Torniamo alla Palta, questa volta a provare un men...

Recensione di del 04/08/2011

La Palta

87 € Prezzo
9 Cucina
9 Ambiente
9 Servizio
Rapporto qualità/prezzo: Ottimo
Prezzo per persona bevande incluse: 87 €

Recensione

Torniamo alla Palta, questa volta a provare un menu degustazione, essendo estate ci si può accomodare all'esterno della veranda. Ci accomodiamo e ci vengono portati menu e carta dei vini, optiamo per il menu degustazione ed una bottiglia di Gutturnio La Tosa, il sommelier ci consiglia un calice di una (Malvasia prodotto da Torre Fornello in collaborazione con La Palta) da abbinare all'antipasto, scelta che si rivelerà azzeccata. Nel frattempo ci viene portato il cesto del pane con grissini stirati a mano, cialde di patate affumicate, pane bianco, pane al prezzemolo, focaccia con le cipolle rosse e pane con il pomodoro (veramente buono). Ci viene servito come aperitivo un Pinot nero rosè dell'Oltrepò pavese e come benvenuto della cucina una mousse di peperoni su letto di crema di prezzemolo, veramente gustosa la mousse leggera e delicata.
Per iniziare il nostro percorso di degustazione ci viene portata una tartare di trota con gazpacho di pomodori verdi, la trota era veramente freschissima e gustosa, nel complesso la tartare poteva sembrare un po' sapida, ma abbinata all'acidità dei pomodori forma un'ottimo abbinamento.
Proseguiamo con un piatto semplice ma sorprendente nel gusto: una frittata arrotolata ripiena di grana e rucola con tartufo.
Arriva un classico de La Palta, il piccione, questa volta con Campari e limone: con connubio eccezionale, l'amaro del Campari con il gusto saporito della coscia di piccione ed il dolce del limone veramente fantastico.

Per iniziare i primi ci vengono serviti i tortelli piacentini che avevamo ordinato in aggiunta sono sempre ottimi, per me i migliori. Pasta finissima e cotta a regola d'arte con ripieno morbidissimo e gustoso. Una piccola curiosità nel chiaccherare con la sorella della chef veniamo informati che raramente capita qualche cliente che fa notare che il ripieno non è duro!
In seguito arrivano i tortelli DOP con barbabietola, chiamati DOP perchè vengono conditi con una dadolata finissima di verdure e salumi piacentini DOP. Idea originale e ottimo risultato di gusto, che però ricorda più un piatto "da tradizione".
Per finire i primi ci vengono proposti i tagliolini con animelle, melanzana affumicata e crema di latte con cacao, un piatto interessante.
Per secondo arriva dell'ottimo cavallo con tartufo, da segnalare che la carne era veramente buona.
Per predessert viene portato un vassoio con gelatine, cialdine, nocciola e della fantastica crema alla vaniglia con pesche.
Come conclusione una mousse di mascarpone su crema di sedano, fresca e leggera veramente buona, solo un peccato la scelta della menta piperita che sebbene perfetta nell'abbinamento per me risulta un po' forte.

Indubbiamente La Palta è un ristorante di primo livello: un buon rapporto qualità/prezzo, materie prime freschissime e soprattutto un servizio cordiale e attento che spesso risulta difficile trovare anche in ristoranti bistellati, ormai una tappa fissa.
Il conto: due menu degustazione 140 euro, due calici di vino 10 euro, una bottiglia di vino 15 euro, un'acqua 2 euro, due caffè 2 euro, tortelli piacentini gentilmente offerti.

Condividi la tua esperienza

Raccontarci le tue personali esperienze è fondamentale per permetterci di conoscerti sempre di più ed offrirti consigli su misura per te. ilmangione non è più un'esperienza statica, ma una potente Intelligenza Artificiale che impara a conoscerti partendo da quello che ti piace.