Mi trovavo in vacanza a Cattolica. Memore di un'ec...

Recensione di del 27/07/2011

O Capitano, Mio Capitano !

29 € Prezzo
9 Cucina
8 Ambiente
10 Servizio
Rapporto qualità/prezzo: Ottimo
Prezzo per persona bevande incluse: 29 €

Recensione

Mi trovavo in vacanza a Cattolica. Memore di un'eccezionale grigliata di pesce mangiata nel 2008 in questo stesso ristorante ho voluto ripetere l'esperienza. Spesso accade che si vada a mangiare in un posto per la prima volta e si resti estremamente soddisfatti, mentre poi quando ci si ritorna non si riesca più a mangiare così bene. Questa esperienza è abbastanza normale dal punto di vista statistico e significa che la prima volta siamo stati molto fortunati mentre poi la qualità della consumazione è regredita verso la media del locale.

Il ristorante è situato nella piazza della darsena, antistante al canale che divide Cattolica da Gabicce, quindi la Romagna dalle Marche. Arrivo in auto, da Vai Andrea Costa e parcheggio proprio lì davanti.
Il ristorante non è molto grande e i tavoli sono apparecchiati con cura sotto una tettoia, attorno alla fontana della piazza. Altri tavoli sono disposti sulla piazza così da poter cenare all'esterno. Il lunedì, il mercoledì e il venerdì al bar di fronte si esibiscono gruppi musicali che allietano il dopo cena. Sfortunatamente oggi piove e quindi niente musica e niente cena "in piazza".
Entriamo e veniamo subito accolti dal gestore che ci accompagna al tavolo. Mentre attraverso il locale posso scorgere alla mia destra la cucina ordinata e pulita, mentre sul banco di lavoro sono appoggiate le ceste di pesce che dà la netta impressione di essere fresco. Con noi c'è un bambino di due anni. Il cameriere si preoccupa subito di procurarci un seggiolone e ci lascia scegliere il tavolo che secondo noi è più comodo per il bimbo.

Diamo una breve scorsa al menu, ma sappiamo già cosa ordinare: per me una grigliata dell'Adriatico, per mia moglie spaghetti alle vongole e patatine fritte, per mia madre bavette allo scoglio e un fritto misto.
Da bere due mezzi litri di vino (uno fermo e uno frizzante) e una bottiglia d'acqua.
Chiediamo di portare al bambino un piattino con un pezzettino di formaggio grana perché non si alimenta ancora completamente come gli adulti.

Mentre aspettiamo, per cortesia ci vengono servite delle bruschettine aglio olio e pomodoro e a seguire una piccolo antipasto: un gamberetto e qualche verdurina in pinzimonio; una "sciocchezzuola" che però allieta l'animo, un trattamento di riguardo che ti fa sentire in un posto un po' speciale. Arrivano gli spaghetti: le porzioni sono giuste, se fossi a casa non mangerei uno spaghetto di più o uno di meno. La quantità di condimento è ben proporzionata. Le vongole sono veraci, quelle grandi, con il guscio: insomma, quelle vere. Commento di mia moglie: ci sono le vongole! I gusci sono tutti pieni e, altra cosa fondamentale (almeno per noi), gli spaghetti sono in bianco e (avendoli assaggiati posso dirlo anch'io) si sente l'aglio, anche se il sapore non è troppo forte.
Commento di mia madre sulle bavette allo scoglio: sono eccezionali, devi assolutamente assaggiarli e mentre lo dice mi ritrovo a masticare uno scampo. Per il resto lo scoglio contiene tutto quello che ci si aspetta (tranne il granchio, di cui non ho sentito il sapore).
Insieme ai primi il cameriere ci porta anche il piattino per il bambino: tre bei pezzi di grana, tre fettine di pomodoro e due fettine di pane leggermente abbrustolito e condito con l'olio.

Arriva anche la grigliata. In questo locale si possono ordinare due grigliate: quella dell'Adriatico e la grigliata del Capitano. Io ho scelto la prima, la seconda contiene anche i crostacei, di cui io non sono particolarmente amante. La grigliata di questo ristorante è esattamente rispondente alla mia idea di grigliata: il pesce è avvolto in una panatura dorata, all'interno vi si trovano una dozzina di sardine, una sogliola intera, una seppia, una triglia e un altro pesce intero che però non ho riconosciuto (non era coda di rospo ed era molto buono). La quantità è abbondante, il pesce non è bruciato, non è stopposo, la cottura è giusta in modo che la carne si mantenga compatta e il sapore è ottimo.
Le patatine e il fritto sono buoni, asciutti. Il fritto misto è croccante, insieme agli anelli di totano, ai gamberetti e ai polipetti ci sono anche le verdurine.

Il coperto prevede che al posto del pane vengano servite delle piadine, che quando si raffreddano il cameriere provvede a cambiare con quelle calde: ne facciamo una scorpacciata.
Il vino rigorosamente bianco è sfuso, ne ordiniamo di due qualità, il fermo e il frizzante: la nostra preferenza è andata verso quest'ultimo, un prosecchino fresco e bevibile senza difficoltà, con un sapore equilibrato e non troppo secco.

A questo punto siamo già pieni, così io e mia moglie ordiniamo il caffè e un amaro. Mia madre si fa tentare da un tortino al cioccolato che poi divideremo in tre. Il cameriere ci avvisa che saranno necessari una decina di minuti per cuocerlo. Il tortino arriva caldo e al suo interno c'è un cuore di mousse al cioccolato: veramente delicato, mentre lo stai gustando lo senti leggero. Un'esplosione di gusto.
Per accomiatarci il cameriere ci porta infine dei pezzettini di crostata e ci lascia sul tavolo il limoncino e un liquore alla liquirizia che non fanno rimpiangere quelli di marca o quelli fatti da mio cognato.

Complessivamente, dovendo dare un giudizio finale, considerando che dopo alcuni anni ho ritrovato i sapori e l'abbondanza dei piatti che ricordavo e che tutti e tre siamo rimasti molto soddisfatti, posso dare un giudizio ottimo alla cucina relativo agli stessi piatti che ho potuto assaggiare in altri ristoranti. L'unica pecca dell'ambiente è che i tavoli sono un po' vicini e lo spazio non abbondante, però tutto mi è apparso ben pulito e curato, compreso il bagno. Il ristorante è aperto da circa cinque anni e la stessa gestione la si può trovare al ristorante Gente di Mare, che è sulla darsena del porto di Cattolica.
Per il tutto abbiamo speso 87,50 €, che fa meno di 30 euro a testa... secondo me ben spesi.

Condividi la tua esperienza

Raccontarci le tue personali esperienze è fondamentale per permetterci di conoscerti sempre di più ed offrirti consigli su misura per te. ilmangione non è più un'esperienza statica, ma una potente Intelligenza Artificiale che impara a conoscerti partendo da quello che ti piace.