E' il compleanno e si decide di andare a mangiare ...

Recensione di del 13/09/2009

La Buta

50 € Prezzo
10 Cucina
9 Ambiente
8 Servizio
Rapporto qualità/prezzo: Buono
Prezzo per persona bevande incluse: 50 €

Recensione

E' il compleanno e si decide di andare a mangiare fuori. Prenotiamo alla buta e poichè siamo in ventidue, ci viene riservato il secondo piano tutto per noi.
L'accoglienza è gradevole, i camerieri sono giovani ma non per questo inesperti, alla mano e simpatici.
Si parte subito ordinando il vino e prendiamo così un Barbera d'Asti Tullio Cantina Colombi, un vino che non costa molto ma che può essere accostato ai grandi vini toscani per gradazione (14,5%) e per la sua corposità e fragranza.

Partiamo con gli antipasti.
Ci portano frittate, polpette di patate e bruschette di pane con funghi porcini freschi, veramente tutto delizioso ma non finisce qua.
Arrivano i peperoni, le melanzane alla griglia e poi una carica di salumi con salame, coppa e pancetta che sono superbi e poi prosciutto crudo.
I salumi sono tutti veramente buoni con la pancetta talmente prelibata da sciogliersi in bocca, e per finire arriva una conchiglia con all'interno salmone, tonno ed insalata russa.
Solo gli antipasti valgono una cena.

Senza sosta arivano i primi, anzi un tris di primi, molto ma molto carico.
Abbiamo sceglto risotto ai funghi porcini poichè siamo nella stagione, mantecato dentro la forma di formaggio che è la specialità del ristorante.
Grazie a questa mantecatura il riso risulta essere molto cremoso e saporito con quel retrogusto di formaggio: è stato veramente il risotto più buono che io abbia mai mangiato.

Ci arriva poi un piatto molto gradevole sia per l'occhio che per il palato, è una crêpe fatta a forma di saccoccia medievale con all'interno ricotta e spinaci e chiusa attraverso un filo di erba cipollina.
E' un piatto oltre che bello anche molto originale ma soprattutto reso ancora più buono grazie alla fonduta di formaggio adagiatagli sotto.
Come ultimo primo arriva la specialità della zona cioe i pisarei e faso che vengono cucinati molto bene come la tradizione richiede e sono un piatto molto buono ma semplice,

Siamo veramente strapieni così prendiamo solo un secondo e optiamo per una tagliata, sempre per rimanere in stagione, con funghi porcini.
La carne è buonissima e cotta alla perfezione lasciandola un po' al sangue per non renderla dura e i funghi sono come nel ritotto freschi ed enormi.

Per rinfrescarci un po' ci viene servito un sorbetto al limone.
Poichè la torta l'abbiamo portata noi, il proprietario ci porta un cesto con spiedini di frutta molto originali e buoni ed inoltre gelatina allo champagne con frutti di bosco.
Finito il dolce ci portano il caffè che risulta essere l'unica macchia nera del pranzo poichè non è molto buono ma per farsi perdonare ci portano una bottiglia di limoncello e una di grappa e ce le lasciano al tavolo.
A parer mio il pranzo è stato perfetto ed è un posto che mi ha soddisfatto moltissimo e ci tornerei volentieri.
E' anche un locale carino ed arredato molto bene in stile rustico e molto gradevole.
Risiede di fianco ad un'enoteca con un parco enorme dove festeggiare feste e matrimoni; finito il pranzo siamo andati a fare un giro all'interno dell'enoteca per comprare il vino che c'era tanto piaciuto e per farci un giro all'aria aperta nel parco dove risiede anche il vigneto del Barbera.
Tutto veramente ottimo.
Il prezzo a persona è di 50 euro a persona che è un prezzo di tutto rispetto ma che vale la pena spendere per una mangiata ricca di qualità ed abbondanza, e in aggiunta una bella giornata in collina.

Condividi la tua esperienza

Raccontarci le tue personali esperienze è fondamentale per permetterci di conoscerti sempre di più ed offrirti consigli su misura per te. ilmangione non è più un'esperienza statica, ma una potente Intelligenza Artificiale che impara a conoscerti partendo da quello che ti piace.