Nella piazza principale di Castel del Rio, accanto...

Recensione di del 06/07/2008

Locanda Corona

38 € Prezzo
7 Cucina
6 Ambiente
7 Servizio
Rapporto qualità/prezzo: Ottimo
Prezzo per persona bevande incluse: 38 €

Recensione

Nella piazza principale di Castel del Rio, accanto al più noto "Gallo" c'è questo locale, con annesso hotel a due stelle.
Alcuni tavoli sono disposti nella piazzetta centrale, probabilmente ideali verso sera, mentre la vista sullo splendido verde panorama e la frescura fanno, per il pranzo, decisamente preferire l'interno: rondini svolazzanti fuori dalla finestra aperta, che ci preserva con debita zanzariera da sgradevoli incontri, completano il quadretto.

L'arredamento non è degno di nota, classica trattoria appenninica dove l'estetica non è ritenuta importante, giusto l'orologio a pendola che scandisce il tempo con qualche rintocco, fornisce una atmosfera un po' d'epoca; sulla tavola: vasetto con fiori finti (?!), fette di pane bianco alla toscana, senza sale, fresco e morbido e, purtroppo, i soliti grissini industriali. Il menu è bello corposo, siamo comunque venuti in cerca dei primi porcini della stagione e quello sarà il fulcro di tutto il pasto, quindi la decisione è presto presa, i prodotti che possono essere congelati sono onestamente corredati di asterisco. La domenica sera fanno la piadina alla lastra.

Vado come mio solito a descrivere le proposte: Bruschetta al pomodoro, Bruschetta al prosciutto, Bruschetta ai porcini, Crostini misti (salsa bolognese, prosciutto, porcini), [suppongo che con salsa bolognese intendano il ragù, curiosi questi romagnoli appenninici], Salumi misti e Fantasia della casa (piatto con salumi e crostini).

Abbiamo preso: Bruschette al pomodoro, che anzichè pomodoro crudo sono fatte con un condimento di pomodoro fresco passato in padella con cipolla ed aglio, davvero molto buone, saporite, ben condite e con il condimento ancora caldino messo sopra il pane. La Bruschetta ai porcini è composta dai porcini trifolati con aglio, anche questi ancora caldi, disposti su pane, senza lesinare sul quantitativo. La fetta di pane è abbastanza grandina in entrambe i casi, considerate che come piatto di bruschetta loro ne considerano una sola a persona quindi noi abbiamo preso due pomodoro e due porcini.

Dal menu abbiamo, come zuppe e minestre: Tortellini in brodo di carne, Passatelli in brodo di carne, Zuppa di porcini; come paste fresche di produzione propria: Tagliatelle casereccie al prosciutto, Talgiatelle casereccie ai porcini, Tris della casa a sorpresa (piatto con tre paste differenti), Tortelli alla ricotta burro e salvia, Tortelli alla ricotta in salsa di noci, Tortelli alla ricotta ai porcini, Tortelli alle patate alla Bolognese, Tortelli alle patate ai porcini, Tortellini panna e prosciutto - ahimè uno scivolone, su piatti da palato infantile ed ignorante, da leggersi nel senso di palato che ignora, ossia non conosce ancora le gioie che le preparazioni giuste possono fornire - Tortellini alla Bolognese - anche per questi vale quanto sopra, i tortellini al ragù sono un'indecenza senza se e senza ma, mi rendo conto che finisco per dire le stesse cose, ma ho deciso i continuare la mia battaglia contro i mulini a vento, finchè continuo a leggere queste proposte in un menu non etichettato per infanti, ed in secondo finchè continuo a leggere recensioni di chi mangia senza colpo ferire piatti alla panna e porcini dando un 8-9 alla cucina, quindi portate pazienza, ognuno ha le sue battaglie da portare avanti - Maccheroni al pettine ai porcini, Maccheroni al pettine in salsa zingara, Maccheroni al pettine al prosciutto, per due persone è anche possibile ordinare Tris a prezzi differenti uno con esclusione dei porcini ed uno per il tris tutto porcini.

Abbiamo ordinato le Tagliatelle ai porcini: il condimento è di porcini trifolati, ossia tirati in padella con aglio e prezzemolo, logicamente risulta lo stesso condimento che viene utilizzato per i crostini ed anche per la polenta che assaggeremo per secondo ma questo è ovvio nell'economia di scala di una trattoria ed era da noi voluto e preventivato, volevamo proprio mangiarne, non dico a sazietà, che per quanto mi riguarda risulta impresa ardua, ma almeno da togliercene la voglia per la settimana entrante, quindi nessuna presenza di elementi estranei come il parmigiano, che per chi lo desidera viene comunque portato in tavola e latticini vari. La pasta risulta ottima, indubbiamente di produzione casalinga, tagliolini, più che larghe tagliatelle, ad esse secondo me preferibili per questi condimenti, tirate non troppo sottili, ben condite come proporzione pasta/sugo.

Le proposte di secondo partono dalle Carni alla griglia all'aglio e rosmarino: Fiorentina - minimo 500g a32€ al kg, un ottimo prezzo, fanno bene a specificare il peso, ho sentito una volta dei clienti chiedere ad un ristoratore delle fiorentine da 300g l'una, e lui sacramentava dicendo ma come le faccio così piccole ? un fiorentina meno di quel peso non è manco una fiorentina, ottima cosa segnalarne la taglia minima - Cosciotto di castrato - anche qui ottima specifica perchè castrato da solo non vuol dir nulla, mica tutti i tagli sono uguali - Braciole di vitello o maiale, Paillard di vitello, Salsiccia/pancetta, Misto di carne alla brace per minimo due persone; Piatti freddi: Prosciutto tipo Parma crudo - mmmh tipo Parma non è invogliante, anzi, se è locale sarebbe carino sapere di dove - Formaggi ed affettati misti, Prosciutto e melone; Altre preparazioni: Frittata alle verdure, Frittata ai porcini, Omelettes prosciutto e formaggio, Polenta fritta e formaggio tenero, Polenta fritta e porcini trifolati, Prosciutto all'aceto balsamico, Mozzarella fritta, Cotoletta alla moda Milanese, Scaloppine di vitello: vino bianco, limone, marsala, porcini, aceto balsamico. Includo anche i Contorni nell'elenco: Patate fritte fresche (le proverò la prossima volta, son così rare a trovarsi fresche); Radicchio, bruciatini e balsamico; Verdure miste alla griglia, Insalata mista ed Insalata verde, Sott'aceti e Sott'olio, Porcini alla brace, Porcini fritti, Porcini trifolati.

Abbiamo provato: La polenta fritta con i porcini trifolati, ottimo quantitativo, servita bollente appena fatta, crosticina bella spessa e croccante, soda all'interno, servita con il contorno di funghi, sempre ben proporzionato come quantitativo.
Porcini alla brace, nel quantitativo di 3 cappelle di porcino a porzione, saporiti sugosi, molto buoni.
Porcini fritti, semplicemente strepitosi, vecchia scuola, con passaggio in uovo e pangrattato, porcini turgidi freschi e sodi, non riesco a rammentare di averne mai mangiati di così buoni - escluso quelli che faccio io, ovviamente, viva la modestia, ma il loro prodotto fresco è decisamente migliore del mio acquistato al mercato - ottima porzione, devvero buonissimi. Mozzarella fritta, già che c'eravamo abbiamo continuato con l'overdose di fritto, ma n'è valsa la pena, non credo di aver ma mangiato una mozzarella in carrozza buona come questa, più ci rifletto e più mi rispondo che non mi è mai capitato, i pochi posti che la fanno non usano certo mozzarelle di ottima qualità per farla. Panatura croccante, caldissima, appena si taglia la crosta esce il ripieno filante e saporito e parliamo di vera mozzarella a fette non di ovoline mono-boccone.

La parte dei dolci è suddivisa in: Dolci di "nostra produzione" e "dolci industriali", questi piccoli dettagli ti fanno capire l'onestà di un locale a mio avviso. Tiramisù, Creme caramel, Panna cotta, Cassata alla siciliana - da provare, ma era finita, buffissimo trovarla a Castel del Rio, ma se tanto mi da tanto qui la ricotta buona debbono proprio averla, anche se l'estate non è il periodo giusto per questo test, a rimando a climi più freddi, magari anche solo in autunno con il menù dei Marroni di Castel del Rio (IGP) -, Tris della casa, Crema catalana.

Quello che abbiamo ordinato temo sia scontato: una panna cotta ottima, non troppo dolce, non annegata nel caramello, ma con delle belle fette spesse e sodissime, del tipo a cottura e non con gelatina.

Conto circa 38€ a persona.
Coperto onesto 1,50€; Il menu avvisa anche che non si fanno conti separati, e gli orari della cucina vanno dalle 12-14,30 e dalle 18,30 alle 21,30. Il locale chiude alle 23,00.

Condividi la tua esperienza

Raccontarci le tue personali esperienze è fondamentale per permetterci di conoscerti sempre di più ed offrirti consigli su misura per te. ilmangione non è più un'esperienza statica, ma una potente Intelligenza Artificiale che impara a conoscerti partendo da quello che ti piace.