Ultima sera in Costa Azzurra, decidiamo di ritorna...

Recensione di del 23/08/2012

Difredo

29 € Prezzo
7 Cucina
7 Ambiente
6 Servizio
Rapporto qualità/prezzo: Normale
Prezzo per persona bevande incluse: 29 €

Recensione

Ultima sera in Costa Azzurra, decidiamo di ritornare a Cannes ma questa volta per visitare la Vieux Cannes, ossia il centro storico e la parte vecchia della città.
La sttradina, da ligure la definisco correttamente un "carugio", che porta all'abbazia che domina la città è tempestata di ristoranti, credo che nello spazio di circa cinquecento metri se ne possano contare una cinquantina. Chiaramente sono locali prettamente turistici e la fregatura potrebbe apparire dietro l'angolo, pur non essendo particolarmente soddisfatti della cena siamo comunque riusciti a evitare la sopracitata fregatura! Locale piccolo, strada angusta e ceniamo all'esterno, abilmente indirizzati dalla caposala, autentica "buttadentro". Servizio che non sarà assolutamente buono, siamo stati dimenticati e troppe volte abbiamo dovuto ripetere le richieste. Oltre alla carta è possibile scegliere un menù a 27 euro bevande escluse, composto da entrée, plat e dessert. Per quattro la scelta è questa, solo un ragazzo sceglie alla carta.
La scelta è tra cinque antipasti, nove plat equamente distribuiti tra primi e secondi e quattro dessert, le porzioni sono nella norma, i sapori così e così, non nutrendo enormi aspettative non rimarrò deluso comunque. Anche perchè come antipasto arriva in tavola il piatto migliore della serata, una tarte tatin poelè con foie gras, piatto davvero ben riuscito, saporito, gusti assolutamente contrastanti tra il dolce della tartelletta alle mele e la stecca di foie gras appena scottata a fuoco vivo, ottima. Alleggerisce l'insalatina di contorno composta da pomodori e misticanza appena bagnata dall'olio. Chiara va su una classica insalata nizzarda, ben presentata e abbondante con filetti d'acciuga, fettine d'uova e tonno su misticanza con pomodori e fagiolini, poi due semplici capresi con pesto.
Sul plat principale la scelta è unanime, risotto con gamberi: questo è senza dubbio alcuno la scelta più sciagurata della serata, piatto mal riuscito e composto male, si tratta di un risotto alla simil parmigiana con abbondante formaggio su cui sono appoggiati due gamberi alla griglia che non danno il minimo gusto al piatto, male, non ci siamo proprio.
Mentre aspettiamo il dessert giunge finalmente il piatto ordinato alla carta dall'unico commensale che non aveva scelto il menù, si tratta di un controfiletto al roquefort con patate al forno in salsa e una piccola frittata alle zucchine, rimane soddisfatto del piatto. Si finisce col dessert con la quale arriva la terza bottiglia di Evian, quattro panne cotte al limoncello e una mousse al cioccolato. Diciamo che il dessert prosegue la serata dei piatti cosi e così, la definirei una via di mezzo tra una panna cotta non riuscita e una cheesecake in quanto sopra la panna c'è uno strato di biscotti sbriciolati, il limoncello è nell'impasto e c'è un'eccessiva intrusione di vaniglia.
Finiamo qui, almeno la spesa è quella ci si aspettava.

Condividi la tua esperienza

Raccontarci le tue personali esperienze è fondamentale per permetterci di conoscerti sempre di più ed offrirti consigli su misura per te. ilmangione non è più un'esperienza statica, ma una potente Intelligenza Artificiale che impara a conoscerti partendo da quello che ti piace.