La Piana si trova in una vecchia corte lombarda ne...

Recensione di del 02/05/2009

La Piana

40 € Prezzo
9 Cucina
8 Ambiente
9 Servizio
Rapporto qualità/prezzo: Buono
Prezzo per persona bevande incluse: 40 €

Recensione

La Piana si trova in una vecchia corte lombarda nel pieno centro storico di Carate Brianza. Dal cortile esterno, dove d'estate sorge il pergolato, si accede alla caratteristica cantina del locale che offre una carta di vini con quattrocentocinquanta etichette esclusivamente nazionali, in cui si trovano grandi cantine ma soprattutto piccoli produttori con ottimo rapporto qualità prezzo.
L’ambiente è intimo, accogliente e piacevolmente familiare: una sala ordinata con cantina a vista, pochi tavoli apparecchiati con cura e qualche stampa ad arredare.
Gilberto Farina è lo chef-patron del ristorante che offre una cucina profondamente legata alla tradizione culinaria brianzola esaltandone la stagionalità delle materie prime.
Al nostro arrivo Gilberto ci accoglie con il suo fare gentile e cordiale che contribuisce a rendere l’ambiente familiare e rilassante. Ci accomodiamo in una saletta a noi appositamente riservata e mentre cominciamo a sfogliare il menu ci è offerto un aperitivo.
Pochi minuti dopo, Gilberto arriva al tavolo per le ordinazioni e soprattutto per illustrarci il menu con graditissime spiegazioni e consigli su piatti e vini.
Il menu permette di gustare “piatti della tradizione” rinnovati nell’esecuzione e nella presentazione, pertanto optiamo per assaggiare diverse pietanze spaziando dal mare alla terra o per dirla come cita anche il menu dal “piacevole inizio”, alla scoperta di “cosa bolle in pentola” ed alla scelta dalla “fresca acqua…ai verdi pascoli”.

“Per un piacevole inizio…” optiamo per: tomino con crostone di polenta, piatto caldo e molto gustoso per la bontà del tomino fuso; cofanetto caldo (sfoglia) con fonduta di taleggio e asparagi, piatto semplice e delizioso; alici marinate con insalata e limone, piatto oltre che ben presentato davvero eccezionale.

Proseguiamo alla scoperta di cosa “cosa bolle in pentola”...optando per: risotto con zucchine mantecato con raschera d’alpe, risotto molto gustoso e delicato; gnocchetti con ceci, pancetta, ed asparagi, piatto ricco di ingredienti che si legano in maniera molto gustosa; ed infine un piatto tradizionale la “busecca”, riso al salto alla milanese, semplice e buono.
Ben consigliati da Gilberto accompagniamo antipasto e primo con del Lagrein Niedermayr 2006.

Tra i secondi scegliamo dalla “fresca acqua” del baccalà in umido con verdure saltate e olive taggiasche, piatto squisito, saporito e ben presentato; e del lavarello del Lario spinato alle erbe, semplice ma buono; mentre dai “verdi pascoli” assaggiamo: lo stracotto d’asino al barbera con polenta integrale, piatto delicatissimo e squisito; la tagliata di manzo con rucola, gustosa e tenera la carne; il filettino di maiale con ripieno di asparagi accompagnato da patate e piselli, come specificato nello stesso menu il filetto è cotto lentamente e ciò contribuisce alla tenerezza ed alla gustosità del piatto che lega molto bene con i semplici contorni. Sempre su consiglio di Gilberto, accompagniamo i secondi con dell’ottimo Merlot Faial La Prendina 2006 e del Sauvignon Dorigo.

Concludiamo la cena con i “peccati di gola” e quindi con: le tre sfiziosità al cioccolato, piatto che ben presenta le seguenti tre gustose preparazioni a base di cioccolato: torta al cioccolato con un’essenza di caffè… che dire… è stata la nostra sfiziosità preferita; mousse di cioccolato racchiusa in una cialda croccante, buona e particolare e torta di cioccolato nero; il flan di cioccolato fondente con la sua salsa… servito caldo è davvero una golosa bontà; torta paesana la Piana..torta tipica brianzola a base di cioccolato, uvetta e cannella..deliziosa.
Per finire del “Passito Roan 2006” e del “La Prendina Müller Thurgau” passito; caffè, e deliziosa piccola pasticceria.
Il ristorante ha uno slogan che, a nostro avviso, lo rappresenta e lo caratterizza appieno: “Gusto e Convivialità…e un po’ di Cultura Enogastronomica”.

Condividi la tua esperienza

Raccontarci le tue personali esperienze è fondamentale per permetterci di conoscerti sempre di più ed offrirti consigli su misura per te. ilmangione non è più un'esperienza statica, ma una potente Intelligenza Artificiale che impara a conoscerti partendo da quello che ti piace.