Tralascio la descrizione dell'ambiente che è molto...

Recensione di del 28/09/2011

Corte Lombarda

63 € Prezzo
9 Cucina
10 Ambiente
8 Servizio
Rapporto qualità/prezzo: Ottimo
Prezzo per persona bevande incluse: 63 €

Recensione

Tralascio la descrizione dell'ambiente che è molto ben descritta e assolutamente valida nelle altre recensioni. In breve: bellissimo locale ad iniziare dal cortile. Appena entrati, io, mia moglie e mio figlio, veniamo accolti dal maître e, subito all'interno della sala, mi sento per un attimo a disagio perché ho decisamente sbagliato l'abbigliamento: niente di elegante e niente giacca e cravatta. Decido comunque di soprassedere (credo che i miei soldi saranno uguali a quelli degli altri commensali).
Il maître ci fa accomodare e ci offre subito un prosecco di Valdobbiadene che solo io accetto ed apprezzo.
Mi passa la lista dei vini della quale resto sorpreso per la quantità e la qualità dei vini. Avendo intenzione di stare sul pesce (ed essendo l'unico bevitore di vino del tavolo, mia moglie si limita ad un assaggio) scelgo un Falanghina Sannio Terranova, euro 20 la bottiglia, ma non me ne pentirò affatto durante la cena.
Poi ci viene servito un antipastino (non richiesto) di frittata con verdure all'interno e un medaglione forse di pesce. Però la cosa non mi ha entusiasmato, anzi ho solo apprezzato l'intigolo dove erano posati.
Arrivano, dopo dieci minuti d'attesa i primi: per me risotto con aragosta, per mio figlio raviolone aperto con ripieno di maialino al latte e per la mia signora tagliatelle con scampi e verdure. E qui comincio a capire l'ottima valutazione che il ristorante ha su "ilmangione.it". Il risotto era semplicemente favoloso; quello che mi stupiva era che nessun ingrediente primeggiava sugli altri, ma tutto era perfettamete armonico in bocca. Mio figlio si è più volte mostrato entusiasta del suo raviolone dicendomi che meritava di essere assagiato ma, "se non avessi scelto il pesce, te lo farei assaggiare, ma così ti rovino i sapori del tuo risotto!"
Io però ne approfitto ed assaggio le tagliatelle di mia moglia (la quale ruba una forchettata del mio risotto) ottime, veramente ottime; anche se non mi pento per niente della scelta del risotto.
Altri quindici minuti circa ed arrivano i secondi: gamberoni alla catalana per me serviti con contorno di verdure miste (pomodorini, misto di insalate, cipolla affettata ecc); il "fantastico fritto della Corte con verdure" per mia moglie e controfiletto di manzo avvolto con pancetta, accompagnato da salsa di senape con grani e carciofi. Ho rubato un pezzettino da assaggio a mio figlio ed ho trovato ottima la carne ma, sorprendente per la delicatezza la salsa di senape.
Anche questa volta resto sorpreso dal sapore dei gamberi che mi sarei aspettato più deciso mentre sembra quasi inesistente, salvo poi, al termine del piatto e durante l'attesa del dolce, ritrovarmi con un fantastico sapore in bocca che neppure il Falanghina riusciva a mitigare, anzi, lo esaltava. Mio figlio si dimostra entusiasta del suo controfiletto, tanto che aveva ordinato delle patatine fritte (con leggero disappunto del maître) ma le ha abbandonate perchè rovinavano il sapore della carne.
Il fritto di mia moglie, che ho assaggiato, era una bontà divina.
Non lontano dalla Corte Lombarda c'è l'Antica Locanda del Villoresi, che ho già testato un paio di volte e che ho già recensito, la quale vanta il suo famoso fritto veramente eccezionale, bene è una lotta fantastica con il fritto della Corte che, personalmente, chiuderei con un mezzo punto in più a favore della Corte.
Alla fine scegliamo i dolci: per me tris di dolci della Corte, latte menta e cioccolato per mio figlio, mousse al caffè con cuore di pistacchio per mia moglie. Il tris scelto da me era composto da una porzione minore del latte menta e cioccolato, una mousse di cioccolato con pistacchi e panna, e una panna cotta in salsina di fragole e...? Tutti ottimi dolci ma, la cosa sorprendente è stato il latte menta e cioccolato che altro non è che una panna cotta alla menta con del toppin di cioccolato fondente sopra. Quello che mi ha stupito è stato il bilanciamento del gusto tra la panna e la menta. Io che adoro bere d'estate il latte e menta, mai sono riuscito a stabilire un tale equilibrio di sapore. Ho accompagnato il mio dolce con un passito dell'Alto Adige che non conoscevo (Comtess) da 6 euro al bicchiere, ma anche in questo caso nessun pentimento.
Quindi per concludere: ottima location, ottima cucina e un servizio molto buono (o forse ottimo non fosse stato perchè ho avuto l'impressione, di certo sbagliata, che fossero leggermente infastiditi dal nostro abbigliamento informale).
Non trovo molto corretto spendere certe cifre (euro 63 a persona) per un pranzo o una cena ma, a volte vale veramente la pena!
E' un ristorante assolutamente da provare (specialmente per una cena romantica) ricordandosi giacca e cravatta per lui e abbigliamento consono per lei!

Condividi la tua esperienza

Raccontarci le tue personali esperienze è fondamentale per permetterci di conoscerti sempre di più ed offrirti consigli su misura per te. ilmangione non è più un'esperienza statica, ma una potente Intelligenza Artificiale che impara a conoscerti partendo da quello che ti piace.