Per noi è sempre un po’ come tornare a casa. Le no...

Recensione di del 01/06/2008

Bazzini

31 € Prezzo
8 Cucina
8 Ambiente
8 Servizio
Rapporto qualità/prezzo: Normale
Prezzo per persona bevande incluse: 31 €

Recensione

Per noi è sempre un po’ come tornare a casa. Le nostre frequentazioni di questo ristorante sono ridotte unicamente dalla voglia di scoprire sempre posti nuovi e dalla disponibilità economica che non permette di uscire a cena tutte le volte che si vorrebbe. Questa sera avevamo proprio voglia di risotto e, per i nostri gusti, i risotti di Bazzini sono ottimi.
Non ci resta che prenotare e recarci sul luogo. L’accoglienza è come sempre professionale e affettuosa. Un’accoglienza di altri tempi. La classe di chi sa aver classe senza essere formale.

Ci accomodiamo sulla terrazza con una gradevolissima vista sulla collina. Da segnalare la ottima distanza fra i tavoli che permette di non sentire le chiacchiere degli altri e al contempo permette di mantenere una buona privacy. Anche lo spazio “vitale” di cui ogni commensale dispone è assolutamente sufficiente. Il servizio riporta il marchio della casa e tutto sommato, se non si pretende cose che il ristorante non ha mai promesso, di buon livello e completo.

Veniamo accolti calorosamente dal proprietario con il quale affrontiamo un primo spinoso problema: siamo in tre ma uno assolutamente vuole una Bonarda vivace, uno assolutamente non beve vini mossi e il sottoscritto vorrebbe degustare qualcosa di buono. Il proprietario ci porta 3 bottiglie di Bonarda: una del Montù, ferma, buon corpo e persistenza, dal sapor di legni, ottima; una della casa, mossa e leggera, direi beverina, con buon bouquet ma poca persistenza e poco retrogusto, onesta; e una Bonarda Torti, mossa, con un buon corpo e un buon retrogusto, un’ottima via di mezzo fra le due. In compenso tre buone scelte, e l’optare per l’una o per l’altra era questione di gusto personale e non di qualità. Per tale motivo una bottiglia la finiamo, di una beviamo 2/3 e dell’ultima 1/3. Con nostra “quasi sorpresa” (ma l’onestà del luogo ci era conosciuta) nel conto troviamo segnate solo due bottiglie, ossia il vino effettivamente bevuto: un'accortezza che riteniamo doveroso segnalare insieme alle chiacchiere che son seguite alla cena, in cui abbiamo disquisito sulla difficoltà di trovare buona mercanzia a buon prezzo e della voglia della gestione del ristorante di considerare che gli stipendi attuali, in molti casi, non permettono di pagare una bottiglia di vino 30-40 euro. Una grande nota di merito e rispetto.

Ma torniamo alla cena, e cominciamo con l’antipasto della casa costituito da un piatto di salumi misti: un onesto prosciutto crudo, un’ottima coppa che si scioglieva in bocca e un buon e tipico salame locale. Ci vengono serviti a parte un delizioso rotolo di frittata con menta, mortadella e formaggio fresco dolce; una delicatissima torta salata con zucchine asparagi e crema d’uovo; una zucchina grigliata; e una melanzana con formaggio fuso e acciuga dal sapore forte ma equilibrato e gradevole.

Soddisfatti dagli antipasti passiamo al risotto alla fragole per due e ravioli al brasato per uno. Il risotto era di cottura perfetta, dal delicato profumo di fragole il cui sapore acidulo si sposava perfettamente con la mantecatura al parmigiano. Molto buoni anche i ravioli, sia per cottura che per armonia del gusto.

Chiudiamo con dei buoni dolci, una crostata e un tiramisu mentre la terza commensale opta per una fresca insalata verde.

Non essendo la prima volta che mi reco in questo ristorante non posso non segnalare che i piatti proposti, se da una lato seguono la tradizione per cui risotti e arrosti si trovano sempre, dall’altro la ricerca di alimenti di stagione permette varietà e qualità uniti a un prezzo abbordabile. Il che sottende a una scelta di conduzione del locale che ci trova in perfetta sintonia.
Certo chi vuole un ristorante con ampia scelta di pietanze e servizio formale con declamazione della carta dei vini e delle pietanze forse farebbe meglio a provare altri luoghi. Ma chi vuole entrare in un tempo ormai perso, essere serviti in livrea ma con genuina attenzione al cliente ed alla qualità del cibo più che alla forma non potrà non essere soddisfatto.

Il prezzo di 7euro per i primi e 10 per gli antipasti con un totale di 31 euro a testa con due bottiglie di vino ci sembra più che adeguato ai tempi.

Condividi la tua esperienza

Raccontarci le tue personali esperienze è fondamentale per permetterci di conoscerti sempre di più ed offrirti consigli su misura per te. ilmangione non è più un'esperienza statica, ma una potente Intelligenza Artificiale che impara a conoscerti partendo da quello che ti piace.