e conserva in cantina. Ci accompagna poi in un giretto della cantina stessa ed effettivamente le botti di Rosso di Montalcino sono numerose. Il Rosso precede il secondo.

Carpaccio di Chianina al forno a legna con contorni di purè e cardi, entrambi in cocotte e ben preparati. La Chianina davvero squisita. Non la solita bisteccona che ti riempie gli occhi, ma un vero e proprio carpaccio di filetto, lasciato nel forno a legna per un'ora, aromatizzato negli ultimi minuti con odori di rosmarino ed alloro. Tenerissima, gustosa, una vera delizia.

Siamo satolli, e decidiamo di chiudere con un sorbetto dissetante. Pompelmo rosa per me, arance rosse per il mio amico. Appena fatti, freschi, gusto gradevole.
Qui Roby gioca il jolly ! Lo vedo che stappa, vero che il vino lo serve e lo sceglie lui, ma ha stappato sia questo che il rosa per il primo, e il Rosso era una brocca intera, un moscato. "Solito" megacalice, tanto non guido io pensavo, e il profumo già che si diffonde. Eccezionale, semplicemente eccezionale. Dolce come un fragolino bianco, frizzante come uno spumante.
Nelle prossime settimane andrò sicuramente a cercare questo Saracco, moscato di Castiglion Tinella.
Caffè con un assaggio di panna appena fatta, chicchi di cioccolato e via con il toto-conto. Per quanto abbiamo mangiato ci aspettiamo un discreto importo, ma qui abbiamo l'ennesima sorpresa positiva: 40 € a cranio per aver mangiato, davvero bene e sicuramente generosamente, in un posto carino, accogliente ed
in compagnia di due delizioni padroni di casa. Roby e Lu.

Condividi la tua esperienza

Raccontarci le tue personali esperienze è fondamentale per permetterci di conoscerti sempre di più ed offrirti consigli su misura per te. ilmangione non è più un'esperienza statica, ma una potente Intelligenza Artificiale che impara a conoscerti partendo da quello che ti piace.