Ho il piacere di essere la prima Mangiona a recens...

Recensione di del 18/01/2007

Fuori le Mura

12 € Prezzo
9 Cucina
8 Ambiente
9 Servizio
Rapporto qualità/prezzo: Ottimo
Prezzo per persona bevande incluse: 12 €

Recensione

Ho il piacere di essere la prima Mangiona a recensire uno dei miei locali biellesi preferiti, il Ristorante Fuori le Mura di Candelo, "una forchetta Michelin".
Devo precisare subito che lo sto frequentando in una forma un po' particolare, ovvero quella dello spuntino pre-proiezione che nasce da un accordo tra il ristorante e l'adiacente Cinema Verdi d'essai per offrire ai cinefili la possibilità di cenare velocemente e a prezzi contenuti prima di sedersi davanti al grande schermo.
Con questa interessante, e unica nel Biellese, formula si possono scegliere due piatti del giorno proposti a voce (con libertà di combinare l'antipasto con il primo, il secondo con il dolce ecc.), vino della casa, acqua e caffè al prezzo di 12 euro. Sfido a spender di meno in pizzeria.
In ogni caso, al di là dei 12 euro ben spesi, merita indipendentemente dalla formula pre-cinema.

Il ristorante è ricavato da un'antica stazione di posta e si trova proprio all'esterno delle mura del Ricetto medievale, molto suggestivo e visitabile anche la sera.
All'ingresso un piccolo tavolino reception, il guardaroba, ed un caratteristico registratore di cassa anni Trenta.
Il locale è suddiviso in tre piccole e accoglienti salette con volte a botte, luci calde e arredi di legno su cui sono esposti vini e liquori. I tavoli grandi sono rotondi, quelli piccoli sono quadrati.
La mise en place è semplice, ma con un tocco d'eleganza: tovaglie damascate chiare e sottotovaglia, posateria essenziale, pane e grissini stirati a mano, bicchiere per l'acqua e bicchiere per il vino, la cui carta viene recitata a voce dal proprietario, cuoco e sommelier che gestisce il ristorante da più di vent'anni.

E' sempre lui ad accogliere i clienti, aiutato dal papà che sta all'ingresso. Colpisce subito il fare spigliato e amichevole del proprietario e ci si accorge immediatamente che non bisogna pregarlo perché spenda qualche parola in più sui piatti che propone o su qualunque altro argomento di conversazione.
In sala è coadiuvato da un'altrettanto loquace mamma e lui fa spesso la sua comparsa per accertarsi che tutto proceda bene. Insomma, un ristoratore decisamente tagliato per la sua professione.
La cucina è tradizionale biellese, le materie prime sono ottime. Le ricette non sono elaboratissime, ma i piatti sono trattati con maestria e non risultano mai ordinari pur nella loro semplicità e inoltre sono ben presentati.

Nelle ultime due occasioni abbiamo scelto le seguenti chicche.:

Carpaccio di fesa salmistrata con olio extravergine e scaglie di parmigiano.
La fesa è salmistrata da loro con un risultato molto gradevole: carne che si scioglie in bocca e che conserva tutti i profumi delle erbe e della botte usata per la salatura. Voto 8.

Risotto in cagnone.
E' una ricetta tipicamente biellese, un risotto con toma e burro fuso. Esistono "risotti in cagnone" anche in altre province del nord ma hanno ingredienti diversi, quindi attenti a non confondervi se non siete del posto.
E' ovviamente un piatto un po' pesante dato il potere calorico degli ingredienti, ma il sapore è strepitoso. E' servito in un coccio di terracotta bianca che mantiene bene la temperatura. Voto 9.

Musetto stufato nel Barbaresco di Gaia del 1962, con pere cotte e fettine di polenta.
Una sinfonia di profumi e aromi che ci ha letteralmente incantato, almeno quanto la tenerezza della carne. Questo piatto da solo merita la visita. Voto 9.

Zabaione alla vecchia maniera, molto leggero e spumoso, quasi inconsistente. Un equilibrio perfetto tra i vari ingredienti. Voto 9.

Il tutto accompagnato dal vino della casa, oppure, extra-prezzo fisso, da un Coste della Sesia, Mesolone di Barni, blend di nebbiolo, croatina e uva rara. Consigliato.

Il servizio è rapido soprattutto per lo "spuntino" pre-cinema per garantire la fine della cena entro l'ora d'inizio del film.
Ho scritto "spuntino" tra virgolette perché le porzioni abbondanti e la tipicità dei piatti garantiscono la giusta sazietà con un eccezionale rapporto qualità/prezzo.
Mi sento di consigliarlo sia per la formula pre-cinema sia per un pranzo o per una cena tradizionali.

Condividi la tua esperienza

Raccontarci le tue personali esperienze è fondamentale per permetterci di conoscerti sempre di più ed offrirti consigli su misura per te. ilmangione non è più un'esperienza statica, ma una potente Intelligenza Artificiale che impara a conoscerti partendo da quello che ti piace.