Approfitto di un impegno domenicale di mia moglie ...

Recensione di del 18/09/2005

Agriturismo La Paideia

35 € Prezzo
9 Cucina
9 Ambiente
9 Servizio
Rapporto qualità/prezzo: Ottimo
Prezzo per persona bevande incluse: 35 €

Recensione

Approfitto di un impegno domenicale di mia moglie per visitare, insieme ad un amico avvocato (uomo di mondo e di cultura straordinaria), l’agriturismo La Paideia di Borgo Priolo incuriosito dalle recensioni di altri “mangioni” decisamente lusinghiere.

Di notevole impatto ambientale è sin da subito la strada che si imbocca dalla provinciale per arrivare in agriturismo; una stradina stretta, quasi interamente asfaltata, ben curata, che si inerpica sulla costa della collina. Ad accompagnarci per il primo tratto bellissimi vigneti; più avanti il bosco ed alcuni ulivi ti conducono all’agriturismo. Ad accoglierci, in questa domenica decisamente “artica” una gentilissima signora, che poi scopriremo come la proprietaria dell’agriturismo, la Signora Ilda Palmieri. Pochi gradini a scendere nel giardino e ci troviamo su una veranda che domina la Pianura Padana che si presenta “oppressa” da grandi nubi grigiastre rendendola di una spettacolarità unica.

Entrando nell’agriturismo siamo accolti in una saletta pulita ed ordinata. Non siamo i primi ospiti, sono già seduti, ad altri due tavoli, rispettivamente due e sei persone. Ci viene indicato il nostro tavolo e ci accomodiamo. L’apparecchiatura del tavolo è veramente ineccepibile, forse fin troppo per un agriturismo, ma sicuramente di grande appagamento soprattutto per il mio amico avvocato che confronta subito il locale con quelli di Milano.

Ci viene chiesto se preferiamo l’acqua gasata o naturale e se la desideriamo del frigo o temperatura ambiente visto il clima. Scegliamo rigorosamente acqua gasata del frigorifero. Ci viene portata da un signore educato e premuroso, che dopo aver servito l’acqua ci illustra il menù, informandoci che è fisso, come i vini scelti in abbinamento. Il menù ci entusiasma, ma chiediamo se fosse possibile pasteggiare solo a spumante, visto che dobbiamo festeggiare questa “rimpatriata” fra amici. Il nostro interlocutore ci consiglia un Metodo Classico Nature di Monsupello, non posso dire di no! Eccellente.

Insieme allo spumante ci vengono portati anche, serviti su carta paglia, dei bignè di verdura e parmigiano e pancetta nostrana. Ottima la pancetta come pure i bignè, soffici e delicati.

Continuiamo con un piatto molto tipico: lingua di vitello lessata con una vinaigrette di pomodoro e aceto di mele. Un piatto che nella sua semplicità esprime una bontà unica, la lingua morbida è quasi burrosa e si sposa eccellentemente con l’agro della salsa. Ottimo anche l’abbinamento con lo spumante.

Tra una parola e l’altra arriviamo ai primi. Buono il risotto con i fagioli, anche se i legumi personalmente non mi fanno impazzire (piaciuto invece tantissimo al mio amico avvocato). Superbi gli gnocchi ripieni. Magnifici nella loro morbidezza esterna ed interna. Chiediamo alla signora Ilda di spiegarci tanta sofficità e ci viene spiegato che viene fatta una sfoglia con l’impasto del tradizionale gnocco.

Passiamo al secondo. Già dal nome immaginiamo un piatto impegnativo. Ricordo a memoria. Taglio di scottona ripieno di taleggio con purè e salsa al brasato. Squisito nella sua succulenza. Siamo invitati a cambiare vino; accettiamo di buon grado anche perché il Nature Monsupello è finito. Ci viene servito un Bonarda O.P. 2002 La Fidela dell’Azienda Agricola Cà del Gè. Non pensavo che si potessero fare certe bonarde in Oltrepò. Perfetta di maturazione, morbida e vellutata, un perfetto abbinamento con la carne decisamente squisita. Chiediamo informazioni sulla carne e sempre la signora Ilda ci informa che viene acquistata in zona, da un allevatore locale.

Finiamo il nostro pranzo qui anche se ci viene proposto una mousse di cannella. Siamo decisamente troppo sazi per continuare. Con il caffè ci viene servito uno squisito torrone morbido alle noci con copertura al cioccolato. Chiacchierando con la signora Ilda veniamo informati che per il prossimo weekend ci saranno i funghi. Ci prenotiamo, questa volta con mogli, sicuri di degustare ancora qualcosa di veramente particolare. Peccato che le guide gastronomiche non attribuiscano le stelle anche agli agriturismo.

Concludiamo pagando il conto: 70.00 Euro per due persone vini compresi.

Condividi la tua esperienza

Raccontarci le tue personali esperienze è fondamentale per permetterci di conoscerti sempre di più ed offrirti consigli su misura per te. ilmangione non è più un'esperienza statica, ma una potente Intelligenza Artificiale che impara a conoscerti partendo da quello che ti piace.