Il ristorante si trova a Carate Brianza, a ridosso...

Recensione di del 05/01/2008

Osteria del Ritrovo

75 € Prezzo
8 Cucina
7 Ambiente
9 Servizio
Rapporto qualità/prezzo: Normale
Prezzo per persona bevande incluse: 75 €

Recensione

Il ristorante si trova a Carate Brianza, a ridosso del centro storico; l'ambiente è molto gradevole e intimo, ci sono una trentina di coperti disponibili e consiglio vivamente la prenotazione.
Dopo aver suonato il campanello, cosa che ci è sembrata bizzarra, ci hanno accolto e con molta gentilezza ci hanno riposto le giacche e fatto accomodare al tavolo.

La disposizione dei tavoli, nonostante le dimensioni ridotte del locale, è appropriata.
Dopo esserci seduti ci hanno servito l'acqua, illustrato il menu con alcune modifiche dovute al pescato del giorno, e portato un assaggio di minestrone.

Dopo una breve attesa, ci servono gli antipasti; io ho preso le code di gamberoni in crosta di lardo d’Arnad su polentina morbida di ceci, il piatto è presentato ottimamente, la porzione è veramente ridotta ma il sapore è sicuramente gradevole.
La mia ragazza ha preso le capesante al vapore, insalatina di puntarelle con crema di patate, buone ma due di numero.

All'arrivo dei primi decidiamo di ordinare anche i secondi.
Come primo io ho preso dei torcetti con code di gambero lardellati; questa volta le dimensioni del piatto sono giuste e anche il gusto, irrobustito da l lardo, è saporito.
Federica (la mia ragazza), ha preso il risotto Carnaroli mantecato al gorgonzola “300 giorni” e cioccolato fondente della Papua Nuova Guinea; sulla provenienza del cioccolato non posso garantire ma i 300 giorni del gorgonzola si sentivano tutti! Non abbiate timore, mischiate il cioccolato al risotto, veramente ottimo.

Come secondo abbiamo ordinato: fritto in tempura di gamberoni, calamari e verdure e tonno rosso in crosta di pistacchi di Bronte, insalatina di cipolle cotte al forno e vinaigrette al balsamico.
La tempura è un piatto sicuramente gradevole e abbondante, non l'avevo mai provata ma credo che tornerò per mangiarla.
Il tonno rosso, era presentato in tre tranci disposti su un piatto rettangolare decorati con aceto balsamico, sicuramente una composizione spettacolare; il sapore è senza dubbio eccezionale.

Passiamo ai dolci; io ho preso un tortino al cioccolato fondente con salsa alla vaniglia, scelta classica che non mi ha entusiasmato molto, Federica ha preso i tipici cannoli siciliani che fatti da un cuoco siciliano sono unici.
Il servizio è stato cordiale e con i giusti tempi di attesa, da segnalare la possibilità di avere dei menu per celiaci.

Condividi la tua esperienza

Raccontarci le tue personali esperienze è fondamentale per permetterci di conoscerti sempre di più ed offrirti consigli su misura per te. ilmangione non è più un'esperienza statica, ma una potente Intelligenza Artificiale che impara a conoscerti partendo da quello che ti piace.