Dietro consiglio di un amico abbiamo deciso di pro...

Recensione di del 07/08/2011

Magiargé

53 € Prezzo
9 Cucina
9 Ambiente
9 Servizio
Rapporto qualità/prezzo: Ottimo
Prezzo per persona bevande incluse: 53 €

Recensione

Dietro consiglio di un amico abbiamo deciso di provare, per cena, questo ristorante sito in Bordighera (IM), precisamente nell'antico borgo di Bordighera Alta. Il ristorante è proprio in una della piazze centrali del borgo e ha anche tavoli all'aperto, coperti da tendoni. Abbiamo però cenato al chiuso, i posti all'aperto erano già tutti prenotati, e la scelta si è rilevata azzeccata. L'interno del ristorante è infatti molto accogliente, fresco al punto giusto e caratterizzato da un pavimento con alcune piastrelle in vetro che permettono di vedere la cantina sottostante e parte dell'antico selciato. In effetti è proprio la scelta dei vini a impressionarmi positivamente, la carta dei vini è ben assortita, sia come prezzi che come etichette (italiane e straniere) ed è pure arricchita da un paio di birre prodotte da un microbirrifico piemontese (Le Baladin) e uno ligure (Maltus Faber).
Dopo aver bevuto un bicchiere di prosecco di Valdobbiadene, proposto come antipasto insieme ad un ottimo salame di Felino, propendiamo per una bottiglia di chardonnay di Jermann (2010).
Il menu è molto interessante e propone piatti tipici della cucina ligure di Ponente.
Come antipasto decidiamo di prendere, siamo in tre a tavola, una porzione di “i due brandacujon” e il “polpo in tegame”.
Il “brandacujon” non è altro che stoccafisso bollito e pestato fino a formare una specie di purea, in questo caso servita, nello stesso piatto, in maniera tradizionale e fritta.
Simpatica è l'etimologia di questa parola: la prima parte deriva dal verbo brandare che in provenzale antico significa "scuotere" mentre la seconda parte sembra derivare dal fatto che fosse delegato a questo compito il componente meno sveglio della famiglia.
Il “brandacujun” si è rilevato una vera delizia!
Non da meno è il polpo, cotto in tegame e accompagnato da cozze, fagioli di Pigna e favette. Ho avuto modo di assaggiarlo e l'ho trovato molto morbido e particolarmente delicato al gusto.
A seguire abbiamo preso “Trofie di Recco con pesce spada e funghi finferli”, “Filetto di baccalà, dorato in padella, con cous cous di verdure” e “Steak di tonnetto sulla cipolla rossa di Tropea brasata al balsamico”.
Non sono riuscito ad assaggiare le trofie, ma, dalla velocità con cui sono state divorate e dalla conferma del commensale che le ha prese, direi proprio che fossero buone.
Buonissimo il baccalà, per niente salato e cotto al punto giusto, mentre io ho trovato veramente deliziosa la tagliata di tonno, leggermente scottate a accompagnata dalle cipolle di Tropea brasate e caramellate nell'aceto balsamico, ho fatto fatica a non ordinarne un'altra porzione!
Abbiamo concluso la serata con due dolci: delle semplice fragole con gelato alla panna e un'ottima crème brûlée fatta in casa. Con i dolci ci siamo fatti portare un paio di calici di Zibibbo siciliano di Donnafugata
Molto positivo il fatto che, pur avendo ordinato portate diverse, siamo stati serviti con i giusti tempi e abbiamo potuto mangiate tutti insieme senza attese o tempi morti.
Servizio molto cordiale e professionale, prezzi onesti (tenendo anche conto del fatto che fossimo in piena stagione e in zona altamente turistica).
Spesa complessiva 159,00 euro, comprensivi di coperto (2 euro a testa) e caffè (2 euro). Ci torneremo sicuramente!

Condividi la tua esperienza

Raccontarci le tue personali esperienze è fondamentale per permetterci di conoscerti sempre di più ed offrirti consigli su misura per te. ilmangione non è più un'esperienza statica, ma una potente Intelligenza Artificiale che impara a conoscerti partendo da quello che ti piace.