Mi accingo a recensire quello che, a mio parere, è...

Recensione di del 20/06/2005

Il Baccanale

34 € Prezzo
5 Cucina
7 Ambiente
6 Servizio
Rapporto qualità/prezzo: Normale
Prezzo per persona bevande incluse: 34 €

Recensione

Mi accingo a recensire quello che, a mio parere, è il classico posto tutto fumo e niente arrosto.

Il locale si trova a meno di un km dall’uscita dell’autostrada di Castellanza, questa posizione un po’ periferica offre la possibilità di non avere problemi con il parcheggio, inoltre c’è un grande spiazzale dietro il ristorante a disposizione della clientela. La prenotazione non risulta difficile, il salone è abbastanza grande e si riesce a cenare anche senza aver prenotato, la cucina inoltre chiude molto tardi, dopo le 22,30 però offrono solo piatti freddi e frittatine, da provare anche le serate a tema che si tengono un paio di volte al mese.

All’ingresso l’impressione che si ha, è di un posto carino e ben curato, anche se un po’ formale. Prima di far accomodare ai tavoli vengono chiesti i cappotti e riposti in un armadio. La cucina è a vista, con delle grandi vetrate che la dividono dalla sala. I tavoli sono apparecchiati con cura, tovaglie di stoffa, 3 tipi di bicchieri, centrotavola di stagione. Le premesse sono più che buone.

Il menu varia settimanalmente, c’è da dire che è sempre presente un menu degustazione per la cena, al costo di 35 euro bevande incluse (vino della casa però) e anche un menu di lavoro per il pranzo, al costo di 14,50 euro. Nel menù di mezzogiorno sono proposti piatti esclusi dalla lista.
Per quanto riguarda la nostra esperienza, decidiamo di mangiare alla carta. Ordiniamo 2 antipasti, Jamon serrano al morsetto con tomini e schiacciata al rosmarino (13 euro) e Bresaola artigianale della Valchiavenna con bastoncini di verdure croccanti in agrodolce (12 euro), entrambi buoni, anche se i nomi fanno intendere molto di più di quello che poi si ha effettivamente nel piatto.
Saltiamo il primo e come secondo ordiniamo Controfiletto di manzo argentino con panuria al midollo di bue ed erbe aromatiche (13 euro) - la cottura del controfiletto era eccessiva e la “panuria” stonava con il resto del piatto, il piatto veniva inoltre presentato con finocchi fagiolini al vapore e patate arrosto - e Carrè d'agnello con tortino di melanzane e cioccolato al profumo di timo (14,50 euro) nulla di particolare, anzi!

Non posso dire di aver mangiato male, e neanche di aver mangiato poco, uscita da ristorante però non mi sentivo soddisfatta, come se i gusti assaggiati non andassero colpire il senso, rimanendo sull’orlo della normale accettabilità. Da bere, vino rosso della casa e acqua (inclusa nel costo del coperto). Una grossa pecca, che mi ha fatto storcere il naso sin da subito è che il pane è arrivato stantio, un po’ strano almeno!

Il servizio è buono e solerte e i tempi d’attesa sono corretti.

Peccato per il cibo dato che il ristorante in se potrebbe avere grosse potenzialità, forse siamo capitati in una sera no? Per il pane sicuramente, ma per il resto, dato che non era la nostra prima visita, credo proprio di no, troppo senso di incompiutezza alla fine di ogni cena.

Prezzo in due 67 euro.

Condividi la tua esperienza

Raccontarci le tue personali esperienze è fondamentale per permetterci di conoscerti sempre di più ed offrirti consigli su misura per te. ilmangione non è più un'esperienza statica, ma una potente Intelligenza Artificiale che impara a conoscerti partendo da quello che ti piace.