Pranzo di lavoro in quel di Borgomanero. Volontari...

Recensione di del 02/02/2012

Trattoria del Ciclista

32 € Prezzo
7 Cucina
7 Ambiente
6 Servizio
Rapporto qualità/prezzo: Buono
Prezzo per persona bevande incluse: 32 €

Recensione

Pranzo di lavoro in quel di Borgomanero. Volontariamente scegliamo questo locale per provare qualche sapore del territorio che ci premi della gita sotto la neve.
Appena entrati si ha la sensazione di aver sbagliato indirizzo: è la classica sala del bar di paese, un po' d'antan. Invece ci viene fatto segno di proseguire verso la sala, la porta che dà fuori e poi a sinistra: immancabilmente sbaglio e...sorpresa! Entro nella cucina e mi ritrovo in un ambiente che credevo perduto, che sa di antico, con arredi ed attrezzature che ormai si direbbero “desuete” ed invece mi riportano alla memoria le cucine dei ristoranti in cui andavo da bambino. Ci sono anche quelle piastrelle azzurrine...
Raggiungo rapidamente la sala dove i miei colleghi hanno già preso posto. Si tratta di un salone stretto e lungo con vetrate sul lato maggiore da dove si indovina un bellissimo dehors: roba non adatta al clima di oggi. Dalle pareti immagini e stampe trasmettono il respiro del tempo che è stato e della gente che è passata di lì creando un'atmosfera calda e solenne al tempo stesso.

Dopo pochi minuti il proprietario del locale arriva al nostro tavolo per raccogliere le comande. Scegliamo tutti le stesse cose: antipasti misti, tapulone e dessert. Da bere chiedo del Gattinara e, meraviglia delle meraviglie, ci portano del Travaglini 2006!
Arriva il primo antipasto: affettati misti. Si tratta di lardo, salame di maiale, salame d'asino ed una sorta di capocollo, tutti rigorosamente di fattura artigianale. Davvero buoni. Segue carne cruda di cavallo, specialità della zona. Il sapore forte ed armonioso ed il profumo speziato di questo piatto ne fanno una vera delizia. Chiederemo il bis. Segue insalata russa, non indimenticabile.
Quindi il piatto forte della giornata: tapulone con patate. A precisa domanda, il proprietario del locale risponde che trattasi di carne di cavallo tritata con cottura tipo brasato. Non si tratta quindi di asino, come da tradizione, ma il risultato è davvero squisito.
Segue dessert: goloso tiramisù. Chiudiamo con il caffè.

Il conto: 128 euro. Considerando che ci siamo premiati con due ottime bottiglie pagate (solo) 23 euro cadauna, l'effettivo costo di quanto consumato è di 82 euro, pari a 21 euro a testa: adeguato alla qualità e alla struttura che ci ha ospitato.

Condividi la tua esperienza

Raccontarci le tue personali esperienze è fondamentale per permetterci di conoscerti sempre di più ed offrirti consigli su misura per te. ilmangione non è più un'esperienza statica, ma una potente Intelligenza Artificiale che impara a conoscerti partendo da quello che ti piace.