Ristorante che vuole celebrare i fasti mondani del...

Recensione di del 30/04/2007

Capannina

55 € Prezzo
6 Cucina
6 Ambiente
7 Servizio
Rapporto qualità/prezzo: Scarso
Prezzo per persona bevande incluse: 55 €

Recensione

Ristorante che vuole celebrare i fasti mondani della piazzetta di Capri da cui è poco distante. Il luogo sembra essere ben frequentato da Vips, come testimoniano le numerose fotografie appese alle pareti. Comunque si presenta abbastanza ordinario nel suo insieme, l'unica originalità (se così vogliamo dire) del locale è costituita appunto dalle fotografie. I tavoli sono minuscoli e appiccicati l'uno all'altro, mangiamo praticamente insieme ai nostri vicini di tavolo.

Siamo in due, consultiamo il menu che non offre niente di stuzzicante, proposte banali e ordinarie. Notiamo la povertà di piatti di pesce, dopo tutto siamo su di un'isola, ci si aspetta pesce a iosa e in tutte le salse ma evidentemente abbiamo scelto il posto sbagliato.

Decidiamo di iniziare con un antipasto (carpaccio di polpo con alici) e un primo (favata con rucola). Il carpaccio arriva senza alici: saranno portate in seguito dopo aver chiesto spiegazioni al cameriere che si scusa per l'inconveniente. Sinceramente questo "riporto" dà l'impressione di essere stato messo frettolosamente insieme, magari togliendo le alici marinate da un vasetto e disponendole alla belle e meglio sul primo piatto a disposizione. Il piatto conferma questa impressione. La favata invece è buona: trattasi di una sorta di vellutata di fave ornata con foglie di rucola. Niente di che, ma un piatto diverso dai soliti.

Ordiniamo due secondi quasi più banali dei primi piatti: Calamaro alla griglia (unica proposta di pesce che si discosta un poco dal resto) e spada alla griglia con due contorni.
Buono il calamaro come anche lo spada, quest'ultimo però viene presentato appena appena scottato, quasi a crudo. A noi la cosa non dispiace, apprezziamo il pesce a crudo in genere, ma forse dovevano avvisare perchè non a tutti potrebbe andare bene, soprattutto quando non ci si aspetta del carpaccio.

Un'acqua, una bottiglia di vino bianco locale e due caffè accompagnano e concludono qusta cena che si è rivelata assolutamente non esaltante, molto ordinaria appunto. In generale la cucina ci è sembrata all'insegna della fretta, sia nella costruzione del menu, sia nella preparazione dei piatti (non parliamo di presentazione). Forse abbiamo capito perchè non abbiamo avuto difficoltà a prenotare anche all'ultimo momento.
Spropositato conto finale di 109 euro.

Condividi la tua esperienza

Raccontarci le tue personali esperienze è fondamentale per permetterci di conoscerti sempre di più ed offrirti consigli su misura per te. ilmangione non è più un'esperienza statica, ma una potente Intelligenza Artificiale che impara a conoscerti partendo da quello che ti piace.