Menu fuori stagione

Recensione di del 02/11/2013

Al Tranvai d'Antan

45 € Prezzo
6 Cucina
8 Ambiente
5 Servizio
Rapporto qualità/prezzo: Normale
Prezzo per persona bevande incluse: 45 €

Recensione

Visitiamo per la prima volta il Tranvai d'Antan, invogliati da commenti positivi di amici e recensioni positive. La location è molto particolare, ricavata in una villa d'epoca, parzialmente ristrutturata, ma certamente d'effetto. C'è un odore non molto piacevole di fuliggine che aleggia nell'aria e che ricorda i vecchi camini non puliti da tempo. Le sale sono abbastanza particolari, certamente piacevoli. Molte sono arredate con scaffali pieni di libri su cui è apposto, non si capisce il perché, un avviso "non occare". Non mi sembrano libri di particolare pregio, per cui non mi spiego il perché di questo avvertimento: se non vuoi che li tocchino, non li mettere in esposizione.
Lo chef è molto simpatico, e viene molte volte al tavolo a consigliare e a raccontare i piatti e quello che sta facendo. Il servizio è un po' carente. C'è un solo cameriere che si cura di tutti i commensali e quindi, ovviamente, fa fatica a stare dietro a tutti e a ricordarsi quello che gli si chiede. Ad esempio, il pane arriva dopo l'antipasto, dopo nostra richiesta.
Il menu non è quello che ci aspettavamo. Forse è colpa nostra che avevamo aspettative diverse. Comunque sembra un menu primaverile invece che autunnale: spaghetti con pomodorini, gamberetti e simili. E' evidente un'inclinazione dello chef per i piatti di pesce.
Siamo in due e scegliamo un antipasto a testa e un primo.

Gli antipasti sono una terrina d'oca e un merluzzo mantecato con polenta. I piatti sono cucinati bene, non indimenticabili ma comunque di buona fattura. Anche il primo, risotto al Castelmagno è molto buono. Concludiamo con un dolce. Non ci sono cose particolari, scegliamo una crema catalana in due: buona, nella norma.
Passiamo al vino. La lista non è ampia ma contiene alcuni vini interessanti a prezzi giusti. Purtroppo molti non sono disponibili, per cui bisogna arrangiarsi con quello che c'è. Non ho visto vini al bicchiere, sarebbe opportuno inserirli. Alla fine scelgo un vino veneto abbastanza buono (25 €).
Concludiamo con il caffè, che non è espresso ma moca. Non è male, purtroppo dobbiamo aspettarlo per mezz'ora. A riconferma che i servizio lascia un po' a desiderare.
Si è fatto tardi, ce ne andiamo velocemente. Prezzo 90 € in due, secondo me troppo alto per quello che abbiamo ricevuto. Una cena in un ambiente piacevole (con gli svantaggi di una residenza d'epoca) ma con un servizio carente e una proposta gastronomica di livello medio. Si può fare di meglio.

Condividi la tua esperienza

Raccontarci le tue personali esperienze è fondamentale per permetterci di conoscerti sempre di più ed offrirti consigli su misura per te. ilmangione non è più un'esperienza statica, ma una potente Intelligenza Artificiale che impara a conoscerti partendo da quello che ti piace.