Premesse.
Sono ormai diciasette anni che freq...

Recensione di del 01/06/2007

S'Apposentu al Teatro Lirico

100 € Prezzo
9 Cucina
8 Ambiente
8 Servizio
Rapporto qualità/prezzo: Normale
Prezzo per persona bevande incluse: 100 €

Recensione

Premesse.
Sono ormai diciasette anni che frequento, per lavoro e per turismo, la Sardegna. Ho parecchi amici in tutta l’isola e conoscendo le loro abitudini mi sono sempre chiesto se la cucina di Roberto Petza potesse avere un futuro sull’isola. Me lo chiedevo ma ci speravo.

Ambiente.
Esterno.
Si trova all’interno del Teatro Lirico di Cagliari. La possibilità di parcheggio è molta per la presenza di un piazzale pubblico destinato a tale scopo.
Interno.
Si accede, attraverso una scala a chiocciola, al primo piano del Teatro dove si viene ricevuti e accompagnati al ristorante.
La sala è di forma quadrata e tutta pavimentata con parquet; ha un lato alto tintaggiato di rosso con tendaggio rappresentante il sipario, un lato dove sono ricavate tre nicchie con altrettanti tavoli e divanetti in velluto rosso, un lato con altezza normale colore ecrù e l’ultimo lato attrezzato con mobili e appoggi per il servizio. Vista nel complesso risulta armonica e elegante.
I coperti massimi sono circa 35.
In sala vi sono una responsabile con due cameriere e la presenza costante di Roberto Petza per i vini e la supervisione.

Menu.
Vi sono due menù degustazione, uno di terra e uno di mare, entrambi a 55,00 euro, bevende escluse.
Menu del S’Apposentu.
Terrina di maialino leggermente affumicato con composta di mele tremparrubia alle spezie;
Fonduta di pecorino leggera con carciofini spadellati all’acciuga e tartufo nero;
Zuppa di finocchietti selvatici, cardi, asparagi e gnocchi di pecorino alle erbe;
Lasagnette gialle con ragù di salsiccia fresca, zafferano di San Gavino e ricotta mustia;
Capocollo di maiale brado in umido con salsa al vino dolce e pepe garofanato, patate schiacciate e funghi;
Assaggio di formaggi con composta di frutta.

Menu del mare.
Piccole crudità di mare con i suoi abbinamenti;
Gamberi arrostiti alle erbe con asparagi marinati e crema di patate;
Zuppa di fregua con cozze e ragù di pesce al timo;
Linguine di gragnano con asparagi coltivati, vongole e seppie marinate;
Pesce spatola ai ferri con salsetta di vongole e pancetta e cuori di lattuga appene scottati
Dolce a scelta dalla lista.

Alla carta troviamo:
- 7 entrate (3 di mare e 4 di terra) da 17,00 a 20,00 euro;
- 6 paste e zuppe (3 di mare e 3 di terra) da 17,00 a 20,00 euro;
- 7 carni e pesci (4 di mare e 3 di terra) da 22,00 a 25,00 euro;
- 5 formaggi da 13,00 a 18,00 euro;
- 6 dessert 10,00 euro.
Sceglierò a la carta.

Carta dei vini.
Carta confezionata elegantemente, con presenza di buoni produttori nazionali e di quasi tutti quelli isolani. Non vi sono certamente annate storiche ma l’offerta è comunque valida.
Vi è la possibilità di consumare al bicchiere.
Dopo un consulto con Roberto scelgo Entemari 2006 Isola dei Nuraghi IGT (Vermentino – Chardonnay – Malvasia Sarda) - Cantina Pala di Serdiana.
Scelta che risulterà particolarmente azzeccata soprattutto dopo una mezz'ora che il vino è rimasto a temperatura ambiente. Profumo elegante, persistente con netti sentori di frutta bianca e vegetale.

Viaggio gustativo.
Benvenuto della cucina con:
Gambero in tempura con insalatina di rapanello
Un classico con ottima materia prima.
Buono.

In accompagnamento Caralis Brut Dolianova offerto.

Il pane e i grissini sono freschissimi e quindi molto morbidi. Abbiamo varie tipologie tra cui alle olive nere, al pomodoro, bianco, ecc.

Pesce spada affumicato in casa con gelato di cipolle bianche e prosciutto croccante.
Il gelato è completamente coperto da fette di pesce spada e sopra a tutto i pezzetti di prosciutto croccante.
L’affumicatura viene eseguita con legna di faggio nel camino del padre di Roberto; il risultato è una affumicatura delicatissimo che ben si accoppia con lo squisito gelato.
Buono.

Zuppa di fregua della casa con cozze e filettini di pesce al timo
La fregua è una pasta, a grani tondeggianti, tipica della Sardegna realizzata impastando farina di grano duro con acqua, asciugata e quindi tostata in forno.
La zuppetta ha un sugo delicatissimo a base di pomodoro, le cozze non sono crude nè cotte e una volta in bocca è mare puro, i filettini sono di pesce di scoglio delicatissimi. Piatto equilibrato e materia prima di alto livello.
Buono.

Pesce spattola con salsetta di vongole e pancetta, funghi porcini e cuori di lattuga appena spadellati.
Piatto per gli amanti di gusti decisi.
Ho chiamato Roberto e gli ho chiesto: "ma dov’è la pancetta?" Risposta: "l’ho usata solo per la preparazione delle vongole".
Eppure il sentore è netto e piacevole; la lattuga tenerissima e il pesce, seppur povero, in accoppiamento con gli altri ingredienti ha dato il meglio di sè.
Uno dei migliori secondi di pesce mai assaggiati.
Eccezionale.

Erborinato di pecora, composta di pere e calice di birra tripla fermentazione in abbinamento.
L’erborinato di pecora presentatomi è a pasta molle, la birra a tripla fermentazione non è belga trappista ma sarda e precisamente Toccadibò da 8,50 gradi – Birrificio artigianale Barley – Maracalagonis (Ca).
Colore leggermente ambrato, ottimo sentore al naso di ananas e retrogusto piacevolmente amaro.
Buono con ottimi prodotti della terra sarda.

Sullo stesso piatto mi è stato offerto anche un assaggio di Fiore sardo dop con composta di pomodoro verde.
Normale il formaggio e buona la composta.
Sufficiente.

Pre dessert.
Crema allo Yogurt con mousse di arance
Sufficiente.

Cannolo ripieno di crema gianduia, fragole di Terralba e salsa di yogurt alla menta.
Cannolo croccante con morbina e delicata crema, fresche fragole e ottima crema alla menta.
Buono.

In abbinamento: Angialis Vendemmia Tardiva 2003 Isola dei Nuraghi – Argiolas - Serdiana .

Pur non prendendo il caffè, sono stati portati cinque pezzi di piccola pasticceria al cioccolato.
Buono.

Come digestivo Mirto Rosso (se non ricordo male prodotto a Dolianova).
Non particolarmente gradevole in quanto troppo, ma troppo astringente.


Conto
Un Aperitivo offerto; un Pesce spada affumicato euro 20,00; un Fregua della casa euro 17,00; un Pesce spattola euro 25,00; un Erborinato di pecora euro 18,00; un Cannolo di gianduia euro 10,00; un Entemari Pala euro 23,00; un Bicchiere Angialis offerto; un' Acqua minerale euro 3,50; un Mirto rosso euro 6,00.
TOTALE euro 123,00.
Questo il conto totale, anche se in ricevuta mi sono trovato offerto anche la bottiglia di vino e quindi ho pagato euro 100,00.

All’uscita sono stato omaggiato di un elegante cofanetto contenente 16 cioccolatini a gusto zenzero, pepe rosa, pecorino e albicocca.


Conclusioni.
Ambiente.
Piacevole e rilassante; Roberto è molto gentile e ti mette a proprio agio.
Solo un appunto: c’è una porta di troppo in sala che si apre su locale angusto che contiene bevande; sarebbe bello se rimanesse chiusa.
Servizio.
Le cameriere sono gentili e in sala tutto procede in maniera professionale e con i tempi giusti. Metterei comunque tutte al corrente della composizione dei piatti per eventuali spiegazioni richiete dal cliente.
Cucina.
I piatti assaggiati sono risultati tutti molto equilibrati, ben curati con ingredienti di primissima qualità.
La Sardegna è ricca di materie prime di alto livello e elaborandole in questo modo porterà Roberto Petza a vincere la sua scommessa. Non so se a livello di coperti l’ha già vinta (lo spero per lui), ma qualitativamente si.
Infine concordo con la citazione sul menu, siate gentili con la gente mentre salite, perché la incontrerete di nuovo mentre scendete!

Il conto mi ha letteralmente lasciato a bocca aperta per la quantità di prodotti che mi sono stati offerti.

Lo so che non è comodo andarci dal continente, ma cari amici mangioni se passate da Cagliari vi consiglio di fermavi al “S’Apposentu al Teatro Lirico”, ad oggi il miglior ristorante innovativo dell’isola.

Condividi la tua esperienza

Raccontarci le tue personali esperienze è fondamentale per permetterci di conoscerti sempre di più ed offrirti consigli su misura per te. ilmangione non è più un'esperienza statica, ma una potente Intelligenza Artificiale che impara a conoscerti partendo da quello che ti piace.