Il locale.
Ci è stato consigliato da alcuni a...

Recensione di del 15/06/2007

Dalla Dina

42 € Prezzo
5 Cucina
5 Ambiente
6 Servizio
Rapporto qualità/prezzo: Normale
Prezzo per persona bevande incluse: 42 €

Recensione

Il locale.
Ci è stato consigliato da alcuni amici. Il ristorante è molto anonimo. Internamente è un po’ triste, demodé. Non è di sicuro uno di quei ristoranti glamour o alla moda di cui ormai Cervia e Milano Marittima sono costellate. I tavoli all'esterno, sul lungomare di Cervia, proprio di fronte alla Marina del porto, sono decisamente preferibili quando il tempo lo permette.

Il servizio.
Discreto, forse un pelo invadente. Quando ordino il vino dico "Vorremmo una bottiiglia di Falanghina." "Vorreste o volete?", chiede il cameriere. Questa è una battuta tipo, le spiritosaggini continueranno per tutta la serata. Nonostante ciò i tempi e la solerzia con cui veniamo serviti fanno meritare al servizio un voto più che sufficiente.

La cucina.
Ordiniamo due antipasti caldi ed uno freddo per cominciare.
Le cozze e le vongole sono discrete, abbastanza saporite. Il resto invece è davvero difficile da mandare giù, delle polpette di pesce pessime, si sente che sono state fatte con pane stantio. Le seppie sono insapore e il pesce (merluzzo?) al pepe verde non ha nessun senso. Con l'antipasto freddo (euro 8,50) non andiamo molto meglio, l'insalata di mare è gommosa. Il granchio sarebbe saporito ma è ricoperto di salsa verde. Così come l'insalata di gamberetti presentata all'interno della cappa santa è affogata di salsa rosa. Darei globalmente un sei, ma molto, molto risicato.
Di secondo ordiniamo un fritto misto (Euro 12), ma per i miei gusti è troppo pastellato. Comunque discretamente saporito, la maggioranza sono scampi e zucchine. La grigliata invece non è un granché, si tratta di uno spiedino di calamari asciutto, una branzinetto ed una sogliola ed un pezzetto di pescatrice. La presentazione è inesistente. Tre pesciotti e lo spiedino su un piatto nudo. Abbiamo accompagnato il tutto con una bottiglia di Falanghina discreta ad un prezzo onesto di Euro 12,50.

Conclusione.
Sono uscito dal locale non soddisfatto. Con la stessa spesa ho mangiato il pesce meglio a Bologna. E questo, considerato il fatto che la Dina è una trattoria alla buona proprio sul porto di Cervia, a mio modo di vedere, è una cosa piuttosto grave. Del tutto trascurabile la qualità del pesce. Non credo che ci tornerò.

Condividi la tua esperienza

Raccontarci le tue personali esperienze è fondamentale per permetterci di conoscerti sempre di più ed offrirti consigli su misura per te. ilmangione non è più un'esperienza statica, ma una potente Intelligenza Artificiale che impara a conoscerti partendo da quello che ti piace.