La magia di Daniel Facen e il suo staff. Era da un...

Recensione di del 17/06/2011

Anteprima

135 € Prezzo
10 Cucina
10 Ambiente
10 Servizio
Rapporto qualità/prezzo: Ottimo
Prezzo per persona bevande incluse: 135 €

Recensione

La magia di Daniel Facen e il suo staff. Era da un po’ che aspettavamo l’occasione giusta per scoprire il ristorante Anteprima di Chiuduno. Dopo aver letto splendide recensioni non potevamo farci mancare questo ristorante nel nostro “palmarès” enogastronomico. La cordialità del benvenuto e la bellezza della sala ci sorprendono. Siamo in cinque e decidiamo di affidarci ai consigli di Carlo Pierato, direttore di Anteprima.

Be happy 2011.
Hamburger farcito con tartare di tonno accompagnato da patatine al foie gras e un drink walky-cup fatto con vodka-tonic, ghiaccio alla fragola. Sopra c’è una spuma di menta, lemon-grass, zenzero e lime. Il concetto è quello del fast-food a menu completo con sorpresa costituita da figurine adesive con le foto dei piatti e del locale. Aperitivo perfetto, divertente e fresco.

Prosciutto e melone 2005.
Acqua di melone addensata per reazione fra cloruro di calcio e alginato di sodio con all’interno un cubetto di prosciutto di Parma. Da quello che abbiamo letto, uno dei simboli della cucina creativa di Daniel Facen.

Nell’orto 2011.
Piatto vegetale con esaltazione naturale delle verdure. Piselli sferificati che ricordano fortemente il profumo del baccello fresco, carote cotte in acqua di carote, finocchi cotti in acqua di finocchi, rabarbaro cotto in acqua di rabarbaro così come i cipollotti, barbabietola disidratata, fagioli borlotti e gelatina di balsamico. Alla base della ciotolina viene rappresentata la terra dell’orto con una polvere di fagioli borlotti. La tecnica ai massimi livelli, i sapori dei singoli ingredienti vengono esaltati. Piatto colorato, diverse consistenze. Buonissimo.

Brezza 2011.
Il nome brezza deriva da una parte fresca del piatto costituita da una sfera ghiacciata di acqua di ostriche e limone che va spaccata e messa sull’insalata per rafforzare il gusto di mare. L’insalata è composta da pane sbriciolato al miele, ostriche Tsarskaya, corallo di capesante, anguilla gratinata alle erbe, bruscandoli e un cucchiaino di salsa al peperone dolce che serve da condimento.
Geniale, l’ostrica è protagonista assoluta, la sfera ghiacciata con la foglia d’oro dona una freschezza indescrivibile. Il nome del piatto è azzeccatissimo.

Illusione 2010.
Cuscino contenente un profumo di tartufo che si percepisce quando viene forato al tavolo. Questo profumo accompagna un piatto servito sopra al cuscino che contiene una salsa di anemoni di mare, gelatina di calamari, raviolo croccante alla carota farcito al caviale, pane solido al Campari e croccante di erbe e fiori. Concettuale, divertente, il profumo del tartufo è persistente e dà un tocco di classe al raviolo. Si sposa perfettamente con l’amarognolo del pane al Campari. Equilibrio stupefacente.

Sfera 2009.
Sfera croccante al mango che contiene un parfait di foie gras, ciliegie cotte in un Tokaj alsaziano, distillato di terra e salsa alle ciliegie. È un piatto che gioca sul contrasto fra il morbido e il croccante, ci consigliano quindi di rompere in piccoli pezzi la sfera. La dolcezza delle ciliegie, la croccantezza del mango e la morbidezza del foie gras rendono Sfera indimenticabile.

Zuppetta di pesci e crostacei profumata al basilico con tagliatelle alla farina di carruba saltate all’olio di olive Pianogrillo. Altro piatto straordinario nella sua semplicità: scampi, gamberi rossi, capesante... ricco ricco ricco e buonissimo.

Filetto di rombo cotto nei cedri di Costiera Amalfitana con crema di patate viola, capperi di Pantelleria e finocchietto. Inutile dire che l’eccellenza della materia prima è un must dell’Anteprima.

Spuma di pesche con gelato allo Champagne.
Pre dessert, per rinfrescarci.
Dark and Gold 2011.
Acqua di cioccolato sgrassato, more alle more, gelatina alla menta, meringa e pistacchi sbriciolati, salsa al caramello e allo yogurt, foglia d’oro
Conclusione all’altezza della cena, una goduria assoluta.

Vini: Terre di Franciacorta Bianco DOC “Uccellanda” 2000 Bellavista; Fiano d’Avellino DOCG “Exultet” 2009 Quintodecimo; Sauternes Chateau Riussec 2005.
Una delle migliori cene degli ultimi anni in assoluto.
Dopo essere stati da Cracco, Trussardi, Dal Pescatore, Uliassi, Villa Crespi e Osteria Francescana, Daniel Facen e il suo staff ci hanno stupito facendoci trascorrere una serata unica. Professionalità, cordialità, tecnica, passione ed eleganza. Un’entusiasmante scoperta!

Condividi la tua esperienza

Raccontarci le tue personali esperienze è fondamentale per permetterci di conoscerti sempre di più ed offrirti consigli su misura per te. ilmangione non è più un'esperienza statica, ma una potente Intelligenza Artificiale che impara a conoscerti partendo da quello che ti piace.