Sabato 02 novembre 2007, siamo andati a pranzo, se...

Recensione di del 02/11/2007

Bazzini

48 € Prezzo
7 Cucina
6 Ambiente
5 Servizio
Rapporto qualità/prezzo: Scarso
Prezzo per persona bevande incluse: 48 €

Recensione

Sabato 02 novembre 2007, siamo andati a pranzo, sei persone adulte, in questo ristorante situato in collina, infatti quando il tempo lo permette è possibile mangiare su una terrazza panoramica che appunto “guarda” sulle colline.

Il posto è ancora tipo anni 60-70, molto luminoso e con i tavoli ben distanziati, stoviglie, bicchieri e postate sono di qualità media.
Ad istruirci arriva il titolare che ci chiede se gradiamo dell’antipasto: salumi misti dell’oltreopò ed alti stuzzichini al carrello, poi parlandoci dei primi ci propone di fare delle tagliatelle con farina di castagne, condite con dei funghi freschi, non ci suggerisce altro ma noi chiediamo le alternative che ci vengono quindi descritte, ravioli di brasato, risotto coi funghi, crespelle di magro al profumo di tartufo (apprezzata molto l’onestà nel dire profumo dato che appunto poi ci viene detto che i tartufi in base al suo target di spesa non li ha trovati).

Parliamo degli antipasti: i salumi misti sono di media qualità (voto 7, tranne il salame voto 8) e gli stuzzichini non sono altro che sott’oli e sottaceti di bassa qualità (voto 5, tranne le cipolle voto 7).

Per primo abbiamo deciso per un assaggio di tre portate diverse, le tagliatelle, le crespelle ed i ravioli, ci vengono quindi portati i piatti vuoti e ben riscaldati dopo di che tutte e tre le portate sono servite contemporaneamente ciascuna in un vassoio di acciaio.

Tutti i primi sono buoni voto 8 a tutti.
Per secondo 5 o 6 scelte tra cui rane, lumache, anatra, frittura di maiale.
Prendiamo due fritture con polenta arrostita voto 8, tre tagliate rucola e grana (servito a raspadura) voto 7.

I dolci sono molto casalinghi, e tra l’altro di torte ne era rimata una sola, scegliamo due tiramisu voto 6,5, due pere al forno voto 6, una macedonia ananas e fragole voto 7, due semifreddi al torroncino voto 6,5.
L’aiuto da parte loro nella scelta del vino si limita: bianco o rosso, fermo o vivace.

Non ci viene minimamente proposta una lista anche se ad una parete fanno bella mostra un 20-30 etichette oltrepadane di medio livello.
Infatti la prima bottiglia è un Buttafuoco con la loro etichetta voto 5
Le signore gradiscono un bianco e parecchio sollecitato da noi ci porta un Riesling Landò della cantina Le Fracce di Casteggio, già lo conosciamo ed accettiamo voto 7,5.

Per i secondi chiediamo qualcosa di più “valido” rispetto al Buttafuoco e ci vengono portate al tavolo 3 bottiglie da scegliere ma le uniche dritte che ci vengono date sono del tipo, questo è meglio di quello, questo è più vino di quello d’altronde fà 13,5 gradi.....
Scegliamo l’unica con l’etichetta che già conosciamo, sempre delle Fracce il rosso Bohemi voto 7,5.

Per finire caffè, carrello di liquori ed amari 15-20 bottiglie ma di qualità normale-bassa (banali etichette da bar).
Offerte delle ciliegie sotto spirito.
Conto in 6: 290 euri, ovvero 48,3 euri a testa.

Tra l’altro ci siamo alzati più o meno alle 15 (che non mi pare tardi) infatti c’erano ancora due altre persone a tavola ma già dalle 14 riassettavano la sala e pur se non siamo di certo stati invitati a muoverci, l’atmosfera che ci circondava ci faceva capire quello; guarda caso i dolci ed i liquori ci sono stati proposti da una signora che sapeva a malapena che cosa c’era disponibile e per quanto riguarda i liquori era un perfetto self-service.

Insomma, secondo me in sintesi: cucina buona, ma o si migliora molto il servizio o si devono togliere almeno 8 - 10 euri al conto.

Condividi la tua esperienza

Raccontarci le tue personali esperienze è fondamentale per permetterci di conoscerti sempre di più ed offrirti consigli su misura per te. ilmangione non è più un'esperienza statica, ma una potente Intelligenza Artificiale che impara a conoscerti partendo da quello che ti piace.