Il ristorante si trova a Cava Manara in località T...

Recensione di del 11/05/2012

Hostaria Tre Re

32 € Prezzo
7 Cucina
7 Ambiente
8 Servizio
Rapporto qualità/prezzo: Buono
Prezzo per persona bevande incluse: 32 €

Recensione

Il ristorante si trova a Cava Manara in località Tre Re, proprio sulla statale che da Pavia porta in Oltrepò. Un piccolo parcheggio del ristorante in adiacenza al locale consente una rapida e comoda sistemazione della macchina.
Appena entrati il proprietario ci fa accomodare in una saletta con una decina di tavoli, non c’è nessun altro e possiamo sistemarci come meglio crediamo. La tavola è apparecchiata in bianco con runner marrone, sottopiatti in vetro e bicchieri dell’acqua dalla base colorata, l’insieme è gradevole. Alle pareti sono appese foto di paesaggi, persone e monumenti, presumiamo viaggi del summentovato proprietario.

Per il menù abbiamo tre possibilità: la grigliata di pesce del venerdì comprensiva di antipasto di polpo e contorno di verdura alla griglia (già segnalata da un cartello fuori dal locale), un menù degustazione con scelta tra due antipasti, due primi e due secondi (carne e pesce), dolci a scelta (come elencato su una lavagnetta appesa in sala) ed il menù alla carta.
Diamo una scorsa al menù che privilegia piatti tipicamente del posto come l’insalata di nervetti, le rane e i pesciolini fritti, il risotto con le ortiche, i ravioli di brasato e l’anguilla. Visto che non c’è nessun’altro e che il gestore si dimostra alquanto disponibile mi azzardo a chiedere l’antipasto dal menù grigliata ed uno dei primi dal menù degustazione: vengo soddisfatta senza problemi. Il mio accompagnatore invece ordina dal menù alla carta senza sgarri: un antipasto ed un secondo. Ordiniamo acqua (in bottiglia) e scegliamo il vino: un Valpolicella del 2010 di Poggi, buono.

Siccome ci avvisano che per gli antipasti ci vorrà una decina di minuti (scherziamo sul fatto che le rane ordinate debbano essere ancora catturate...) chiediamo un tagliere di salumi per placare la fame. Arrivano, insieme ad un cestino col pane, salame, coppa e pancetta: tutti ottimi.
Gli antipasti sono anch’essi molto buoni: polpo in insalata di pomodori al pesto, molto tenero e delicato, e frittura di rane e pesciolini, leggera, non unta e calda al punto giusto. Le rane hanno dimensioni “nostrane” ed il proprietario ci dice che arrivano da un allevamento in Lomellina: ormai di “selvatico” non c’è più niente.
Come portata successiva ho scelto dei ravioli di carciofi al burro e salvia: la pasta è fatta in casa ed il ripieno davvero gustoso. Segnalo che non viene offerto il formaggio né viene portato al tavolo.
Il mio accompagnatore si gusta una tartare di vitellone con verdure grigliate. L’assaggio: si sente molto la senape con cui è condita, l’insieme è piacevole, ma a lungo andare potrebbe stancare. Visto che le porzioni sono abbondanti penso che avrei fatto fatica a finirla, ma è una questione di gusto personale.
Io mi fermo, il mio compagno conclude con un caffè e chiede un whisky o un rhum. La scelta che viene proposta è molto scarsa, il rhum è terminato e quindi decide per una grappa di moscato che si rivela profumatissima e di buona qualità.

Il servizio veloce e l’affabilità del proprietario, con cui abbiamo scambiato qualche chiacchiera all’uscita, hanno reso la cena molto piacevole. Da lodare la possibilità, per gli antipasti ed i primi, di scegliere tra porzioni standard e porzioni light, ovviamente con prezzi diversi.
Abbiamo speso in tutto 65 €. Ci torneremo senz’altro.

Condividi la tua esperienza

Raccontarci le tue personali esperienze è fondamentale per permetterci di conoscerti sempre di più ed offrirti consigli su misura per te. ilmangione non è più un'esperienza statica, ma una potente Intelligenza Artificiale che impara a conoscerti partendo da quello che ti piace.